menu
Condividi

Come portare i cani al guinzaglio

Come portare i cani al guinzaglio

Vedi schede di Cani

Il guinzaglio è senza alcun dubbio la chiave per la disciplina del nostro amico a 4 zampe. Si dice che il cane è il miglior amico dell’uomo, ma com'è nata questa amicizia?

L’amicizia tra l’uomo e il cane iniziò circa nel 10 000 A.C. e fu il nostro primo contatto amichevole con una specie diversa. Le prime interazione tra i due erano principalmente per motivi di convenienza: l’uomo utilizzava i primi esemplari della specie canis per la caccia assicurando cibo e cure.

Per addomesticamento, o meglio domesticazione s’intende il processo attraverso cui una specie animale viene resa domestica, ovvero dipendente dall'uomo in una sorta di mutualismo evolutivo. Per molte specie, la domesticazione ha comportato notevoli mutamenti nel comportamento e e nella fisionomia. La coevoluzione è il motivo per cui il legame uomo/cane è diventato sempre più solido e forte nei secoli raggiungendo livelli di raffinatezza impensabili come la cinofila, il salvataggio, la pet therapy e molto altro.

Tra i tanti espedienti utilizzati per l'adattamento e la pacifica convivenza tra uomo e cane c'è di certo il guinzaglio. Questo oggetto viene spesso messo in discussione e criticato ma mai abbandonato: scopriamo come utilizzarlo al meglio per rendere la nostra passeggiata con il nostro cane tranquilla ed efficace!

Potrebbe interessarti anche: Portare a spasso più cani alla volta

Come usare un guinzaglio?

Voglia di una passeggiata tranquilla con il vostro fedele compagno di avventura? Leggete i nostri consigli evitando che una piacevole sgambettata diventi un tiro alla fune con buona probabilità di essere sconfitti!

Spesso le difficoltà iniziano da cuccioli, infatti è consigliabile far famigliarizzare il cane con il guinzaglio in tenera età. Il segreto per abituare il cane al guinzaglio prevede due comportamenti fondamentali: pazienza e perseveranza

Per riuscire ad abituare il vostro animale domestico ad una passeggiata al guinzaglio senza stress o costrizioni di vario genere bisogna tenere a mente poche ma importanti regole:

  • I luoghi affollati sono dei contesti di iper-stimolazione per il nostro cane. In questi casi è compito del tutor gestirlo al meglio evitando che salti sul groppone di sconosciuti cercando di leccargli la faccia (non tutti apprezzerebbero). Il dettaglio da valutare è la tensione del guinzaglio: appena sentiamo uno strattone è buona norma fermarsi e tenere fermo il nostro cane, soprattutto se di grossa taglia. Questo evita tantissime situazioni spiacevoli come aggressioni ad altri cani o interazioni indesiderate con persone non amanti degli animali.
  • La seconda regola per educare perfettamente il vostro cane a camminare a comando è l’andamento. Con un andamento lento e dunque con il guinzaglio non teso il nostro cane avrà più libertà e sarà quindi catturato da una sorta di momento in cui ha bisogno del suo spazio. In determinati momenti della passeggiata, il nostro amico peloso ha bisogno del guinzaglio lento come ad esempio il momento dei bisognini o quando lo vediamo intento ad annusare la traccia della cagnolina che gli fa battere il cuore.

È molto importante che queste due regole vengano rispettate per permettere al cagnolino di espletare il proprio istinto etologico senza traumi, costrizioni e atteggiamenti inadeguati. Il problema del cane indisciplinato durante le passeggiate è da ricercarsi quasi sempre dall'altro lato del guinzaglio. Effettivamente la maggior parte dei padroni non seguono queste regole fondamentali insegnandoli a tirare il guinzaglio e raggiungere un luogo da lui fortemente desiderato. Di norma il cucciolo/cane dovrebbe seguirvi fin dall'inizio poiché ogni padrone è il punto di riferimento per il proprio animale domestico. Per facilitare l’addestramento l’utilizzo di snack e premi è senza dubbio una soluzione che invoglia il cane a raggiungere determinati obbiettivi

Come portare i cani al guinzaglio - Come usare un guinzaglio?

Quale guinzaglio usare?

Ricordiamo che il guinzaglio è uno strumento da un collegare ad un collare o ad una pettorina, la domanda che sorge spontanea è: qual è il più adatto al mio cane?

