Condividi

Ciclo di vita delle tartarughe marine

 
Di Cecilia Verza, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. 19 dicembre 2018
Ciclo di vita delle tartarughe marine

Ti sei mai chiesto come si organizza il ciclo di vita delle tartarughe marine? Per studiare il ciclo di vita di qualsiasi specie, dobbiamo considerare come si sviluppa la sua discendenza, come e quando si riproducono gli adulti, e dove e cosa mangiano.

Sapevi che le tartarughe marine migrano? Percorrono lunghe distanze attraverso gli oceani, dalle loro aree di alimentazione alle aree in cui si riproducono. Se vuoi saperne di più su questi animali affascinanti, leggi questo articolo di AnimalPedia.

Potrebbe interessarti anche: Animali marini

Riproduzione delle tartarughe marine

La riproduzione delle tartarughe marine è legata alle temperature dell'ambiente in cui vivono. Dal momento in cui la tartaruga entra in mare per la prima volta, vive in un ambiente con una temperatura più o meno stabile dappertutto. Però può variare nel tempo, a seconda della profondità e del luogo del pianeta Terra in cui si trova la tartaruga. Non è la stessa cosa trovarsi nel Mar dei Caraibi che nell'Oceano Pacifico del Nord.

In generale, è solo la tartaruga marina femmina che raggiunge le spiagge e solo quando ha bisogno di deporre le uova. L'accoppiamento, invece, si verifica negli oceani. Inoltre, la temperatura svolge un ruolo importante anche nel processo di annidamento. Le tartarughe marine, grazie alle loro grandi dimensioni, pur essendo rettili, sono in grado di controllare la loro temperatura interna attraverso il flusso sanguigno.

La maturità sessuale della tartaruga marina

Si stima che le tartarughe marine raggiungano la maturità sessuale tra i 12 e i 50 anni. Le condizioni per raggiungere la maturità sono così diverse perché ci sono differenze tra le specie: le tartarughe Hawksbill, ad esempio, non raggiungono la maturità sessuale fino ai 12 o 30 anni, mentre le tartarughe comuni (Caretta Caretta) non sono sessualmente mature fino ai 20 o 50 anni.

Questa maturità è legata alle dimensioni delle tartarughe marine o, piuttosto, alla dimensione che raggiunge il suo guscio: infatti, fino a quando il guscio non raggiunge una lunghezza compresa tra i 60 e i 98 centimetri, la maturità sessuale non avverrà. Studi scientifici hanno affermato che il guscio continua a crescere una volta raggiunta la maturità ma, in alcune specie, questa crescita si ferma prima.

L'accoppiamento delle tartarughe marine

Il corteggiamento e la copulazione avvengono diverse settimane prima dell'annidamento. Le femmine sono corteggiate da due o più maschi. I maschi hanno delle specie di artigli nelle pinne anteriori che permettono afferrare il guscio della femmina durante l'accoppiamento. La fecondazione dell'ovulo avviene all'interno della femmina, come succede negli uccelli o nei mammiferi, e avviene sempre in mare.

La deposizione delle uova delle tartarughe marine

Come il resto delle tartarughe, le tartarughe marine depongono le uova. Le femmine arrivano sulle spiagge tra la primavera e l'estate, di solito di notte, e scavano una buca con l'aiuto delle pinne posteriori. La profondità della buca dipende dalla dimensione delle loro pinne e depositano tra le 50 e le 200 uova, poi le nascondono con sabbia. Coprire le uova con la sabbia svolge diverse funzioni: proteggerle dai predatori, mantenere la loro superficie pulita e regolare la temperatura. Le uova non sono dure, hanno piuttosto la consistenza della pelle ammorbidita, e sono ricoperte da un muco denso.

Le tartarughe nidificano ogni due o tre anni; tornano sempre alla spiaggia dove sono nate ma, inoltre, possono nidificare più volte in una stagione in altre spiagge diverse.

