menu
Condividi

Come prendersi cura di un cavallo

 
Di Giovanni Rizzo. 7 agosto 2021
Come prendersi cura di un cavallo

Vedi schede di Cavalli

Avere un cavallo comporta una grande responsabilità, più di quella di avere un pesce, un cane, un gatto o qualsiasi altro tipo di animale domestico. Sono animali che hanno bisogno di molto spazio per vivere, grandi quantità di cibo e molto esercizio quotidiano per mantenersi in forma.

Se ti stai chiedendo quale siano le cure di base di un cavallo non puoi perderti il nostro articolo di AnimalPedia e scopri quali sono le principali necessità del tuo nuovo miglior amico equino.

Potrebbe interessarti anche: Come prendersi cura di un gatto?

Cura della stalla

Il cavallo ha bisogno di un riparo (stalla) per dormire e proteggersi dalle intemperie, come vento, pioggia, sole e così via. Un tipico capanno a tre lati sarà sufficiente, purché sia abbastanza grande da permettere al cavallo di entrarci senza problemi. Inoltre, ci dovrebbe essere sempre una zona più morbida (paglia, trucioli...), dove il cavallo possa riposare e non si debba stendere sempre su una superficie dura, che potrebbe causargli lesioni.

Per organizzare la stalla dovremo approfittare del tempo in cui il cavallo è fuori e i compiti giornalieri saranno:

  • Rimuovi il letame due volte al giorno per mantenere il cavallo pulito
  • Pulisci mangiatoia, abbeveratoi automatici e secchi.
  • Cambia parte della "cuccia" un paio di volte alla settimana.

Mentre i compiti settimanali saranno

  • Fai esercitare il cavallo per diverse ore di seguito per liberare l’energia repressa.
  • Prenditi cura di criniera, coda e zoccoli.
  • Fai il bagno al cavallo.

Infine dipingi la stalla un paio di volte all'anno per disinfettare ed eliminare i batteri che possono vivere al suo interno.

Come prendersi cura di un cavallo - Cura della stalla

L'importanza dello spazio e del pascolo

I cavalli amano galoppare, sentirsi liberi e poter pascolare. Per questo motivo, si raccomanda di avere almeno un ettaro per cavallo. Questa zona dovrà essere recintata per evitare che il cavallo possa scappare e trovarsi in situazioni pericolose, inoltre dovremo assicurarci di eliminare tutte le erbacce e piante velenose per il nostro animale, tra le più nocive rientrano: il tasso, il faggio, il cipresso, la quercia, la robinia, la tuja, illauroceraso, l’oleandro, il bosso, il maggiociondolo, la cicuta, il colchico trifoglio, la felce aquilina e il senecione comune.

Come prendersi cura di un cavallo - L'importanza dello spazio e del pascolo

Pulizia del cavallo

Quando si tratta di prendersi cura del cavallo, la prima cosa a cui pensare è fare il bagno al cavallo tutte le volte che sia necessario. Non c'è una frequenza esatta e dipende dall'esercizio fisico a cui il cavallo è stato sottoposto. In linea di massima, se il cavallo non ha fatto molto esercizio fisico, si fa una volta alla settimana per rimuovere tutto lo sporco, sempre fuori dalla stalla per non rischiare di bagnare tutto, e nei giorni di sole, non vogliamo che si ammali.

Affinché il bagno si svolga correttamente, abbiamo bisogno dei seguenti elementi:

  • Striglia: utilizza la striglia spazzolando circolarmente per togliere la sporcizia e stimolare la circolazione e la secrezione sebacea.
  • Brusca dura: utilizza la brusca dura e spazzola con piccoli movimenti rapidi; questo permette alle setole della spazzola di togliere lo sporco e la pellicola di forfora e per stimolare la circolazione. Non usare mai ne striglia ne brusca direttamente sulle ossa, testa, le zampe, per evitare di fargli del male.
  • Brusca a setole morbide: fai lunghi movimenti per togliere lo sporco superficiale, puoi anche utilizzarla sulle zampe, la testa e il garrese.
  • Pettine e spazzola: spazzola o pettina la criniera.
  • Spugna: pulisci gli occhi e le narici con una spugna umida. Utilizza un'altra spugna per la zona dei genitali.
  • Panno: puoi asciugare il cavallo con l'aiuto di un panno o asciugamano.
  • Nettapiedi: puoi usarlo per togliere lo sporco sotto gli zoccoli, parti dall'attaccatura del fettone verso l’esterno.
  • Lama da sudore: puoi togliere il sudore dal cavallo anche contropelo.
Come prendersi cura di un cavallo - Pulizia del cavallo

