Condividi

Quanto ci mette un cucciolo ad ambientarsi?

 
Di Cecilia Natale, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. 21 dicembre 2017
Quanto ci mette un cucciolo ad ambientarsi?

Vedi schede di Cani

Quando arriva un cucciolo di cane in casa, tutti membri della famiglia sono emozionati perché è un momento di grande allegria. Tuttavia prendere un cane non significa solo divertimento e coccole, ma implica anche diverse responsabilità, soprattutto se l'animale è un cucciolo, perché è necessario educarlo in maniera corretta.

È normale che il cucciolo pianga o non dorma nei primi giorni nella nuova casa, perché per lui è tutto nuovo e soprattutto è stato separato dalla mamma e dal resto della cucciolata, per questo motivo da AnimalPedia ti spiegheremo quanto ci mette un cucciolo ad ambientarsi nella nuova casa. Continua a leggere!

Potrebbe interessarti anche: Quanti cuccioli fa uno Yorkshire?

Arriva un cucciolo: cosa fare?

Prendere un cane è una decisione importante e tutti i membri della famiglia devono essere consapevoli di cosa comporta e quali sono le responsabilità da assumersi. Quando arriva un cucciolo, la vita delle persone che l'hanno preso cambia e anche per l'animale si tratta di un grande cambiamento: arriva in una casa che non conosce, con persone che non conosce, e soprattutto senza la mamma con la quale è stato fino a quel momento. Dovrà abituarsi non solo alle persone, ma anche agli odori e in generale all'ambiente che lo circonda, per cui è normale chiedersi quanto ci mette un cucciolo ad ambientarsi.

Affinché il processo sia più facile per tutti, prima di svezzarlo e separarlo dalla mamma devono essere trascorsi 2 mesi dalla nascita: in questo modo si abituerà più facilmente e il distacco non sarà traumatico. Inoltre è importante non iniziare a educare il cane con comandi e ordini fino a che non vedi che si è ambientato in modo da non confonderlo e disorientarlo. Il tempo che ci mette un cucciolo ad ambientarsi dipende in larga misura da te e dal resto dei membri della famiglia, e può variare da un paio di giorni a diverse settimane. Di seguito ti diamo alcuni consigli per aiutare il cagnolino a trovarsi a suo agio nella nuova casa.

Come abituare il cane alla nuova casa

La prima cosa da fare quando il cucciolo arriva a casa, è lasciarlo libero di esplorarla. I comportamenti tipici sono i seguenti: inizia a seguirti ovunque, resta da solo in un angolino o cerca di nascondersi sotto i mobili. In ogni caso dovrai avere pazienza e lasciare che si senta a suo agio e inizi a esplorare la casa a modo suo. Non forzarlo mai con violenza e non accelerare il processo in nessun modo.

Superato il primo momento, il cane inizierà a lasciarsi guidare dagli odori che sente e dalla curiosità e piano piano riconoscerà le varie stanze e la casa inizierà a essergli familiare. Cerca di seguirlo anche se da lontano in modo da controllare che non si faccia male.

Sin dall'inizio mostragli dove dovrà dormire, fare i bisogni e quali sono le ciotole per l'acqua e per il cibo. È bene che tutti questi oggetti restino sempre nello stesso posto per non confonderlo.

Quanto ci mette un cucciolo ad ambientarsi? - Come abituare il cane alla nuova casa

Il cucciolo piange: cosa fare?

Di notte, soprattutto i primi giorni, è normale che il cucciolo pianga perché ancora non si è abituato del tutto alla nuova casa e al nuovo ambiente. Per pianto intendiamo i versi simili a gemiti o pianti umani che alcuni cani continuano a fare anche da adulti quando restano da soli. Se non sai come gestire il problema, potrebbe diventare una situazione difficile, perché è normale che il cucciolo pianga i primi giorni, ma è bene che non continui a farlo nelle settimane successive.

Come abbiamo già detto, il pianto del cucciolo è normale perché è stato separato dalla madre e dagli altri cuccioli, dai quali riceveva calore e affetto durante la notte. Quando le persone vanno a dormire, quindi, il cagnolino si sente solo. Da parte tua, istintivamente, vorrai andare d lui e consolarlo, ma devi sapere che si tratta di un'azione controproducente: per evitare che interpreti le carezze come rinforzi positivi del pianto, dovrai ignorarlo e lasciare che si abitui.

