Condividi

Come nasce un pulcino?

 
Di María Besteiros. 21 agosto 2019
Come nasce un pulcino?

Se non siete nati in campagna, avete una gallina o sentite curiosità sulla biologia delle galline, è possibile che vi chiediate come nascono i pulcini. Il primo e più importante passo sarà verificare che le uova siano state effettivamente fecondate e che da esse nasceranno i pulcini. Una volta che questa informazione sarà confermata, dovremo seguire una serie di raccomandazioni per garantire il corretto sviluppo dell'embrione.

In questo articolo di AnimalPedia ci concentreremo sulla spiegazione di come nascono i pulcini di gallina, probabilmente l'uccello più diffuso al mondo. Continua a leggere!

Potrebbe interessarti anche: Come nascono i cani?

Come si riproducono le galline?

Prima di continuare a spiegare come nascono i pulcini, parleremo brevemente della riproduzione delle galline. Alla nascita, questi uccelli hanno già tutti i loro ovuli, che sono le loro cellule riproduttive. Regolarmente uno di essi si sviluppa e passa attraverso l'apparato riproduttivo dell'animale. È in questo viaggio che avviene la formazione dell'uovo, che la gallina deporrà. Questo processo avviene sempre nelle galline, senza la necessità dell'intervento di un gallo. Ma, senza un gallo, la fecondazione non è possibile, cosicché quell'uovo non è altro che un ovulo della gallina. Da esso non nascerà nessun pulcino.

Quando c'è un gallo, la riproduzione delle galline è ovipara e avviene, come abbiamo detto, per fecondazione. Gli organi riproduttivi degli uccelli sono noti come "cloache" e sono leggermente diversi da quelli di altre specie animali. Così, la gallina ha un piccolo foro attraverso il quale muove gli spermatozoi verso l'ovidotto. Il gallo, invece, ha una cavità terminale, dove confluiscono l'ampolla rettale, l'uretra e i genitali. Il gallo appoggia, dunque, la sua cavità a quella della gallina e spruzza, il suo liquido all'interno dell'apparato riproduttivo della gallina.

Come riconoscere un uovo è fecondato?

La maggior parte delle uova che compriamo nei supermercati provengono da allevamenti di galline dove non ci sono galli, quindi non corriamo il rischio che qualcuno di loro possa essere fecondato. D'altra parte, se le uova che compriamo provengono da una produzione artigianale dove galli e galline vivono insieme, saremo interessati a scoprire come riconoscere un uovo fecondato.

A questo proposito, la prima cosa da sapere è che, affinché un pulcino possa nascere da un uovo, deve essere incubato. Quindi, se la gallina non la incuba, possiamo sospettare che l'uovo o non è fecondato o, se lo è, il piccolo non arriverà fino alla fine del processo. In caso di dubbio, possiamo usare un ovoscopio, che non è altro che un dispositivo che illumina completamente l'uovo in modo tale che si possa vedere al suo interno. Possiamo ottenere lo stesso effetto, con un metodo fai da te, con una lanterna di dimensioni simili all'uovo, che useremo completamente al buio. Se vedremo una macchia con delle zampe di ragno, si tratta di un embrione in sviluppo, si tratta, dunque, di un uovo fecondato. In ogni caso, se non verrà incubato, da una gallina o in una incubatrice, la crescita verrà troncata.

Una volta aperto un uovo possiamo anche determinare se è fecondato o meno. Il tuorlo ha una macchia chiamata disco germinale. È il luogo dove lo sperma del gallo entra nell'ovulo e da lì il pulcino inizia a svilupparsi. In un uovo non fecondato questa macchia è bianca e molto piccola, circa 2-3 millimetri. D'altra parte, quando l'uovo viene fecondato, si apprezzerà una specie di occhio di bue con un centro chiaro e un contorno bianco.

Come nasce un pulcino? - Come si riproducono le galline?

Quanto tempo rimane il pulcino nell'uovo?

I polli escono dall'uovo con le piume e gli occhi aperti. Quasi immediatamente sono in grado di camminare e mangiare da soli. Sono conosciuti come cuccioli precoci o nidifughi. Ciò significa che il loro sviluppo all'interno dell'uovo è molto completo. Si stima che dovranno trascorrere 21 giorni, affinché le uova si schiudano, anche se in alcuni casi la schiusa dell'uovo può tardare anche di una settimana, di solito perché la temperatura è inadeguata.

L'ideale sarebbe che sia la gallina a covare le uova in modo che possano svilupparsi correttamente. Tuttavia, se abbiamo trovato uova orfane, sarà necessario utilizzare un'incubatrice per garantire la loro sopravvivenza. Al momento dell'acquisto della macchina, il professionista che ce la vende ci informerà del suo corretto utilizzo. Quello che dobbiamo tenere a mente è che, affinché un uovo possa svilupparsi, è essenziale svolgere il compito di "rotazione manuale" nel caso in cui l'incubatrice non disponga di questa opzione. Questa rotazione deve essere fatta dal giorno 0 al giorno 18 affinché l'embrione si sviluppi bene. Per fare questo, è meglio girare le uova ogni ora o almeno tre volte al giorno. Questi giri non dovrebbero essere a 360º, ma 38-45º e con grande cura. Indubbiamente, un veterinario specializzato ci consiglierà come svolgere questo compito nel miglior modo possibile.

