Condividi

Setter inglese

9 luglio 2018
Setter inglese

Il Setter Inglese è un cane da caccia, nello specifico un cane da ferma, di origine inglese, proprio come indica il nome stesso. Si tratta di una razza elegante e di medie dimensioni, dotata di un ottimo temperamento e molto socievole, anche se ha bisogno di fare molta attività fisica. Se hai appena preso un cane di questa razza o hai intenzione di prenderne uno, ti consigliamo di informarti a dovere per sapere se si tratta di un cane adatto al tuo stile di vita. In questa scheda di AnimalPedia presenteremo caratteristiche fisiche del Setter inglese, il carattere, le origini della razza, come educarlo e accudirlo e quali sono le malattie e i problemi di salute tipici della razza.

Origine
  • Europa
  • Gran Bretagna
FCI
  • Gruppo VII
Caratteristiche fisiche
Altezza
  • 15-35
  • 35-45
  • 45-55
  • 55-70
  • 70-80
  • Più di 80
Peso da adulto
  • 1-3
  • 3-10
  • 10-25
  • 25-45
  • 45-100
Speranza di vita
  • 8-10
  • 10-12
  • 12-14
  • 15-20
Attività fisica consigliata
  • Leggera
  • Media
  • Intensa
Ideale per
Clima ideale
Tipo di pelo

Storia del Setter inglese

Il Setter inglese è un cane che venne sviluppato già nel XV secolo, epoca nella quale veniva addestrato per la caccia di selvaggina (principalmente uccelli), sia per divertimento che per poter mangiare gli animali cacciati. L’antenato del Setter inglese nacque come incrocio di razze quali il Bracco di Burgos, lo Springer Spaniel inglese e l’Irish Water Spaniel di allora. Il tipico colore blue belton (ovvero bianco e nero) deriverebbe da esemplari di cani che provenivano dalla Francia e che vennero incrociati con gli antenati della razza.

Tuttavia, lo sviluppo del Setter inglese come lo conosciamo oggi avvenne nel corso del XIX secolo e a due appassionati della razza: Edward Laverack e a R. Purcell Llewellin. Laverack comprò un esemplare maschio (Ponto) e una femmina (Old Moll), ai quali affiancò altri due esemplari. Tuttavia l’eccessiva consanguineità portò la razza a sviluppare diversi problemi di salute e in questo contesto s’inserisce il suo collaboratore Llewellin, che inserì altri esemplari nella linea di sangue per tentare di diminuire tali condizioni problematiche.

Sin dalla creazione dell’American Kennel Club il Setter inglese venne accettato come razza pura insieme ad altre 8 razze di cani da caccia e usati per attività sportive e il primo club dedicato unicamente alla razza, l’English Setter Club, nacque nel 1890.

Caratteristiche fisiche del Setter inglese

L’aspetto fisico del Setter inglese è indubbiamente elegante e proporzionato. Ha una lunghezza moderata e dorso ben orizzontale, mentre la cassa toracica è ampia e tonda; tra le scapole c’è una buona distanza. Il Setter inglese ha le zampe lunghe e muscolose. Tiene la testa alta e il cranio è caratterizzato dallo stop ben definito. Il tartufo è nero o fegato, dipende dal colore del manto, con il quale deve essere in armonia. Il muso è profondo e piuttosto quadrato.

Il colore degli occhi del Setter inglese può essere nocciola o marrone, ma più sono scuri, meglio è. Hanno una forma ovale e uno sguardo vispo, dolce e molto espressivo. Le orecchie sono inserite basse e di media lunghezza, caratterizzate dal pelo ondulato ben definito.

La coda del Setter inglese è inserita alta ed è di media lunghezza, ma non deve superare il garretto a riposo e il livello del dorso in movimento, e ha una forma che ricorda una scimitarra. La lunghezza delle frange aumenta man mano che ci si allontana da dove è inserita fino alla metà, dove invece iniziano nuovamente ad accorciarsi fino alla punta.

Il manto del Setter inglese è lungo e leggermente ondulato ma non riccio, lungo e setoso. La parte posteriore e le zampe anteriori sono caratterizzati da lunghe frange. Il colore del pelo del Setter inglese può essere il classico blue belton (bianco e nero), orange belton (bianco e arancio), lemon belton (bianco e limone), liver belton (bianco e fegato) o tricolore. Con belton si fa riferimento alla moschettatura, ovvero la presenza di puntini, su tutto il corpo. Il termine venne ideato dal creatore della razza, ovvero Edward Laverack.

Il peso e le dimensioni ideali di questa razza sono i seguenti:

  • Altezza al garrese di un Setter inglese maschio adulto: compresa tra 65 e 68 cm.
  • Altezza al garrese di un Setter inglese femmina adulto: compresa tra 61 e 65 cm.

