Condividi

Necroscopia - Significato, quando e come realizzarla

 
Di María Besteiros. 13 agosto 2019
Necroscopia - Significato, quando e come realizzarla

La necroscopia è un procedimento con cui, in genere, non si ha familiarità. Quando purtroppo un animale da compagnia ci lascia, in alcuni casi non è sorprendente che il veterinario suggerisca di effettuare una necroscopia. Per non farci prendere di sorpresa, in questo articolo di AnimalPedia spiegheremo in cosa consiste la necroscopia e perché ha volte è necessario realizzarla. Essere informati sull'argomento vi aiuterà a prendere la decisione giusta nel caso.

Potrebbe interessarti anche: Simbiosi: significato ed esempi

Cos'è la necroscopia

Dire necroscopia è come dire autopsia animale, si tratta, cioè, dello studio e osservazione del corpo di un animale appena morto. Nella clinica veterinaria la prassi è che questa procedura consista nell'aprire le cavità addominale e toracica dell'animale, che permette de visu l'osservazione di tutti gli organi. Nell'addome si trova lo stomaco, gli intestini, il fegato, il pancreas, la milza, i reni, la vescica e l'utero, a seconda del caso. Nel torace invece si possono osservare i polmoni ed il cuore. La necroscopia può includere anche l'esame del cervello, per cui a volte viene anche aperto il cranio, ma non si tratta di una procedura abituale.

Oltre all'osservazione degli organi la necroscopia ci permette di vedere se c'è del versamento o accumulo di liquido all'interno del corpo, pus o sangue. Ogni organo a sua volta può essere inciso per controllarne lo stato, fatto che ci da importanti informazioni circa il suo funzionamento. Questa analisi, suppone un esame a livello macroscopico ma si può ottenere ancora di più da una autopsia. Il veterinario infatti può decidere di prendere dei campioni di vario genere e inviarli in laboratorio. Lì l'analisi sarà portata avanti a livello microscopico e verrà elaborato un referto conclusivo.

L'insieme di tutte queste analisi e informazioni ci serve per stabilire la causa della morte dell'animale, anche se a volte ottenere una risposta sicura e definitiva non è sempre possibile. A volte il risultato di una necroscopia ci aiuta solo ad ipotizzare ciò che è avvenuto o ad escludere alcune cause. La necroscopia è utile anche per capire se è il caso di prendere delle misure preventive, ad esempio, con altri animali che vivono in casa.

Necroscopia - Significato, quando e come realizzarla - Cos'è la necroscopia

Differenza tra necroscopia e autopsia

Se controlliamo la definizione in un Dizionario della Lingua Italiana scopriamo che necroscopia e autopsia sono due termini perfettamente sinonimi e intercambiabili. Tuttavia nella pratica medica si è soliti differenziare l'autopsia, che è l'esame di un cadavere umano ai fini di dedurne le cause del decesso, con la necroscopia appunto, che di solito definisce la stessa operazione applicata ad animali.

Tipi di necroscopia

Nella routine veterinaria la necroscopia ,come detto, si fa appunto per chiarire le cause del decesso di un animale. A volte pero la necroscopia può anche avere semplici fini accademici o di studio. Verificare lo stato di alcuni organi in determinate malattie serve al clinico per imparare e sapere di più sull'eziologia e sullo sviluppo della malattia stessa. In questa maniera potrà forse portare benefici ad altri animali che assisterà in futuro.

In alcuni casi la necroscopia è una prassi obbligatoria, nei casi in cui l'animale è morto a causa di una malattia che deve essere dichiarata di fronte alle autorità mediche, ad esempio la rabbia nei cani. In questi casi i cadaveri vanno analizzati in centri specializzati.

La necroscopia veterinaria

La necroscopia è una pratica veterinaria che si realizza in una clinica e necessita solo un bisturi, guanti, punti per suturare e il materiale necessario per poter prendere campioni, se fosse necessario. Ovviamente per realizzare la necroscopia c'è bisogno del consenso dei tutori dell'animale morto. Va detto che la necroscopia dura solo alcuni minuti e successivamente l'animale viene suturato e riconsegnato alla famiglia perché si possa procedere a sotterrarlo o cremarlo, a seconda della legge vigente nel vostro paese.

Il veterinario è in grado di fare una necroscopia su qualunque animale. La necroscopia in uccelli, rettili o i cosiddetti animali esotici si realizza meno frequentemente, visto che si tratta di pazienti meno abituali di una clinica veterinaria. Viceversa la necroscopia sui cani è un procedura comune. Sia quale sia l'animale, la tecnica per effettuare la necroscopia è sempre la stessa.

Necroscopia - Significato, quando e come realizzarla - La necroscopia veterinaria

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Necroscopia - Significato, quando e come realizzarla, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Altri problemi di salute.

Scrivi un commento su Necroscopia - Significato, quando e come realizzarla

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Necroscopia - Significato, quando e come realizzarla
1 di 3
Necroscopia - Significato, quando e come realizzarla

Torna su