Come prendersi cura di una gatta sterilizzata

Come prendersi cura di una gatta sterilizzata

Prendersi cura di un animale domestico implica assumersi molte responsabilità ed è un lavoro che non può essere preso alla leggera. Avere degli animali in casa è bellissimo, ancor di più se fanno dei piccoli. Tuttavia è difficile gestire una cucciolata e non tutti hanno il tempo giusto da dedicare ai cuccioli né lo spazio necessario affinché crescano bene. Prima di trovarsi di fronte a una gravidanza del proprio animale domestico, è bene prendere in considerazione prima la sterilizzazione.

Se hai una gatta e hai preso questa decisione, è importante che tu sappia bene di cosa ha bisogno la gatta affinché non ci siano complicanze nella guarigione dopo l'operazione e si riprenda velocemente. Leggi questo articolo di AnimalPedia in cui spieghiamo come prendersi cura di una gatta sterilizzata.

Proteggere la ferita

Una volta effettuata l'operazione e scomparsi gli effetti dell'anestesia, la tua gatta proverà a togliersi i punti di sutura dell'operazione. Devi evitare che lo faccia perché i punti chiudono tre strati: il piano perineale, la fascia sottocutanea e la pelle o piano superficiale.

Per questo motivo bisogna fare in modo che la gatta non abbia accesso alla ferita. Per farlo, le si può collocare una benda sulla pancia e sulla ferita, anche se non è una soluzione molto efficace perché potrebbe rimuoverla con facilità.

Un altro metodo è quello di usare un collare elisabettiano o a cono, molto efficace in questo caso. L'unico inconveniente è che quest'oggetto provoca stress e depressione nella gatta che addirittura può rifiutarsi di mangiare.

Un'altra opzione è mettere un indumento al gatto che puoi realizzare tranquillamente in casa. Prendi una maglietta, ritaglia dei buchi per la testa, le zampe e la coda e mettila alla gatta. In questo modo le impedirai l'accesso alla zona della ferita in una maniera più comoda per lei.

Prendersi cura della ferita

Prendersi cura di una gatta sterilizzata vuol dire anche seguire una serie di cure per quanto riguarda la guarigione della ferita. Sarà necessario curarla 2 o 3 volte al giorno per far sì che la cicatrizzazione avvenga più velocemente. Per farlo dovrai procurarti delle garze sterili e i farmaci prescritti dal veterinario, che nella maggior parte dei casi sono un disinfettante e un antibiotico, come la Neomicina.

Disinfetta la zona e poi applica l'antibiotico. Ripeti quotidianamente e con molta attenzione seguendo tutte le indicazioni del veterinario.

Alimentazione della gatta sterilizzata

Per prendersi cura di una gatta sterilizzata, bisogna tenere conto anche della sua alimentazione, perché non godrà della forma fisica di sempre. Innanzitutto posiziona il cibo in un posto comodo, in modo che non faccia sforzi e non incontri ostacoli nel raggiungerlo.

Se la gatta non mangia, non forzarla, aspetta che sia lei a cercare il cibo. Se passa molto tempo senza voler mangiare, la cosa migliore da fare è chiamare il veterinario per assicurarti che sia tutto nella norma.

Per i primi giorni puoi ridurre la quantità di cibo, a meno che la gatta non abbia perso l'appetito di sempre con l'operazione. Un'opzione valida è dargli del cibo umido, sia perché contiene più acqua, sia perché questi cibi sono più appetitosi per la gatta. A partire dal momento della sterilizzazione, dovrai prenderti particolarmente cura dell'alimentazione del tuo felino perché sia le gatte sterilizzate che i gatti castrati tendono a ingrassare. Scopri nel nostro articolo di AnimalPedia come prevenire l'obesità nel gatto.

Altri aspetti da non trascurare

Se in casa hai altri animali, o se stai pensando di prendere un altro animale domestico, fai in modo che non disturbino la gatta appena operata. È preferibile che non ci sia molto viavai in casa e aspettare che la gatta si sia ripresa prima di prendere un altro animale.

È normale che la gatta appena operata si comporti in modo diverso e sia più irascibile o non voglia carezze, ma è una situazione passeggera. Se osservi un cambiamento brusco nel suo modo di comportarsi o se osservi sintomi strani come vomito, diarrea o sangue dalla ferita, chiama immediatamente il veterinario.

Se hai visitato questo articolo perché hai dei dubbi circa la sterilizzazione, ti consigliamo di visitare l'articolo sui vantaggi della sterilizzazione di un gatto per capire perché tante persone prendono questa decisione.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come prendersi cura di una gatta sterilizzata, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Cure extra.