Condividi

Parvovirus nel gatto - Contagio, sintomi e cura

 
Di Cecilia Natale, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. 30 maggio 2017
Parvovirus nel gatto - Contagio, sintomi e cura

Vedi schede di Gatti

Il parvovirus felino è il virus che causa la panleucopenia felina. Questa malattia è abbastanza grave e, se non viene curata, può uccidere il gatto in poco tempo. Può colpire i gatti di tutte le età ed è molto contagiosa.

È importante conoscerne i sintomi e soprattutto proteggere il gatto con la vaccinazione dato che è l'unico modo per prevenirla. Bisogna evitare a tutti i costi che i gatti molto piccoli o non vaccinati entrino in contatto con altri gatti finché non hanno finito di fare tutti i vaccini necessari.

In questo articolo di AnimalPedia ti parleremo del parvovirus nel gatto, contagio, sintomi e cura per poter riconoscere la patologia e sapere come affrontare questo problema.

Cos'è il parvovirus felino?

Il parvovirusèun virus che causa la cosiddettapanleucopenia felina. È una malattia altamente contagiosa e molto pericolosa per i gatti. È conosciuta anche come enterite infettiva felina, atassia felina o tifo felino.

Il virus è presente nell'aria e nell'ambiente, per questo motivo tutti i gatti, nel corso della loro ita, sono potenzialmente esposti a esso.. È importante vaccinare il gatto contro questa malattia proprio per la sua gravità, dato che può portare alla morte del felino. Se vuoi saperne di più sul calendario delle vaccinazioni dei gatti, leggi l'articolo che trovi al link.

Il periodo di incubazione del parvovirus nel gatto è di 3-6 giorni, dopodiché la malattia avanzerà per 5-7 giorni peggiorando progressivamente. È fondamentale effettuare una diagnosi rapida per combatterla.

Il parvovirus interferisce con la normale divisione cellulare, causando danni al midollo osseo e all'intestino. Danneggia il sistema immunitario provocando una diminuzione del numero di globuli bianchi, essenziali per una buona risposta immunitaria contro la malattia. Si verifica anche un abbassamento dei globuli rossi, per cui si hanno anemia e debolezza.

Parvovirus nel gatto - Contagio, sintomi e cura - Cos'è il parvovirus felino?

Contagio del parvovirus nel gatto

I gatti malati devono essere tenuti isolati perché la malattia, come abbiamo già detto, è altamente contagiosa. I loro bisogni, secrezioni e persino parassiti come le pulci contengono il virus.

Il virus della parvovirosi si trova nell'ambiente, perciò anche se il gatto sta bene ed è guarito, tutto ciò che è entrato a contatto con lui è infetto. Il virus, inoltre, è molto resistente e può resistere per mesi nell'ambiente. Per questo motivo, è molto importante pulire tutti gli oggetti che sono stati a contatto con il gatto infetto, compresi lettiera, giochi e le zone in cui di solito riposa. Puoi usare della candeggina diluita con acqua o consultare il veterinario per procurarti un disinfettante professionale.

Il parvovirus felino non può essere trasmesso alle persone, ma in ogni caso dovrai pulire con attenzione tutta la casa per estirpare il virus. Tieni lontani i gatti piccoli, malati o non vaccinati da gatti che non conosci (e che potrebbero essere potenzialmente malati) da gatti che hanno superato da poco la malattia. Il modo migliore per evitare il contagio è la prevenzione: vaccina il gatto contro il parvovirus.

Parvovirus nel gatto - Contagio, sintomi e cura - Contagio del parvovirus nel gatto

Sintomi della panleucopenia felina

I sintomi più comuni del parvovirus nel gatto sono:

  • Febbre
  • Vomito
  • Abbattimento, stanchezza
  • Diarrea
  • Feci con sangue
  • Anemia

Il vomito e la diarrea possono essere molto gravi e possono far disidratare velocemente il gatto. È fondamentale agire al più presto e portare il gatto dal veterinario non appena sospetti che abbia qualche sintomo di quelli elencati.

Anche se il vomito nel gatto non è molto raro, il vomito da panleucopenia felina è costante e perché debilita molto il gatto.

Parvovirus nel gatto - Contagio, sintomi e cura - Sintomi della panleucopenia felina

Trattamento della panleucopenia felina

Come accade per altre malattie di origine virale, non esiste un trattamento specifico per il parvovirus felino. Non si può curare, si possono solo alleviare i sintomi e combattere la disidratazione per aiutare il gatto a superare la malattia.

I gattini piccoli o molto malati difficilmente sopravvivono. Non appena riconosci i sintomi della malattia, porta subito il gatto dal veterinario.

Di solito è necessario ricoverare il gatto per dargli la cura di cui ha bisogno. Il trattamento consiste nel combattere la disidratazione, la mancanza di sostanze nutritive e il contagio di altre malattie. Il veterinario terrà sotto controllo costante la temperatura corporea. Dato che il parvovirus colpisce il sistema immunitario, i gatti contagiati hanno più probabilità di contrarre altre infezioni batteriche o virali.

Quando il gatto torna a casa dopo essere stato all'ospedale, preparagli un luogo comodo e caldo e fagli tante coccole finché non si riprende. Una volta che il gatto ha superato la malattia, sarà immune ad essa. In ogni caso, ricorda di pulire tutte le sue cose per evitare che altri gatti si ammalino.

Parvovirus nel gatto - Contagio, sintomi e cura - Trattamento della panleucopenia felina

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Parvovirus nel gatto - Contagio, sintomi e cura, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie virali.

Scrivi un commento su Parvovirus nel gatto - Contagio, sintomi e cura

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Parvovirus nel gatto - Contagio, sintomi e cura
1 di 5
Parvovirus nel gatto - Contagio, sintomi e cura

Torna su