Condividi

Mastite nel coniglio - Sintomi e cura

Di Cecilia Natale, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. 17 marzo 2017
Mastite nel coniglio - Sintomi e cura

Vedi schede di Conigli

I conigli sono animali che, da animali da fattoria, sono diventati animali domestici sempre più comuni e sempre più amati dalle persone. In ogni caso, hanno bisogno di determinate attenzioni e cure per crescere sani e forti.

La mastite è un'infiammazione che colpisce diversi mammiferi, compresi i conigli. È causata da un batterio che la femmina del coniglio può contrarre durante il periodo di gestazione e che mette in pericolo la sua vita e la sua salute, come quella dei cuccioli in arrivo. Leggi questo articolo di AnimalPedia in cui ti parliamo della mastite nel coniglio, sintomi e cura per farti conoscere più a fondo questa malattia.

Potrebbe interessarti anche: La mastite bovina - Sintomi e cura

Cos'è la mastite nel coniglio

Si tratta di un'infiammazione delle ghiandole mammarie del coniglio, prodotta da batteri tipo stafilococco e streptococco, anche se il colpevole nella maggior parte dei casi è lo Staphylococcus aureus.

Come nel resto dei mammiferi, durante la gestazione le mammelle della futura mamma si gonfiano perché iniziano ad immagazzinare il latte necessario a dare da mangiare ai cuccioli che nasceranno. Tuttavia, le condizioni del coniglio possono farle contrarre alcuni dei batteri responsabili della mastite.

Il contagio avviene quando i suddetti microrganismi entrano nell'organismo del coniglio attraverso una ferita, per esempio subito dopo il parto o nel caso di uno svezzamento prematuro, quando c'è ancora del latte disponibile per i piccoli e non viene usato. La mastite può presentarsi anche se la ghiandola mammaria è cresciuta in maniera deforme.

In ogni caso, il batterio infetta i dotti mammari, contaminando il latte. Il contagio è più facile se il coniglio vive in ambienti caratterizzati da scarse condizioni igieniche.

Mastite nel coniglio - Sintomi e cura - Cos'è la mastite nel coniglio

Quali sono i sintomi della mastite nei conigli?

Identificare i primi sintomi della mastite è fondamentale per riconoscere l'infezione, per cui sia i giorni dopo il parto che dopo lo svezzamento dovrai prestare attenzione a sintomi o condizioni fuori dal normale.

Controlla con attenzione le mammelle del coniglio, cercando eventuali gonfiori, temperatura più calda del normale, sudore e rossore nella zona colpita. Inoltre, è possibile che la madre sia triste e non voglia mangiare né bere. Inoltre è possibile che si rifiuti di allattare i cuccioli perché l'allattamento le risulta doloroso.

La mastite nei conigli è pericolosa non solo per il fastidio o il dolore che l'animale sente, ma anche perché se il latte è contaminato contagerà anche i cuccioli che si ammaleranno e rischieranno di morire. Se i cuccioli vengono separati dalla madre infetta dopo essere stati allattati da lei e hanno preso la malattia, la trasmetteranno alla madre nutrice.

Se i capezzoli e le mammelle della coniglia infetta hanno un colore porpora o bluastro, vuol dire che la malattia si è aggravata e l'animale rischia la morte. Per questo motivo, se riconosci uno dei sintomi descritti, vai subito dal veterinario.

Cura della mastite nel coniglio

La cosa più importante è riconoscere per tempo la mastite, sia per impedire che peggiori sia per evitare che anche i cuccioli vengano contagiati. Quando si notano i primi sintomi, porta l'animale dal veterinario che, nella maggior parte dei casi, prescriverà un antibiotico da prendere per un massimo di 5 giorni.

In questo periodo, dovrai evitare di dare cibi raffinati all'animale e fargli seguire una dieta a base di verdure fresche e altri cibi fatti in casa. Pulisci a fondo la gabbia e tutti gli spazi frequentati dall'animale per evitare complicanze o ricadute.

Se hai la certezza che anche i cuccioli siano stati contagiati, evita assolutamente che vengano allattati da un altro coniglio sano. Consulta il veterinario per sapere cosa fare in questo caso in modo che i cuccioli crescano bene e senza problemi.

Mastite nel coniglio - Sintomi e cura - Cura della mastite nel coniglio

Come prevenire la mastite nei conigli

Le misure di prevenzione della mastite nei conigli comprendono principalmente misure igieniche del coniglio e dell'ambiente in cui vive. In questo modo, i batteri responsabili della malattia non troveranno un ambiente favorevole per proliferare e, quindi, infettare la futura madre. Sia subito dopo il parto che quando la madre si prende cura dei cuccioli, controlla con attenzione che la gabbia o il luogo in cui vivono gli animali siano sempre puliti.

Inoltre, la corretta alimentazione della mamma coniglio gioverà a rafforzare il suo sistema immunitario, aiutandola a difendersi e a combattere contro eventuali malattie.

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Mastite nel coniglio - Sintomi e cura, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie batteriche.

Scrivi un commento su Mastite nel coniglio - Sintomi e cura

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
1 commento
francesco
ma e' mastite se dalle mammelle esce una sostanza dalla consistenza tipo yogurt questo e successo sulla prima nidiata i piccoli sono morti, non mi sono accorto e si e' accoppiata di nuovo per qui mi trovo con coniglia gravida con mastite, si puo' fare comunque l'antibiotico?

Mastite nel coniglio - Sintomi e cura
1 di 3
Mastite nel coniglio - Sintomi e cura

Torna su