Condividi

La mastite bovina - Sintomi e cura

 
Di Giovanni Rizzo. 8 maggio 2017
La mastite bovina - Sintomi e cura

La mastite bovina è un'infiammazione della ghiandola mammaria che provoca cambiamenti nella composizione biochimica del latte e nel tessuto della ghiandola.

È una delle malattie più comuni delle mucche da latte, in particolar modo nella razza Frisona, dato che è una delle più usate per produrre il latte. La mastite ha un impatto negativo nella qualità e nella quantità di latte prodotto, tanto da causare perdite per il settore del bestiame. Se la patologia non viene tratta in tempo, può diventare cronica, rendendo necessario il sacrificio della mucca.

Leggi questo articolo di AnimalPedia sulla mastite bovina, i sintomi e la cura per saperne di più su questa malattia.

Potrebbe interessarti anche: Mastite nel coniglio - Sintomi e cura

Le cause della mastite bovina

La mastite è una malattia multifattoriale poiché l'infezione dipende dai germi, dalle condizioni ambientali e dalle caratteristiche della mucca. I microrganismi invadono il tessuto mammario provocando un'infiammazione della ghiandola. Vediamo di seguito le due forme di malattia esistenti:

  • Mastiti contagiose: sono causate da microrganismi che vivono nella ghiandola mammaria (principalmente Streptococcus agalactiae e Staphylococcus aureus). Vengono trasmesse durante la mungitura della vacca attraverso una macchina contaminata, il vitello o una manipolazione scorretta da parte dei lavoratori (non vengono usati i guanti, stracci contaminati, ecc.). Provocano la diminuzione della produzione di latte.

  • Mastiti ambientali: sono causate da microrganismi (streptococchi ambientali e coliformi) che vivono nell'ambiente e che vengono trasmessi fra mungitura e il periodo secco durante il quale la ghiandola non produce latte. La presenza di tali microrganismi determina il livello di contaminazione della fattoria.
La mastite bovina - Sintomi e cura - Le cause della mastite bovina

Sintomi della mastite bovina

A seconda della sintomatologia, possiamo classificare la mastite in questo modo:

Mastite subclinica: è più difficile da riconoscere rispetto alle altre. Anche se non si osservano alterazioni nel latte o nelle mammelle, la quantità di microrganismi e di cellule somatiche è elevata.

Mastite clinica: si osserva un'infiammazione e l'animale sente dolore se viene toccato. Il latte è alterato e presenta desquamazioni, coaguli, siero scolorito e a volte sangue.

Mastite acuta: mette a rischio la vita dell'animale. Si osservano sintomi generali come febbre, perdita di appetito o minor produzione di latte.

La mastite bovina - Sintomi e cura - Sintomi della mastite bovina

Riconoscere la mastite bovina

Oltre a prestare attenzione ai sintomi della mucca, sarà necessario anche prendere dei campioni di latte e far realizzare alla mucca le seguenti analisi per effettuare una diagnosi:

  • Conteggio delle cellule somatiche: un alto numero di cellule somatiche può essere legati a una riduzione delle produzione di latte (più di 200.000 cellule/ml sono indice di mastite subclinica).

  • Coltivazione dei batteri del latte: verranno identificati i microrganismi che causano l'infiammazione della ghiandola (più di 50.000 batteri/ml possono indicare la fonte del contagio).

  • California Mastitis Test: indica il numero di cellule somatiche del latte che è stato preso come campione.
  • Altre analisi.
La mastite bovina - Sintomi e cura - Riconoscere la mastite bovina

Cura della mastite bovina

Devi sapere che la prevenzione dà migliori risultati ed è più efficiente rispetto a un'eventuale cura, che dipenderà dal microrganismo che ha causato la malattia e dal tipo i mastite (clinica o subclinica). Di solito consiste in antimicrobici per via mammaria. Sarà il veterinario a prescrivere il trattamento de seguire per curare la mastite bovina.

La mastite bovina - Sintomi e cura - Cura della mastite bovina

Come prevenire la mastite bovina

La prevenzione è fondamentale per tenere sotto controllo questa malattia ed è ancora più importante della cura. Di seguito ti mostriamo una lista con le misure da prendere per prevenire la mastite contagiosa:

  • Disinfettare le mammelle prima e dopo la mungitura.
  • Mungere le mucche infette per ultime.
  • Buona igiene durante la mungitura.
  • Buono stato della macchina per la mungitura.
  • Asciugatura.
  • Scartare le mucche con mastite cronica.

Per quanto riguarda le misure preventive da tenere in considerazione per ridurre la comparsa della mastite di origine ambientale, invece, è importante tenere in considerazione i seguenti fattori:

  • Buona alimentazione e acqua.
  • Luogo di riposo comodo e pulito.
  • Igiene delle installazioni.
  • Buona ventilazione
  • Capezzoli e mammelle puliti e asciutti.
  • Far stare per un po' in piedi le mucche dopo averle munte.
La mastite bovina - Sintomi e cura - Come prevenire la mastite bovina

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a La mastite bovina - Sintomi e cura, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie batteriche.

Scrivi un commento su La mastite bovina - Sintomi e cura

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

La mastite bovina - Sintomi e cura
1 di 6
La mastite bovina - Sintomi e cura

Torna su