menu
Condividi

Come nascono i serpenti?

 
Di Paula Martínez, Assistente Tecnico Veterinario e Psicologa con un Master in Neuroscienze Cognitive. 20 maggio 2022
Come nascono i serpenti?

I serpenti hanno modi diversi di riprodursi a seconda della specie a cui appartengono, ed è per questo che esistono anche diversi tipi di parto. In questo articolo di AnimalPedia andremo a vedere come nascono i serpenti in base alla loro riproduzione e spiegheremo quanti cuccioli possono avere a seconda del tipo di serpente. Inoltre, verranno descritte in dettaglio le nascite di alcuni dei serpenti più iconici, come le vipere o i serpenti a sonagli, a titolo di esempio.

Se siete amanti di questi animali o semplicemente volete ampliare la vostra conoscenza del mondo animale, continuate a leggere per scoprire come avviene la nascita di un serpente, con tanto di video!

Potrebbe interessarti anche: Come nascono i cani?

Caratteristiche dei serpenti

Esistono diverse specie di serpenti, ognuna con caratteristiche proprie che la differenziano dalle altre. Tuttavia, tutti hanno in comune le seguenti caratteristiche:

  • Sono rettili.
  • Non hanno zampe.
  • Hanno un corpo allungato.
  • Hanno una lingua biforcuta.
  • Hanno le squame.
  • Cambiano pelle.
  • Sono carnivori.

Concentrandoci sull'argomento che ci interessa particolarmente in quest'articolo, la nascita dei serpenti varia a seconda della specie, in quanto esistono serpenti ovipari, vivipari e ovovivipari.

Riproduzione dei serpenti

Come abbiamo detto nella sezione precedente, alcune caratteristiche dei serpenti variano a seconda delle specie e, con esse, anche la modalità di riproduzione. Tuttavia, ciò che hanno in comune è che i serpenti sono rettili la cui riproduzione è sessuata. Questi animali copulano dopo il corteggiamento, che il maschio effettua per attirare l'attenzione della femmina. Durante il corteggiamento, il maschio deve conquistare la femmina e, se c'è più di un maschio, questi combattono finché non vince uno, che sarà quello che potrà copulare.

Questa copula consiste nell'introduzione da parte del maschio degli emipeni all'estremità della coda nella cloaca della femmina, dove depositerà gli spermatozoi, fecondandola e dando origine agli embrioni. Durante l'atto riproduttivo, i serpenti si avvolgono l'uno sull'altro, assumendo una forma molto particolare. Al termine del coito, i serpenti si separano e ognuno va per la sua strada.

Come nascono i serpenti? - Riproduzione dei serpenti

Come nascono i serpenti

Sebbene tutti i serpenti si riproducono per via sessuale, non tutti nascono con lo stesso processo. Pertanto, la nascita di un serpente può variare da una specie all'altra. Troviamo i seguenti tipi di nascita:

  • Direttamente dall'uovo: nei serpenti ovipari i piccoli devono rompere il guscio, facendolo schiudere e aprendo gli occhi direttamente dall'uovo al mondo esterno. Per farlo, di solito hanno un dente o una protuberanza che permette loro di rompere il guscio dell'uovo, noto come "dente dell'uovo".
  • Dal ventre materno: nei serpenti vivipari, i piccoli rimangono in un sacco vitellino nell'utero della madre fino al momento di uscire. In questo caso, si verifica un parto simile a quello dei mammiferi, in cui il sacco o la membrana che avvolge il piccolo deve essere rotto e il cucciolo di serpente esce attraverso il condotto della madre verso l'esterno.
  • Entrambe le opzioni allo stesso tempo: nei serpenti ovovivipari, si può dire che il cucciolo ha un doppio lavoro o sforzo da compiere per nascere. Innanzitutto, deve rompere il guscio dell'uovo in cui si è sviluppato e che si trova nel grembo della madre; poi, deve uscire dal grembo materno per raggiungere l'esterno. Come nel caso delle nascite ovipare, i piccoli hanno di solito un dente che permette loro di rompere il guscio dell'uovo.
Come nascono i serpenti? - Come nascono i serpenti

Quante uova depone un serpente

Il numero di uova deposte da un serpente dipende dalla specie: alcuni, come i serpenti a sonagli, ne depongono tra le 4 e le 25, mentre altri ne depongono 3-4 e alcuni serpenti possono arrivare a deporre fino a 100 uova.

