menu
Condividi

Animali transgenici: Definizione, esempi e caratteristiche

 
Di Ana Diaz Maqueda. 13 gennaio 2021
Animali transgenici: Definizione, esempi e caratteristiche

Uno dei progressi scientifici più incredibili è stata la possibilità di clonare gli animali. Gli usi medici e biotecnologici sono innumerevoli, ad esempio molte malattie sono state debellate grazie a questi animali. Ma in cosa consiste la transgenesi? Quali sono i pro ed i contro?

In questo articolo di AnimalPedia spiegheremo cosa sono gli animali transgenici, in cosa consiste la transgenesi e vi mostreremo alcuni esempi di animali transgenici famosi.

Significato di transgenesi

Nella transgenesi un transgene, ovvero un gene estraneo, viene inserito in un qualsiasi organismo tramite operazioni di ingegneria genetica. L'organismo bersaglio funge da ospite; qui il transgene verrà espresso e sarà poi trasmesso alla progenie.

Animali transgenici: Definizione, esempi e caratteristiche - Significato di transgenesi

Definizione di animali transgenici

Gli animali transgenici sono quelli cui è stato modificato in qualche caratteristica il loro DNA.

Teoricamente tutti gli esseri viventi, e dunque tutti gli animali, possono essere manipolati geneticamente. Esiste tutta una bibliografia scientifica in cui si ha prova di avere usato pecore, vacche, conigli, topi, ratti, pesci, insetti, parassiti ed anche esseri umani. Tuttavia l'animale principe di questo tipo di esperimenti è stato il topo. Il topo è stato il primo ad essere sottoposto a clonazione e quello che h sempre dato risultati soddisfacenti.

L'uso dei topi è stato particolarmente diffuso poiché l'informazione genetica dentro alle loro cellule si può manipolare facilmente. Inoltre nel topo è facile che questi geni vengano trasmessi ai discendenti, ha cicli di vita molto corti e produce cucciolate numerose. D'altro canto è un animale piccolo, facile da maneggiare e poco soggetto allo stress, se si tiene conto della sua salute psicofisica. Infine la ragione è anche perché il suo genoma è molto simile a quello dell'uomo.

Esistono varie tecniche per creare animali transgenici:

Transgenesi da micro-iniezione di zigoti

Mediante questa tecnica, innanzitutto, usando un trattamento ormonale, si provoca una super-ovulazione della femmina. Successivamente, si realizza la fertilizzazione che può essere in vitro o in vivo. Quindi si estraggono gli ovuli fertilizzati e vengono isolati. Qui si conclude la prima fase del processo mediante questa tecnica.

Nella seconda fase, agli zigoti (cellule risultanti dall'unione dell'ovulo e di uno spermatozoo in maniera naturale o attraverso la fertilizzazione in vitro o in vivo) si introduce attraverso una micro-iniezione una soluzione che contiene il DNA che si vuole aggiungere al genoma.

Infine, questi zigoti manipolati, vengono reintrodotti nell'utero materno, in modo che la gestazione venga portata a termine in maniera naturale. Per concludere, una volta che i cuccioli sono cresciuti e sono stati svezzati, si può controllare se hanno incorporato il genoma transgenico (DNA esterno).

Transgenesi attraverso la manipolazione delle cellule embrionali

In questa tecnica, anziché usare zigoti, il transgene viene introdotto nella cellule madre. Queste cellule si estraggono dalla blastula (fase dello sviluppo embrionale che è caratterizzata da un unico strato di cellule) in fase di sviluppo e si introducono nella soluzione che impedisce alle cellule di differenziarsi e le mantiene uguali alle cellule madre. Successivamente, all'interno di queste cellule viene introdotto il DNA esterno, si tornano a impiantare nella blastula ed essa viene reinserita nell'utero materno.

La progenie che si ottiene con questa tecnica è chimerica, cioè vuol dire che alcune cellule del suo corpo saranno portatrici del gene mutato e altre no, ad esempio la chimera capra-pecora, è l'animale un animale risultante che avrà parti del corpo con il pelo e altre con la lana. Attraverso l'incrocio successivo delle chimere si ottengono individui che tengano il transgene nella loro linea germinativa, cioè nei loro ovuli e spermatozoi.

