Condividi

Come evitare che un criceto mangi i suoi cuccioli

 
Di Cecilia Natale, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. 14 febbraio 2017
Come evitare che un criceto mangi i suoi cuccioli

Pochi roditori sono simpatici come i criceti, per questo negli ultimi anni sempre più persone hanno deciso di prenderne uno come animale domestico, soprattutto se ci sono bambini in casa. Il criceto, come ogni altro animale, ha bisogno di alcune attenzioni e cure specifiche e come ricompensa per l'amore ricevuto darà tanto affetto.

Tuttavia non sempre si comportano come ci si aspetta e sicuramente avrai sentito che il cannibalismo è frequente fra questi roditori. Se c'è la possibilità che i criceti si riproducano e vuoi sapere come evitare che un criceto si mangi i suoi cuccioli, leggi questo articolo di AnimalPedia dedicato al fenomeno.

Potrebbe interessarti anche: Come accudire criceti appena nati e cuccioli

Il cannibalismo animale

Gli animali, eccetto l'essere umano, non sono dotati di razionalità e seguono unicamente il loro istinto e il comportamento di un animale è la dimostrazione più evidente delle dinamiche della natura.

Il fenomeno del cannibalismo animale, ancor più evidente fra mamma e cuccioli, è stato oggetto di numerosi studi scientifici data la preoccupazione che suscita in noi essere umani. Tutti gli studi realizzati non sono riusciti a identificare una causa e valida per tutti i casi, ma sono stati molto utili per elaborare diverse teorie che provano a spiegare i motivi che spingono gli animali a comportarsi in questo modo.

Come evitare che un criceto mangi i suoi cuccioli - Il cannibalismo animale

Perché un criceto mangia i suoi figli?

Mamma criceta non mangia sempre i figli dopo il parto, ma bisogna essere consapevoli del fatto che è un comportamento frequente. Le ricerche scientifiche hanno concluso che è un comportamento dovuto a vari motivi:

  • I figli sono nati con anomalie e la madre vuole assicurarsi che solo gli esemplari forti sopravvivano.

  • La madre vede i cuccioli talmente piccoli e deboli che pensa che non possano sopravvivere.

  • Una cucciolata molto numerosa può causare stress nella madre, che decide di eliminare 2 o 3 cuccioli per poter essere in grado di poterli accudire.

  • La presenza del criceto, maschio nella gabbia può causare stress alla femmina, che reagisce mangiandosi un cucciolo.

  • Se qualche cucciolo lasce in ritardo lontano dal luogo in cui la madre ha partorito, la madre non lo riconoscerà come proprio e lo mangerà.
  • La madre si sente debole e usa alcuni cuccioli per mettersi in forze.
Come evitare che un criceto mangi i suoi cuccioli - Perché un criceto mangia i suoi figli?

Come evitare che il mio criceto si mangi i suoi piccoli

Se hai un criceto femmina incinta, sappi che non riuscirai ad evitare sempre che si mangi i piccoli dopo il parto. Tuttavia, seguendo i consigli che ti diamo di seguito potrai ridurre il rischio che il criceto abbia un comportamento cannibale:

  • Quando nascono i cuccioli, togli il padre dalla gabbia.
  • La madre e i cuccioli devono trovarsi in un ambiente molto tranquillo; evita di girare intorno alla gabbia.
  • Avvicinati solo per dare da mangaire ai criceti.
  • Non toccare i cricetini finché non raggiungono i 14 giorni di vita. Potresti contaminarli con il tuo odore e la madre potrebbe mangiarli, non riconoscendoli.
  • Dai alimenti ricchi di vitamine a mamma criceta, come uovo sodo e spargi dell'olio di fegato di merluzzo sul suo cibo.
  • La madre deve sempre avere cibo in abbondanza a disposizione.
Come evitare che un criceto mangi i suoi cuccioli - Come evitare che il mio criceto si mangi i suoi piccoli

Se desideri leggere altri articoli simili a Come evitare che un criceto mangi i suoi cuccioli, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Gestazione.

Scrivi un commento su Come evitare che un criceto mangi i suoi cuccioli

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Come evitare che un criceto mangi i suoi cuccioli
1 di 4
Come evitare che un criceto mangi i suoi cuccioli

Torna su