Questo dipende anche dalle condizioni atmosferiche, poiché i climi più freddi tendono ad avere un effetto negativo sulla prolificità di un serpente: in questi casi vengono deposte meno uova rispetto a quando le temperature si alzano.

D'altra parte, va notato che non tutte le uova di serpente sono uguali: alcune sono bianche, altre giallastre, rotonde, allungate o ovali.

Come nascono i serpenti vivipari

Come abbiamo detto, una delle forme di nascita nei serpenti prevede lo sviluppo dell'embrione all'interno di una placenta. In questo modo, i serpenti vivipari vivino la gestazione dei loro cuccioli al loro interno con un metodo simile a quello degli animali mammiferi. I piccoli sono nutriti dalla placenta e dal sacco vitellino in cui si trovano, quindi non si formano uova in nessun momento. Esempi di serpenti vivipari sono le anaconde verdi e i boa constrictor.

A seconda della specie, il periodo di gestazione varia, ma in generale è di circa 2 mesi. Dopo questo periodo, la madre entra in travaglio e inizia il parto. Come per i serpenti ovipari, possono nascere più serpenti, quindi non è possibile dire quanto tempo impieghi un serpente a partorire

Video della nascita di un serpente

Se volete saperne di più su come partoriscono i serpenti, nel seguente video di BoaWorld possiamo vedere come nascono i boa constrictor.

Come nascono i serpenti ovovivipari

I serpenti ovovivipari sono quelli che si sviluppano all'interno di un uovo incubato nel ventre materno. Il serpente a sonagli è uno dei serpenti ovovivipari più conosciuti, quindi useremo questo esempio. I serpenti a sonagli nascono da uova deposte dalle madri, dove finiscono di svilupparsi fino alla schiusa, e i serpenti emergono nell'ambiente già sviluppati e formati alla loro nascita. L'intero processo dura circa 90 giorni.

Questi piccoli sono lunghi appena 25 centimetri ed hanno un bottone corneo all'estremità della coda. Sono velenosi come gli esemplari adulti e presentano denti e veleno fin dalla nascita.

Questi cuccioli di serpente sono totalmente indipendenti praticamente dal momento in cui avviene la schiusa dell'uovo ed escono dal ventre materno. Anche se tendono a rimanere nell'area in cui sono nati per la prima settimana di vita, subito dopo si allontanano quanto vogliono finché non trovano buone fonti di cibo.

Poiché il crotalo non è l'unico serpente a effettuare questo tipo di parto, è importante notare che non tutti i serpenti ovovivipari nascono dal guscio. Alcuni serpenti nascono in questo modo, mentre altri rompono il guscio non appena le uova vengono espulse dalla madre.

Come nascono le vipere

Anche le vipere sono animali ovovivipari, quindi le uova si sviluppano all'interno della madre fino a quando i piccoli non ne escono al momento della schiusa, dopodiché inizia il parto, quando devono lasciare il ventre materno.

Quando il serpente trasporta le uova, se è esposto al sole o vicino a fonti di calore, può succedere aumenti la sua temperatura corporea. Questo favorisce il corretto sviluppo degli embrioni, poiché gli ovuli potrebbero deteriorarsi se la temperatura corporea della madre non è sufficientemente alta.

Come nascono i serpenti marini

I serpenti marini sono quasi esclusivamente animali ovovivipari, in quanto i piccoli crescono all'interno di uova nel grembo della madre fino alla schiusa. Questo è vero tranne nel caso di specie appartenenti al genere Laticauda, che comprende specie come laticauda colubrina o laticauda saintgironsi.

