Condividi

Il gerbillo come animale domestico

 
Di Tamara Rigotti, Editrice di AnimalPedia. 31 marzo 2020
Il gerbillo come animale domestico

Il gerbillo è un roditore che sta diventando sempre più popolare, ed è sempre più frequente vedere persone che lo tengono come animale domestico a causa della sua natura affabile, giocosa, curiosa e, contrariamente a quanto molti pensano, intelligente.

Per questo motivo, se stai pensando di avere un gerbillo come animale domestico o ne hai già uno, in questo articolo di AnimalPedia, ti spieghiamo tutto quello che c'è da sapere sui bisogni che dovrai soddisfare affinché il tuo roditore sia sano e felice nella tua famiglia.

Potrebbe interessarti anche: Animali domestici

Origine del gerbillo domestico

I gerbilli sono una specie appartenente al sottordine dei miomorfi (Myomorpha), a cui appartengono anche il criceto, i ratti, i topi, le arvicole... E all'interno di questa classificazione, appartengono alla famiglia dei dipodidi (Dipodidae). È necessario chiarire che è comune confonderli con la famiglia dei muridi (Muridae), a cui appartengono i gerbilini.

Non è da molti anni che questi particolari roditori sono animali domestici, venivano, infatti, originariamente utilizzati come animali da laboratorio negli anni '50. Ma a causa del loro carattere docile, sono stati gradualmente adottati come animali da compagnia. Non esiste una singola specie di gerbillo in natura, sono nove le diverse varietà conosciute in Africa settentrionale e in Asia. La specie che abbiamo adottato come animale domestico, però, è il gerbillo egiziano minore (Gerbillus gerbillus).

Se vi piacciono i roditori, potreste essere interessati anche a quest'altro articolo sui tipi di roditori domestici.

Il gerbillo come animale domestico - Origine del gerbillo domestico

Caratteristiche del gerbillo

Questo piccolo animale è anche comunemente chiamato gerbillo del deserto o ratto del deserto, perché è abituato a vivere in zone desertiche, il che rende il suo corpo resistente e adattato a questo tipo di ambiente. Tuttavia, le caratteristiche fisiche più sorprendenti del gerbillo sono:

  • Manto marrone o grigio: il colore del suo manto è generalmente color sabbia o grigiastro e bianco sulla parte inferiore, il che gli permette di mimetizzarsi nell'ambiente e di non essere facilmente visibile dai suoi predatori. Tuttavia, essendo un animale addomesticato sono state create specie con diversi tipi di colori.
  • Dimensioni: questo piccolo roditore è fisicamente molto simile al topo, può misurare tra i 10 e i 12 cm, senza calcolare la sua lunga coda.
  • Coda: come dicevamo, il gerbillo ha anche una lunga coda di circa 10 cm che termina con un ciuffo di pelo.
  • Grandi occhi e orecchie: ha grandi occhi che gli permettono di vedere di notte, ed è dotato di grandi orecchie grazie alle quali ha un udito molto sviluppato e gli permettono di regolare la sua temperatura.
  • Zampe posteriori lunghe: si differenzia però dai topi per le sue peculiari zampe posteriori lunghe (che possono ricordare quelle di un canguro), che sono dotate di peli sulle dita che lo isolano dalla terra e gli permettono di muoversi saltando, facilitando la mobilità nei terreni sabbiosi in cui vive. Inoltre questa caratteristica gli permette di fare lunghi salti con cui sfuggire rapidamente ai suoi predatori, come aquile o serpenti.

Quanto vive un gerbillo domestico?

D'altra parte, sebbene il gerbillo sia un animale molto resistente in natura, capace di vivere in climi estremi come il deserto, il gerbillo non è di per sé un animale molto longevo, in quanto ha un'aspettativa di vita di circa 3-4 anni se ben curato, raggiungendo anche i 5 anni in casi eccezionali.

Se volete sapere di altri animali che vivono negli stessi luoghi del gerbillo, non perdetevi quest'altro articolo di AnimalPedia sugli animali del deserto e le loro caratteristiche.