Cura e manutenzione degli zoccoli

Gli zoccoli sono una delle parti più sensibili e importanti di un cavallo e devono essere mantenuti completamente sani. Richiedono una pulizia costante, almeno una volta al giorno, e dev'essere sempre accurata e con attrezzi specifici per evitare di ferire il cavallo. Devi stare molto attento quando lo fai, nel caso gli facessi male accidentalmente, potrebbe reagire con un calcio e farti molto male. Fallo lentamente, presta attenzione a tutto e non farti distrarre da nulla mentre lo fai. Oltre a pulire gli zoccoli del tuo cavallo una volta al giorno, dovresti pulirli ogni volta che torni da una cavalcata o dopo averlo lasciato pascolare libero per molto tempo. Gli zoccoli puliti faranno sentire il cavallo a suo agio ed eviteranno la comparsa di malattie o ferite.

Gli strumenti di base per mantenere e curare gli zoccoli del cavallo sono i seguenti:

  • Nettapiedi: conosciuto anche come curasnette, è usato per rimuovere il fango in eccesso, il letame e altri detriti.
  • Spazzola: lo stesso nettapiedi è munito di spazzola per pulire lo zoccolo, altrimenti procuratevene una per raggiungere tutti gli angoli degli zoccoli.
  • Unguento o grasso: questo può essere applicato con un pennello una volta che gli zoccoli sono puliti. In questo modo eviterai sia la secchezza durante i periodi più caldi che l'eccesso di umidità durante i mesi più freddi.

Ricordati di consultare un professionista su come pulire e ingrassare gli zoccoli del tuo cavallo, così come sulla manutenzione e la sostituzione dei ferri.

Come prendersi cura di un cavallo - Cura e manutenzione degli zoccoli

Alimentazione del cavallo

L'alimentazione dei cavalli dipende in gran parte dalla loro taglia, dalla razza, dall'età o dall'attività fisica, e anche dal clima o dal luogo in cui vivono. Ciononostante, in generale, un cavallo ha bisogno di circa un chilo di cibo al giorno per ogni 45-46 chili di peso, circa 10 chili di cibo al giorno per un cavallo di taglia media.

Fagli seguire una dieta a base di foraggio da suddividere, preferibilmente in 2 o più piccoli pasti durante la giornata. Cerca di seguire degli orari e non cambiarli frequentemente. Lascia un intervallo di tempo tra il periodo di attività fisica e l'ora del pasto, poiché il tuo cavallo potrebbe non voler mangiare direttamente dopo aver finito la passeggiata.

Oltre al cibo, hanno bisogno di molta acqua fresca e pulita. Assicurati che il loro secchio sia sempre pieno e collocalo in qualche tipo di supporto che impedisca all'animale di ribaltarlo involontariamente, come un pneumatico. Se il cavallo si ammala, vedi che è ingrassato o ha perso molto peso, o qualsiasi cambiamento anormale, consulta il veterinario in modo che possa consigliarti un diverso tipo di alimentazione o lo visiti a fondo per individuare la causa di queste anomalie.

Come prendersi cura di un cavallo - Alimentazione del cavallo

E tu come curi il tuo cavallo?

Quelli appena descritti sono solo le cure di base per cominciare a prendersi cura di un cavallo, ma sicuramente molti di voi ne hanno uno e conoscono piccoli trucchi o cure di cui non abbiamo parlato o che possiamo includere nell'articolo per migliorare la nostra guida. Se ne conosci qualcuno, vuoi contribuire con qualche opinione o hai qualche dubbio, commenta e saremo felici di risponderti.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come prendersi cura di un cavallo, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Cure di base.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Come prendersi cura di un cavallo
1 di 6
Come prendersi cura di un cavallo

Torna su