Come nascono i serpenti? - Come nascono i serpenti marini

Come nascono i serpenti: spiegazione per bambini

Per far nascere i cuccioli di serpente, il padre e la madre devono prima incontrarsi, ma poi è la madre serpente a prendersi cura dei piccoli. I serpenti possono nascere uscendo da un uovo, come i pulcini, o rimanere nel grembo della madre fino a quando non sono abbastanza grandi per poter uscirne, proprio come i bambini.

Quando nascono, i piccoli serpenti hanno già i denti e possono nutrirsi quasi come gli adulti, anche se non di prede così grandi. Di solito le madri serpenti non sono molto attente ai loro piccoli e in molti casi i piccoli devono cavarsela da soli. Tuttavia, alcuni serpenti, come i pitoni, si prendono cura dei loro piccoli finché non sono abbastanza grandi per vivere da soli.

Cosa mangiano i serpenti

Ora che sapete come nascono i serpenti, è il momento di parlare della loro dieta e del loro habitat, indubbiamente curiosità sui serpenti che vale la pena conoscere. I serpenti sono animali che si nutrono esclusivamente di altri animali, essendo una specie totalmente carnivora fin dalla nascita. In particolare, l'alimentazione di un serpente dipende da due fattori: dalle caratteristiche intrinseche di ciascuna specie di serpente, come le dimensioni o le capacità predatori, e dall'habitat dell'animale. Infatti l'alimentazione varia tra i serpenti che abitano le regioni tropicali e quelli che vivono in zone aride o subtropicali.

In generale, i serpenti sono molto abili nell'attaccare e cacciare le loro prede, evidenziando la loro ferocia e velocità. Nella maggior parte dei casi, la preda non si accorge della presenza del serpente finché non è troppo tardi. Per catturare le loro prede, i serpenti possono utilizzare due diversi meccanismi di caccia:

  • Costrizione: circondano la preda e la stringono fino a soffocarla.
  • Veleno: mordono le prede iniettando il loro veleno nel sangue di queste. Se la preda non muore, viene almeno stordita e diventa un facile bersaglio per il cacciatore.

Comunque sia, i serpenti hanno una dieta molto varia, che va dagli insetti ad altri vertebrati di vario tipo, come roditori o pesci nel caso dei serpenti acquatici.

Come nascono i serpenti? - Cosa mangiano i serpenti

Dove vivono i serpenti

I serpenti abitano praticamente tutto il pianeta, essendo presenti anche in luoghi remoti come il Circolo Polare Artico. In generale, però, la loro popolazione è più densa nei luoghi caldi, poiché la loro condizione di rettili li rende in grado di sopportare meglio le temperature molto elevate rispetto a quelle estremamente fredde. Quindi possiamo incontrare i serpenti in tutti i continenti, con una notevole presenza nei climi tropicali, come la foresta amazzonica o l'Australia, dove si trovano 11 dei serpenti più velenosi del mondo, tra cui il più letale di tutti, il serpente taipan dell'interno.

Esistono anche serpenti acquatici, sia d'acqua dolce che d'acqua salata, ed ogni specie è andata adattandosi alle condizioni specifiche dell'ambiente in cui vive. I serpenti marini sono comuni nell'Oceano Pacifico e nell'Oceano Indiano, abitano le acque poco profonde vicino alla costa e possono entrare nei corsi d'acqua dolce se necessario.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come nascono i serpenti?, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Gestazione.

Bibliografia
  • Lane, A., Guinea, M., Gatus, J. & Lobo, A. 2010. Laticauda colubrina. The IUCN Red List of Threatened Species 2010: e.T176750A7296975.
  • McDiarmid RW, Campbell JA, Touré T. 1999. Snake Species of the World: A Taxonomic and Geographic Reference, vol. 1. Herpetologists' League. 511 pp. ISBN 1-893777-01-4

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
Come nascono i serpenti?
1 di 5
Come nascono i serpenti?

Torna su