Il gerbillo come animale domestico - Caratteristiche del gerbillo

Carattere e caratteristiche del gerbillo domestico

In generale, il gerbillo è un animale molto affettuoso, socievole e pulito. Analizziamo nel dettaglio il carattere e il comportamento del gerbillo:

Attività del gerbillo

A causa della loro natura di preda, questi animali spesso scavano tane per vivere, per proteggersi dai predatori, ma anche per evitare le alte temperature del deserto, per questa ragione sono anche animali notturni. Tuttavia, vivendo con noi, possono adattare le loro abitudini ed essere attivi sia di giorno che di notte.

Curiosità sull gerbillo

Questi piccoli roditori hanno un carattere molto curioso e, per questo motivo, esplorano costantemente tutto ciò che li circonda. È comune, quindi, osservarli mantenere una postura eretta, allungando le due zampe posteriori per osservare il loro ambiente.

Gerbillo - socievole e amichevole

Inoltre, i gerbilli sono animali socievoli e amichevoli. Di solito vivono in comunità all'interno di tane e dormono insieme. E quando un gerbillo è spaventato da un predatore, spesso sbatte le zampe posteriori per terra per avvertire gli altri simili. Quest i colpi a terra si verificano anche durante il corteggiamento. Ricordate che hanno un udito molto sviluppato e quindi comunicano soprattutto attraverso suoni ad alta frequenza che per noi sono impercettibili.

Gerbilli maschi e femmine - Differenze

Va notato che le femmine tendono ad avere un carattere più impulsivo rispetto ai maschi, che si accentua durante il calore nel caso in cui ci siano altre femmine nelle vicinanze, che percepiscono come competizione, che può portare anche a litigi.

Un altro comportamento peculiare che adottano, soprattutto i maschi, è quello di strisciare a pancia in giù sul pavimento e sugli oggetti che si trovano nella loro zona di comfort (di solito la loro gabbietta). Avviene perché marcano il territorio, poiché è in questa parte del corpo che hanno le loro ghiandole odorifere e lasciano il loro odore.

Igiene dei gerbillo

Anche i gerbilli hanno abitudini igieniche molto marcate. Normalmente, nel loro habitat, questi roditori tendono a pulirsi strofinandosi nella sabbia. Tendono anche a lavarsi l'un l'altro tra i membri dello stesso gruppo. In generale urinano e defecano nello stesso posto, lontano dal cibo e dal luogo di riposo.

Il gerbillo come animale domestico - Carattere e caratteristiche del gerbillo domestico

Il gerbillo morde?

I gerbilli non mordono. Tuttavia, quando giocano, queste creature spesso interagiscono mordendo, ma senza far del male, a meno che non siano sulla difensiva (e quindi non stiano giocando). In altre parole, è molto che agiscano in modo aggressivo, a meno che non siano spaventati. Dobbiamo tener conto del fatto che, nonostante sia un animale socievole, è importante che il nostro gerbillo si sia abituato fin da piccolo al contatto con le persone, altrimenti non sarà strano che diffidi di noi e che si stressi.

Per questo motivo, è molto importante che se il nostro peloso deve stare con i bambini, spieghiamo loro molto bene come interagire con lui; con una voce calma e bassa (per il loro udito sensibile) e trattandolo con cura. Insomma, spiegate loro che non è un giocattolo, perché è un animale fragile. Inoltre, se afferriamo la coda del nostro piccolo, possiamo prendere un bello spavento, dato che uno dei meccanismi di difesa di questo animale non è altro che farsi cadere la coda nel caso in cui rimanga intrappolato. E a differenza delle lucertole, non ricrescerà.

Nel caso in cui abbiate dei bambini potete consultare anche quest'altro articolo su I migliori animali domestici per bambini.

Il gerbillo come animale domestico - Il gerbillo morde?

Cure del gerbillo

Il gerbillo è un animale domestico che richiede poche cure, rispetto ad un cane, per esempio. È un animale piuttosto indipendente che non richiederà altrettanta attenzione da parte nostra. Tuttavia, dobbiamo sapere bene quali sono le cure di base affinché il nostro si un animale sano e felice:

  • Una corretta alimentazione.
  • Gabbia con tutto il necessario.
  • Soddisfare i suoi bisogni sociali.

In seguito, spiegheremo nel dettaglio ciascuno di questi punti.