Cerca invece di rendere la nuova situazione più piacevole: mettigli un peluche nella cuccia e un cuscino comodo e caldo, in modo che non senta freddo e stia comodo. Per abituarlo a stare da solo, di giorno prova a passare un po' di tempo con lui e andartene per 5 minuti e giorno dopo giorno aumenta il tempo che passerà senza di te, fino ad arrivare a 20 minuti.

Per sapere nel dettaglio come risolvere la situazione del cucciolo che piange, consulta i nostri articoli Cosa fare se il cucciolo piange di notte o quando sta da solo.

Dare affetto al cucciolo appena arrivato

Le parole dolci e le carezze sono i tuoi alleati principali per aiutare un cucciolo ad ambientarsi alla nuova casa e far sì che si senta a suo agio. Passa del tempo con lui, giocaci insieme e fallo divertire e parlagli con un tono di voce tranquillo e calmo. Anche il resto dei membri della famiglia dovrà comportarsi allo stesso modo, così da creare un ambiente tranquillo e piacevole per il cucciolo. Per quanto riguarda gli estranei, non obbligare il cucciolo ad avvicinarsi: lo farà da solo.

Quanto ci mette un cucciolo ad ambientarsi? - Dare affetto al cucciolo appena arrivato

Insegnare al cucciolo dove fare i bisogni e dove dormire

Sin dall'arrivo in casa, il cucciolo dovrà avere ben chiaro dove fare i bisogni, sia se il luogo scelto è dentro casa, in giardino o fuori, durante la passeggiata. Inoltre dovrai insegnargli dove si trovano le ciotole dell'acqua e del cibo.

Per quanto riguarda l'alimentazione, insieme al veterinario dovrai scegliere un tipo di cibo adatto all'età del cane e alternare cibo fresco e crudo. Tuttavia è importante non apportare cambiamenti bruschi nella dieta del cucciolo, ma se si desidera cambiare qualcosa è opportuno farlo piano piano. L'acqua deve essere sempre fresca e pulita, per cui cambiala 2 volte al giorno e non la lasciare mai sotto il sole.

Per quanto riguarda insegnare al cucciolo dove fare i bisogni, tutto dipende dal luogo scelto, ma in generale devi avere pazienza perché il cagnolino deve capire dove si trova. Inoltre ci può mettere un po' prima di fare i bisogni, per cui non mettergli fretta. Non rimproverarlo se fa i bisogni nel posto sbagliato e soprattutto non usare violenza: non farai altro che spaventarlo e abituarsi sarà più difficile.

Portalo a spasso per fare i bisogni solo una volta che avrà fatto tutti i vaccini, nel frattempo ti consigliamo di leggere il nostro articolo per insegnare a un cagnolino a fare i bisogni sul giornale.

Abituare un cucciolo ai bambini e ad altri animali

Per i bambini, l'arrivo di un cucciolo può essere un'esperienza molto divertente, ma è molto importante spiegare ai più piccoli di casa come interagire con l'animale e controllare che giochino in maniera corretta. Spiega loro che non sono dei giocattoli e che devono essere trattati con affetto e rispetto.

Se in casa ci sono altri animali, invece, è necessario presentarli e socializzarli per evitare problemi come la gelosia o comportamenti aggressivi. Coinvolgi entrambi gli animali nei giochi e nei momenti di coccole e tenerezza in modo che nessuno dei due si senta escluso. L'ideale sarebbe presentare il cucciolo all'altro animale prima della suo arrivo definitivo in casa, in uno spazio neutro, fuori casa.

Con questi consigli speriamo di aver risolto i tuoi dubbi e di aver risposto alla domanda quanto ci mette un cucciolo ad ambientarsi alla nuova casa e alla nuova famiglia.

Quanto ci mette un cucciolo ad ambientarsi? - Abituare un cucciolo ai bambini e ad altri animali

Se desideri leggere altri articoli simili a Quanto ci mette un cucciolo ad ambientarsi?, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Cosa devi sapere.

Scrivi un commento su Quanto ci mette un cucciolo ad ambientarsi?

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Quanto ci mette un cucciolo ad ambientarsi?
1 di 4
Quanto ci mette un cucciolo ad ambientarsi?

Torna su