IL COLLARE

La scelta del collare è consigliata nei primi anni di vita del cane poiché può facilitare l’educazione e la compostezza della passeggiata, è preferibile anche per i cani di grossa taglia. Principalmente esistono due tipi di collare:

  • Il classico cinturino: sicuramente il tipo di collare più diffuso disponibile in numerosi materiali di composizione (pelle, cuoio, maglie d’acciaio, stoffa)
  • Il collare a strozzo: chiamato “ collare educativo” è composto principalmente da un anello d’acciaio che ha come obiettivo lo scorrimento della catena intorno al collo dell’animale. È consigliato principalmente per l’addestramento nei cani adulti e per le razze più aggressive. Purtroppo c’è da sottolineare che non è il metodo più ortodosso per educare il proprio cane, poiché potrebbe causare difficoltà respiratorie e spaventare di tanto in tanto il vostro cucciolo.

Il collare, come il guinzaglio tra l’altro, ha delle istruzioni per il corretto utilizzo. Come prima cosa il collare deve comparire come un oggetto familiare per il vostro cane, non deve trasmettere nessun segno di pericolo o agitazione.

La regolazione del collare è tutto: non bisogna stringerlo troppo per ovvie ragioni ma non bisogna neanche applicarlo in modo troppo superficiale perché correremmo il rischio di ritrovarci con guinzaglio e collare in mano e un cane fuggitivo da recuperare!

Un parametro da non sottovalutare è la resistenza, ricordiamo che deve trattenere tutta la vitalità del nostro cane ed è destinato ad essere mordicchiato poiché, prima del suo umano, il guinzaglio deve essere dell'animale.

Non dimentichiamoci, però, della comodità. Un buon guinzaglio deve essere comodo sia per l'umano che per il suo amico peloso: la presenza di un moschettone in acciaio, per agganciare in presa mobile ma salda, rende la passeggiata comoda ma sicura. La qualità di un guinzaglio si valuta, però, soprattutto in base al materiale di composizione. Difatti un guinzaglio che prevede l’utilizzo dell’acciaio è forte ma poco flessibile, differentemente da uno di cuoio. Gli accessori per il proprio animale devono rispecchiare la sua personalità e devono contenere la sua energia, per una passeggiata passeggiata sicura e a portata di zampa.

Come portare i cani al guinzaglio - Quale guinzaglio usare?

Normativa

La scelta di un guinzaglio deve tener conto di diversi parametri. Il primo criterio da prendere in considerazione è quello legislativo, difatti la legge ha stabilito dei veri e propri limiti alla lunghezza di un guinzaglio: un guinzaglio per il nostro amico a 4 zampe non deve superare 1.50 m di lunghezza nei luoghi urbani e aperti al pubblico.

In base alle disposizioni del ministero della Salute del 06 agosto 2013 il proprietario deve:

  1. Portare il cane con guinzaglio e senza museruola oppure con la museruola e senza guinzaglio nei luoghi pubblici, cioè appartenenti allo Stato ed aperti a tutti, come i giardini pubblici, le strade e le piazze;
  2. Portare il cane con guinzaglio e senza museruola oppure con la museruola e senza guinzaglio nei luoghi aperti al pubblico, cioè aperti a tutti ma nel rispetto di predeterminate condizioni, come il pagamento di un ticket, il possesso di un invito, l’esibizione di una tessera o altro;
  3. Portare il cane con guinzaglio e museruola nei locali pubblici, come pub, ristoranti o taverne;
  4. Portare il cane con guinzaglio e museruola nei mezzi pubblici di trasporto, come bus, tram, metro o treni;

La normativa prevede, inoltre, la possibilità per i comuni di mettere ulteriori paletti e direttive più stringenti in materia di sicurezza nei luoghi pubblici, di seguito l'esempio delle linee guida del comune di Milano in merito a questo argomento. REGOLAMENTO PER LA TUTELA E IL BENESSERE DEGLI ANIMALI NEL COMUNE DI MILANO

Se desideri leggere altri articoli simili a Come portare i cani al guinzaglio, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Educazione di base.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
1 commento
Sua valutazione:
Arianna
Perché i cani grandi non possono andare davanti al padrone comunque mi piace molto questo sito e la seguo anche su YouTube sei grande❤️😍

Come portare i cani al guinzaglio
1 di 3
Come portare i cani al guinzaglio

Torna su