Cosa mangiano i gerbilli?

I gerbilli sono animali che non hanno bisogno di molto cibo. Nel loro habitat naturale, tendono a nutrirsi di tutti i tipi di alimenti che sono alla loro portata, come ad esempio:

  • Fiori.
  • Erbe.
  • Frutta.
  • Semi
  • Tuberi.
  • Insetti
  • Uova divolatili.

Tuttavia, per garantirgli una dieta completa ed equilibrata in termini di nutrienti, è meglio offrirgli un alimento specifico, e un po' di fieno, che gli darà un apporto supplementare di fibre. Possiamo, inoltre, lasciargli pezzetti di frutta o verdura sparsa nella gabbia, come mele, broccoli, carote... Sempre in piccole quantità, altrimenti potrebbe avere diarrea.

Infine, per quanto riguarda l'acqua, si consiglia di collocare un beverino con acqua pulita.

Cibo proibito ai gerbilli

D'altra parte, non gli dovremo mai dare:

  • Cipolla.
  • Rabarbaro
  • Cibo in cattivo stato.

La gabbia del gerbillo

Trattandosi di un animale molto nervoso, lo spazio in cui si vivrà non deve essere inferiore ad almeno 1 metro di lunghezza e larghezza. Di più, nel caso ne accogliamo più di uno. Inoltre, le gabbie con un singolo piano sono troppo piccole e ridotte in termini di mobilità, meglio optare per una con più piani affinché possa muoversi più liberamente.

Dovremo inoltre dotarla di elementi con cui interagire: strutture per arrampicarsi, rosicchiare, nascondersi... Questo perché hanno bisogno di divertimento e di esercizi. Dovremo fornirgli oggetti da rosicchiare affinché mantengano i loro denti a una dimensione che permetta loro di nutrirsi correttamente.

Poi ci assicureremo che le sbarre siano abbastanza strette in modo che i nostri amici pelosi non possano scappare e eviteremo di usare la plastica, che possono rosicchiare facilmente.

Come abbiamo detto, questo animale passa molto tempo a scavare tane. Questa attività è necessaria per il suo benessere psicofisico, poiché si esercita e si lima le unghie. È comune osservare il nostro amico pelosetto scavare nel terreno o il fondo della sua gabbia. Per questo motivo, quando scegliamo il substrato (ci sono diversi substrati specifici nei negozi di animali), consigliamo che sia uno che gli permetta di soddisfare il suo istinto di scavare (di mais o di pezzetti di carta, per esempio). L'importante è che non usiamo la segatura, perché scavando, questi animali si riempiono gli occhietti di granelli irritanti.

La gabbia deve avere una buona ventilazione e dev'essere facile da pulire (con sapone neutro). Infine, dev'essere collocata in un ambiente senza correnti d'aria o sole diretto. La temperatura ambiente deve essere compresa tra 18 e 28 ºC.

Necessità sociali del gerbillo

Poiché si tratta di un animale gregario, cioè che in natura i gerbilli vivono in gruppo, quindi se si decide di adottare un gerbillo, è complicato tenere un solo esemplare senza che manifesti problemi comportamentali e senza che si stressi, poiché normalmente si sentirà insicuro.

Per questo motivo, vi consigliamo di avere due gerbilli, che possano farsi compagnia e sentirsi protetti, tenendo sempre conto che devono avere spazio a sufficienza per entrambi. Inoltre, è consigliabile che questi animaletti si conoscano da piccoli per evitare lotte o, in caso contrario, farli conoscere gradualmente in modo che si abituino all'odore dell'altro.

Se desideri leggere altri articoli simili a Il gerbillo come animale domestico, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Cosa devi sapere.

Bibliografia
  • Amori, G., Hutterer, R., Kryštufek, B., Yigit, N., Mitsain, G., Palomo, L.J. & Aulagnier, S. (2008). «Jaculus jaculus». Lista Roja de especies amenazadas de la UICN 2015.3 (en inglés). ISSN 2307-8235
  • Wilson, D. E. & Reeder, D. M. (editors). (2005). Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference (3rd ed).

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Il gerbillo come animale domestico
1 di 7
Il gerbillo come animale domestico

Torna su