Ciclo di vita delle tartarughe marine - Riproduzione delle tartarughe marine

Schiusa delle uova delle tartarughe marine

Dal momento in cui la tartaruga femmina depone le uova, ci vorranno dai 45 ai 70 giorni fino alla nascita dei piccoli. Il tempo di incubazione dipende da diversi fattori: la specie, la dimensione della covata, la temperatura e l'umidità nel nido. Il sesso delle tartarughine si determina dopo la fecondazione e sembra dipendere dalla temperatura. A basse temperature nasceranno i maschi e ad alte temperature le femmine. Nei mammiferi o negli uccelli, il sesso è determinato nel momento della fecondazione dell'ovulo ed è lo spermatozoide del maschio che lo determina.

La nascita delle tartarughe marine

Per uscire dall'uovo, le tartarughine usano il becco con cui rompono il guscio e non vanno direttamente in superficie: impiegano tra i 3 e i 7 giorni per uscire dal nido, e di solito lo fanno di notte, evitando di esporsi a possibili predatori. Così, lasciano il nido e vanno in piccoli gruppi verso il mare.

Quando raggiungono l'acqua, nuotano per 24 o 48 ore senza fermarsi, per poter raggiungere le acque profonde, dove sono meno vulnerabili ai predatori.

Durante il primo anno di vita è molto difficile vedere le tartarughine. Alcuni studi hanno stabilito che durante il primo anno di vita, le tartarughe seguono le correnti oceaniche superficiali e si nascondono tra le alghe galleggianti dove possono ottenere cibo. Altri studi hanno scoperto che alcune tartarughe si nascondono sotto terra dopo 24-48 ore di nuoto.

Ciclo di vita delle tartarughe marine - Schiusa delle uova delle tartarughe marine

Migrazione delle tartarughe marine

Come gli uccelli, le tartarughe marine percorrono lunghe distanze attraverso gli oceani, ma non tutte lo fanno. Alcune specie nidificano e cercano cibo nelle aree vicine.

Come migrano le tartarughe marine

Alcune popolazioni percorrono più di 2.000 km attraverso l'Oceano Atlantico, dal luogo in cui si annidano al luogo in cui si nutrono in Brasile. Altre partono dal Golfo del Messico verso l'area del Mississippi e poi scendono verso la penisola dello Yucatan. Le tartarughe olivacee (Lepidochelys olivacea) viaggiano in gruppo dal Pacifico orientale, dove si nutrono, fino all'Oceano Indiano, dove si riproducono.

Quindi, a seconda della specie, ci sarà una rotta migratoria o un'altra, senza dimenticare che esistono popolazioni tra le diverse specie che non migrano.

Cosa mangiano le tartarughe marine

Sai cosa mangiano le tartarughe marine? La dieta delle tartarughe marine dipende dalla loro mascella, le bocche più sottili e delicate necessitano di alimenti più morbidi, come ad esempio le meduse; le bocche più resistenti con la forma seghettata, invece, possono nutrirsi di cibi più duri, come ad esempio i crostacei. Le tartarughe marine possono essere carnivore, erbivore o onnivore.

La dieta delle tartarughe marine a seconda della specie:

  • Le tartarughe marine verdi sono le uniche erbivore durante la loro fase adulta, ma quando sono appena nate o quando sono giovani sono carnivore e, a poco a poco, cambiano la loro dieta.
  • Le tartarughe Hawksbill sono abituate a mangiare nelle barriere coralline: spesso mangiano spugne di mare, gamberi e calamari.
  • Tartarughe comuni e tartarughe di Kemp si nutrono di granchi, molluschi, gamberi, meduse e alghe.
  • D'altra parte, le tartarughe liuto, che sono le più grandi del mondo, si nutrono quasi esclusivamente di meduse.
Ciclo di vita delle tartarughe marine - Cosa mangiano le tartarughe marine

Conoscevi le tartarughe marine? Speriamo che questo articolo ti sia sembrato interessante. Scrivi nei commenti cosa ti affascina di più di questi meravigliosi animali.

Se desideri leggere altri articoli simili a Ciclo di vita delle tartarughe marine, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Curiosità sul mondo animale.

Scrivi un commento su Ciclo di vita delle tartarughe marine

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Ciclo di vita delle tartarughe marine
1 di 4
Ciclo di vita delle tartarughe marine

Torna su