Transgenesi da trasformazione (delle cellule somatiche e trasferimento nucleare) o clonazione

La clonazione consiste nell'estrarre cellule embrionali da una blastula, coltivarle in vitro, per poi reintrodurle all'interno dell'ovocito (cellula germinale femminile) al quale si è estratto il nucleo. In questo modo si riuniscono in modo tale che l'ovocito si trasforma in un ovulo che contiene nel nucleo il materiale genetico della cellula embrionale originaria e che continua a svilupparsi come zigote.

Esempi di animali transgenici

  • Rane: nel 1952 avvenne la prima clonazione della storia. Fu il primo step per riuscire a clonare Dolly.
  • La pecora Dolly: è famosa per essere il primo animale clonato mediante tecnica di trasferimento nucleare cellulare a partire da una cellula adulta. In realtà non è stato il primo animale clonato. Dolly fu clonata nel 1996.
  • Le mucche Noto e Kaga: furono clonate in Giappone varie migliaia di volte, all'interno di un progetto che mirava a migliorare la qualità e quantità della carne per il consumo umano.
  • La capra Mira: questa capra clonata nel 1998, fu l'animale precursore dell'ingegneria genetica del bestiame, che era in grado di produrre con il suo corpo farmaci utili al consumo umano.
  • Il muflone Ombretta: fu il primo animale che venne clonato con la finalità di salvare una specie in pericolo di estinzione.
  • Il gatto Copycat: nel 2001, l'azienda Genetic Savings & Clone, ha clonato un gatto domestico a fini commerciali.
  • Le scimmie Zhong Zhong y Hua Hua sono stati i primi primati clonati con la tecnica usata con Dolly. E' avvenuto nel 2017.

Pro e contro degli animali transgenici

Oggigiorno la clonazione è un argomento molto controverso per l'opinione pubblica. Questo dibattito nasce dall'ignoranza di ciò che realmente è la transgenesi, quali sono i suoi usi e quale sia la legislazione che regola la tecnica e l'uso dell'animale da sperimentazione.

Attualmente, quegli esperimenti in cui animali venivano introdotti nelle navicelle per lanciarle nello spazio o quelli in cui gli animali provavano dolore fisico o psicologico sono definitivamente stati proibiti dalla legge italiana. Ad esempio a Legge 201 del 2010 evidenzia soprattutto il punto " Nessuno causerà inutilmente dolori, sofferenze o angosce ad un animale da compagnia".

Vi sono inoltre anche leggi che regolano la sperimentazione e proibiscono lo sfruttamento, il trasporto e il sacrificio di animali a questo fine.

Tra i pro ed i contro che derivano dall'uso di animali transgenici elenchiamo:

Pro

  • Passi avanti nella ricerca dovuti ad una migliore conoscenza del genoma.
  • Benefici per la produzione e la salute animale.
  • Permette progressi nello studio di malattie animali ed umane, come il cancro.
  • Produzione di farmaci.
  • Donazione di organi e tessuti.
  • Creazione di banche genetiche per evitare l'estinzione delle specie in pericolo.

Contro

  • Modificando specie vivendi possiamo mettere in pericolo delle specie autoctone.
  • L'espressione di nuove proteine dove prima non esistevano può provocare lo sviluppo di allergie.
  • Il punto dove il nuovo gene si colloca nel genoma può essere indeterminato in alcuni casi, per cui può non produrre i risultati sperati.
  • Vengono utilizzati animali viventi, per cui è prioritario fare una valutazione etica sui possibili pro e contro che il processo può apportare.

Se desideri leggere altri articoli simili a Animali transgenici: Definizione, esempi e caratteristiche, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Curiosità sul mondo animale.

Bibliografia
  • Felmer, R.. (2004). Transgenic animals: past, present and future. Archivos de medicina veterinaria, 36(2), 105-117. Disponible en: https://dx.doi.org/10.4067/S0301-732X2004000200002
  • Meraz. & Sánchez. (2001). Animales Modificados Genéticamente. La Herramienta del Futuro. Revista digital universitaria 1(3). Disponible en: http://www.revista.unam.mx/vol.1/num3/art3/
  • Código de Protección y Bienestar Animal BOE. Disponible en: https://boe.es/legislacion/codigos/codigo.php?id=204&modo=1&nota=1

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Animali transgenici: Definizione, esempi e caratteristiche
1 di 2
Animali transgenici: Definizione, esempi e caratteristiche

Torna su