Per quanto riguarda il peso ideale, lo standard non indica nessuna cifra in particolare, ma in generale un Setter inglese sano pesa tra i 20 e i 30 chili.

Carattere del Setter inglese

Il Setter inglese è un cane dotato di un ottimo temperamento e un cuore d’oro. Si tratta di cani amichevoli, intelligenti e molto attaccati al padrone, con il quale instaurano un legame davvero unico. Sono anche molto pazienti con i bambini,con i quali adorano condividere i momenti di gioco. Tuttavia, oltre a educare il cane, è bene spiegare ai più piccoli di casa come si gioca con un cane per evitare spiacevoli incidenti. Infatti, essendo cani molto attivi, possono fare dei movimenti bruschi e fare male ai bambini particolarmente piccoli senza volerlo.

Essendo un cane da caccia è per natura una razza curiosa, dinamica e attiva, ma in determinate occasioni può dimostrarsi tenace e ostinato. Ha bisogno di fare attività fisica intensa e diversificata, altrimenti rischia di annoiarsi e, di conseguenza, di sviluppare problemi comportamentali o soffrire di alcune condizioni psicologiche.

Educazione del Setter inglese

Come per ogni cane, l’addestramento e l’educazione del Setter inglese deve avvenire in positivo. Per una razza così attiva l’addestramento di base all'inizio e avanzato in un secondo momento è di fondamentale importanza. Tuttavia non è molto facile da addestrare perché tende a distrarsi molto facilmente e a seguire tracce o fare di testa sua. Tuttavia è predisposto a imparare, per cui con tempo, pazienza e costanza riuscirai ad addestrare con successo un Setter inglese. Se ti piace fare attività fisica, puoi provare a fare qualche sport cinofilo insieme al tuo amico a 4 zampe. Il Setter inglese è un cacciatore polifunzionale che ha doti di ricerca e riporto innate molto sviluppate data la linea di sviluppo che venne seguita per sviluppare la razza.

Ricorda che anche se si tratta di una razza molto socievole, è bene far socializzare il Setter inglese sin da quando è cucciolo in modo che vada d’accordo con gli sconosciuti e con altri cani e animali in generale. Tuttavia presta attenzione perché possono tendere a inseguire cani e animali di piccole dimensioni. Potrebbe essere necessario un addestramento specifico se il cane tende a farlo o a scattare verso animali più piccoli quando lo porti a spasso.

Prendersi cura di un Setter inglese

Per accudire un Setter inglese in maniera corretta è bene prestar attenzione al pelo e spazzolarlo dalle 3 alle 4 volte a settimana per assicurarsi che resti sempre setoso e in ottime condizioni. Non è necessario lavare spesso il cane, ma è importante farlo quando è molto sporco.

Si tratta di una razza che ha bisogno di molta compagnia per cui se passi molto tempo fuori casa forse non è la razza più adatta al tuo stile di vita. Inoltre ha bisogno di molto spazio, una casa grande con giardino è ottima, perché non si adattano facilmente alla vita in appartamento. Se hai un giardino, però, non significa che deve passare la sua vita da solo fuori e le attività e i giochi in giardino non possono sostituire le passeggiate e tutto ciò che gli fai fare quando lo porti a spasso perché ne va del suo benessere.

Salute del Setter inglese

Il Setter inglese, se correttamente accudito, gode di buona salute, anche se come per molti cani di razza di dimensioni medio-grandi tende a sviluppare la displasia dell’anca o altre malattie genetiche. Di seguito ti elenchiamo alcune malattie comuni del Setter inglese:

  • Sordità congenita
  • Ipotiroidismo
  • Tiroide autoimmune
  • Problemi alla tiroide in generale
  • Displasia del gomito
  • Allergie alimentari
  • Problemi alla pelle
  • Ectropion
  • Atrofia progressiva della retina
  • Cheratocongiuntivite secca
  • Cancro, che secondo un sondaggio del Kennel Club è risultata essere la causa principale di morte del Setter inglese.

L’aspettativa di vita di un Setter inglese sano e ben accudito è di circa 11-12 anni, anche se diversi esemplari vivono anche fino a 15 anni. Ricorda di portarlo dal veterinario ogni 6 o 12 mesi e di rispettare la frequenza degli antiparassitari e delle vaccinazioni.

Foto di Setter inglese

Articoli correlati

Carica la foto del tuo Setter inglese

Carica la foto del tuo animale domestico

Scrivi un commento su Setter inglese

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuta questa razza?

Setter inglese
1 di 5
Setter inglese

Torna su