Condividi

Come accogliere un gattino in casa

 
Di Cecilia Natale, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. 12 aprile 2018
Come accogliere un gattino in casa

Vedi schede di Gatti

Molte persone preferiscono adottare un gatto cucciolo piuttosto che uno adulto. Ci teniamo a sottolineare, però, che tale scelta implica un impegno maggiore proprio perché l'animale è ancor piccolo e avrà bisogno di alcune attenzioni in più rispetto a un gatto adulto.

In questo articolo di AnimalPedia vogliamo aiutarti risolvendo alcuni dubbi e dandoti alcuni consigli per accogliere un gattino in casa nella maniera migliore possibile. Per accudirlo al meglio, però, tieni bene a mente quanti giorni o mesi ha, da quale situazione arriva e in che famiglia entrerà a far parte (con bambini, altri animali, passerà molto tempo solo, ecc.). Vediamo ciascuno di questi aspetti nel dettaglio.

Potrebbe interessarti anche: Accogliere un cucciolo di cane in casa

Tenere uno o due gatti in casa?

Anche se può sembrare una questione di poco conto, bisogna pensarci bene, sia se hai già un gatto, sia se vuoi prendere più di un felino insieme. Le opinioni sono contrastanti perché c'è chi sostiene che un gatto rischia di annoiarsi facilmente se passa molto tempo da solo, ma c'è anche chi sostiene che la convivenza può essere difficile se gli animali non sono stati correttamente socializzati sin dall'inizio. Per approfondire questo aspetto, consulta il seguente articolo: La socializzazione del cucciolo di gatto.

Se sin dall'inizio due gatti crescono insieme, di sicuro è più probabile che vadano d'accordo anche da adulti. I mici sono molto territoriali, per cui potrebbero sentirsi "invasi" e infastiditi dall'arrivo del micino. Prendere due gatti può essere una buona idea se passi molto tempo fuori casa, perché di sicuro i due animali insieme non si annoieranno.

Se in casa c'è già un gatto adulto i problemi principali della convivenza hanno a che fare con reazioni di paura, gelosia o rifiuto del nuovo arrivato da parte del micio veterano, che potrà inseguirlo, fargli dispetti, togliergli il cibo, nascondersi in casa, soffiare o addirittura smettere anche di mangiare. Il gatto, inoltre, potrebbe iniziare a marcare il territorio dentro casa anche se ha sempre usato la lettiera in maniera corretta.

Questi comportamenti estremi si hanno nei casi più gravi o solo nei primi giorni, durante i quali vengono considerati normali dato che i felini sono molto sensibili ai cambiamenti. Tuttavia, se passati i primi giorni di adattamento la situazione non migliora, puoi provare a consultare un veterinario omeopata che ti dia qualche rimedio naturale per tranquillizzare il micio ed evitare così futuri stress e problemi a livello psichico, fisico e sociale.

Dall'altra parte, però, non bisogna dimenticare l'educazione e il benessere del gattino per assicurare una convivenza felice. In particolar modo, dovrai insegnargli sin da subito a usare la lettiera e a farsi le unghie sul tiragraffi.

Come accogliere un gattino in casa - Tenere uno o due gatti in casa?

Cosa mangia un gattino piccolo?

Dalla nascita fino al 1º mese di vita, il gattino deve mangiare unicamente il latte materno (chiamato colostro in questa fase) poiché contiene sostanze che danno ai micetti le difese immunitarie di cui hanno bisogno per sopravvivere e svilupparsi correttamente. Inoltre, il colostro contiene vitamine, proteine e minerali come il calcio, fondamentale per il cucciolo. Se hai deciso di accogliere un gattino in casa perché ne hai trovato uno orfano o abbandonato, toccherà a te allattarlo con del latte maternizzato per cuccioli.

Successivamente, fino al 2º mese, potrai aggiungere alimenti solidi alla dieta del gattino, come cibo umido apposta per cuccioli o crocchette, sempre per gattini piccoli, bagnate con dell'acqua tiepida. Tuttavia, se si tratta di un gattino senza mamma e lo adotti in questo momento, lascia che si abitui alla nuova casa prima di cambiare la sua alimentazione.

Hai diverse opzioni tra le quali scegliere per l'alimentazione del gatto: cibo umido, crocchette o anche una dieta a base di ricette casalinghe. Chiedi consiglio al veterinario quando porti il micio a fare la prima visita e i vaccini obbligatori. Non dimenticare di lasciare sempre a sua disposizione dell'acqua fresca e pulita.

Come accogliere un gattino in casa - Cosa mangia un gattino piccolo?

Accudire un gattino appena arrivato in casa

Prestare attenzione alla salute di un gattino cucciolo è molto importante perché a differenza dei gatti adulti, quelli piccoli possono contrarre malattie più facilmente. Tuttavia, di solito, quando si decide di accogliere un gattino ha già più di 2 mesi e ha già fatto almeno un vaccino e un trattamento antiparassitario. In caso contrario, la prima cosa che dovrai fare è portarlo dal veterinario per sottoporlo ai trattamenti antiparassitari esterni e interni e iniziare il calendario delle vaccinazioni obbligatorie.

I vaccini per i gatti sono molto importanti, soprattutto se hai trovato un gattino orfano che non sai da dove viene. In ogni caso, è bene portarlo dal veterinario perché il cambiamento di casa e in generale di ambiente può influire negativamente sullo stato d'animo e sulla salute del micio.

Ricorda di prepararti ad accogliere il gattino in casa comprando tutto ciò di cui ha bisogno: cuccia, lettiera, tiragraffi, ciotole per acqua e cibo, giochi di diverso tipo ecc. Non dimenticare che i giochi devono stimolare il micio dal punto di vista fisico e mentale, come dei giochi di attivazione mentale (per esempio il kong). Inoltre, quando sei in casa, gioca con il gatto perché oltre a stimolarlo e farlo divertire di più, rafforzerete il vostro legame.

Come accogliere un gattino in casa - Accudire un gattino appena arrivato in casa

Se desideri leggere altri articoli simili a Come accogliere un gattino in casa, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Cosa devi sapere.

Scrivi un commento su Come accogliere un gattino in casa

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Come accogliere un gattino in casa
1 di 4
Come accogliere un gattino in casa

Torna su