Condividi

Epatite infettiva canina: Sintomi e cure

 
Di María Besteiros. 16 ottobre 2019
Epatite infettiva canina: Sintomi e cure

Vedi schede di Cani

L'epatite infettiva canina è una malattia virale molto contagiosa. Fortunatamente è piuttosto rara, perché esiste un vaccino che ne previene lo sviluppo. Il calendario delle vaccinazioni ha reso possibile la riduzione drastica di casi nel presente.

Per questo, se non conosciamo lo stato del sistema immunitario del cane, in questo articolo di AnimalPedia vedremo come scoprire i sintomi che produce questa patologia, se sospettiamo che il nostro cane possa soffrirne. Inoltre ci occuperemo di quale è il trattamento che di solito prescrive il veterinario in questi casi.

Cos'è l'epatite infettiva canina

Questa malattia virale colpirà solo cani non vaccinati. Inoltre la maggior parte degli esemplari colpiti sono cuccioli di meno di un anno di età. L'epatite infettiva canina è provocata dal virus denominato adenovirus canino tipo1.

Quando il virus entra in contatto con il cane si riproduce nei tessuti e si insedia in tutte le secrezioni corporali. Quindi attraverso l'urina, la saliva o le feci i cani già malati trasmettono l'epatite ad altri cani.

Si tratta di una malattia che colpisce il fegato, come indica il nome ovviamente, ma anche i reni ed il sistema circolatorio. Il quadro clinico che mostra il cane può derivare da un'infezione lieve, ma di solito evolve con rapidità verso un'infezione molto più grave. Le conseguenze possono essere fatali.

Sintomi dell'epatite infettiva canina

La sintomatologia dell'epatite canina dipende dalla gravità con cui il virus ha attaccato il cane. Quando si tratta di una infezione lieve gli unici sintomi visibili sono la diminuzione dell'appetito e una certa apatia e riduzione delle attività normali. Se invece l'infezione è acuta, noteremo i seguenti sintomi, o alcuni di loro:

  • Febbre alta
  • Inappetenza
  • Diarrea con sangue
  • Vomito con sangue
  • Fotofobia (intolleranza a la luce)
  • Lacrimazione
  • Infiammazione delle tonsille

Inoltre è anche possibile osservare l'addome contratto a causa del dolore che produce l'infiammazione del fegato, emorragie spontanee che si possono osservare alle gengive o nelle zone della pelle con poco pelo e anche itterizia, cioè una colorazione giallognola della pelle e delle mucose.

Va detto che nei cani che si ristabiliscono dal virus possono rimanere segni della malattia come la cheratite interstiziale, che lascia l'occhio del cane con la tipica colorazione verde-azzurra, che è di fatto una macchia sulla cornea del cane.

Quando si presenta un certo quadro clinico, di solito è mortale, e comprende diarrea con sangue, collasso e morte in rapida successione in poche ore. Se il cane è giovane può morire improvvisamente, senza che il suo corpo abbia presentato sintomi. Per questa ragione ricordiamo l'importanza delle vaccinazioni, soprattutto per i cuccioli, per evitare questa ed altre malattie.

Epatite infettiva canina: Sintomi e cure - Sintomi dell'epatite infettiva canina
Immagine: Veterinaria Chiapa Del Sur

Cura dell'epatite infettiva canina

Se i sintomi che presenta il nostro cane sono compatibili con l'epatite infettiva canina, il veterinario può confermare la diagnosi realizzando delle analisi del sangue finalizzate ad isolare il virus. Di norma il cane dovrà essere ricoverato in una clinica canina per un trattamento intensivo.

Il trattamento sarà solo di supporto, visto che non esiste un farmaco che possa combattere il virus una volta propagatosi. Il trattamento è orientato a mantenere il cane al meglio, sperando che il suo sistema immunitario sia capace di sconfiggere il virus. Si utilizzano antibiotici per evitare infezioni batteriche secondarie e medicinali per trattare i sintomi del virus. Il cane va mantenuto a riposo e bisogna controllarne l'alimentazione.

Purtroppo in molti casi il virus si rivela letale, per questo insistiamo sull'importanza della vaccinazione.

Prevenire l'epatite infettiva canina

Oltre all'importanza del vaccino e del suo richiamo nel corso del tempo, se il nostro cane è stato colpito dal virus è importante che lo manteniamo isolato in modo da evitare contagi. Un cane che si è ripreso da una epatite infettiva rimane portatore del virus per altre 6-9 settimane, dove rimane nelle urine ad esempio. È consigliabile inoltre cambiarsi i vestiti dopo essere stati a contatto col cane malato e disinfettare adeguatamente l'ambiente.

La prevenzione di questa malattia è orientata a non propagarsi ad altri cani, visto che non può in alcun modo colpire le persone. Non ha niente a che vedere con l'epatite che colpisce gli uomini. La protezione contro questo virus è inclusa di solito nel vaccino tetravalente, che si somministra ai cuccioli di otto settimane di età.

Epatite infettiva canina: Sintomi e cure - Prevenire l'epatite infettiva canina

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Epatite infettiva canina: Sintomi e cure, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie infettive.

Bibliografia
  • Carlson y Giffin. 2002. Manual práctico de veterinaria canina. Madrid. Editorial el Drac.

Scrivi un commento su Epatite infettiva canina: Sintomi e cure

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Epatite infettiva canina: Sintomi e cure
Immagine: Veterinaria Chiapa Del Sur
1 di 3
Epatite infettiva canina: Sintomi e cure

Torna su