Parti dell'uovo fecondato

Una volta che l'uovo è stato fecondato, l'embrione comincerà a svilupparsi. A questo punto, è normale chiedersi come si nutre il pulcino e come può crescere all'interno dell'uovo. Le parti di un uovo fecondato sono:

  • Guscio: ha la funzione è quella di proteggere il suo contenuto.
  • Albumina-albume: corrisponde all'albume ed è la principale fonte di cibo, composta per lo più da proteine.
  • Tuorlo-vitello: fonte di nutrimento per il pulcino.
  • Liquido amniotico: protegge l'embrione e gli permette di muoversi.
  • Camera d'aria: impedisce l'ingresso di batteri.
Come nasce un pulcino? - Parti dell'uovo fecondato

Come nasce un pulcino da un uovo?

Durante gli ultimi giorni di vita all'interno dell'uovo, il pulcino adotta una tipica posizione di schiusa, cioè con il becco sotto l'ala destra. Appena prima della schiusa, il pulcino occuperà la maggior parte dello spazio dell' uovo, ad eccezione della cosiddetta camera d'aria. Avrà assorbito anche quasi tutto il tuorlo, che, si tratta della parte dell'uovo destinata a nutrire il pulcino. È composto da proteine e grassi. L'assorbimento avviene attraverso la cavità addominale.

Questo processo finisce per rompere l'allantoide, che è una membrana esterna all'embrione che svolge funzioni legate all'escrezione e alla respirazione. Dopo la pausa c'è un aumento dell'anidride carbonica, che rappresenta uno stimolo ad iniziare a respirare attraverso i polmoni. Inoltre, quando la camera d'aria è rotta, il pulcino interamente l'uovo e può iniziare a beccarlo. Dopo l'assorbimento de tuorlo avviene, dunque, la cicatrizzazione dell'ombelico.

Circa 24 ore dopo l'inizio della respirazione polmonare, iniziano gli sforzi del pulcino per uscire e possiamo anche sentirlo cinguettare. Per uscire, il pulcino becca il guscio in direzione opposta alle lancette dell'orologio. Questo processo può durare dalle 10 alle 20 ore, quindi se vi chiedete quanto tempo ci vuole perché un pulcino nasca, ecco la risposta. Va notato che se c'è più di un uovo non tutti si schiudono contemporaneamente. Quando il pulcino riesce a rompere il guscio abbastanza per uscire, si verifica la schiusa. I piccoli escono dall'uovo bagnati e stanchi.

Affinché un pulcino possa svilupparsi e crescere, l'uovo deve essere incubato dalla madre o in strutture adeguate.

Video di pulcini che nascono

Per capire meglio come nasce un pulcino, il seguente video del Santuario di Gaia mostra come, a volte, la madre può aiutare il piccolo. Allo stesso modo, osserviamo che i pulcini nascono con gli occhi aperti e che una volta che si sono ripresi dalla stanchezza per lo sforzo, camminano e si muovono liberamente.

Cosa fare quando un pulcino esce dall'uovo?

Abbiamo già visto come nascono i pulcini, ma a volte ci mettono più di 21 giorni per nascere. Questo può essere dovuto ad un problema di temperatura di incubazione o perché il pulcino è debole o addirittura morto. Se vediamo un uovo con un guscio leggermente rotto e per circa 12 ore non vediamo alcun progresso, possiamo aiutare il piccolo ad uscire. Con delle pinzette e rimuovendo solo piccoli frammenti del guscio. Questo processo è molto delicato e non tutti gli esperti lo consigliano, in quanto affermano che è preferibile lasciare che la natura faccia il suo corso. Inoltre, se il pulcino non è sano, è probabile che muoia. Se si trova nella fase iniziale di respirazione polmonare e sta beccando il guscio, potremmo soffocarlo se interveniamo.

Se l'uovo è stato incubato dalla madre, è molto probabile che sia lei ad aiutare il pulcino ad uscire, come abbiamo visto nel video precedente. Non dobbiamo intervenire, perché potremmo ostacolare il lavoro della gallina o stressarla.

Come prendersi cura di un pulcino?

Ora che sappiamo come nascono i pulcini, dobbiamo conoscere le cure che devono ricevere una volta usciti dall'uovo. Se i pulcini sono con la madre, lei si occuperà di prendersi cura di loro e noi dovremo solo solo fare in modo che altre galline o galli non disturbino la famiglia. Al contrario, se si tratta di pulcini orfani, è importante fornire loro un riparo con la giusta temperatura, e potremo usare una lampada affinché ricevano calore. Lo stabulario deve essere installato in un luogo lontano da altri animali e mantenuto pulito. Non dovremmo metterlo in alto perché una caduta potrebbe essere fatale per i pulcini.

I pulcini devono sempre avere a disposizione acqua e cibo. Quando sono appena nati possono impiegare qualche giorno prima di iniziare a mangiare. La loro dieta deve essere a base di mais, che deve essere in polvere. In stabilimenti specializzati possono consigliarci come preparare il cibo e quali sono i migliori alimenti per il corretto sviluppo del piccolo. Un pulcino senza madre vedrà chi si prenderà cura di lui come tale.

Tra 2-4 settimane dopo la nascita, i pulcini avranno già le piume, quindi non avranno più bisogno di essere tenuti in un ambiente caldo e potranno essere portati in un pollaio. A 8 settimane il loro piumaggio sarà quello di un adulto e potremo dar loro da mangiare una miscela per pulcini in fase di crescita. Intorno ai 5 mesi raggiungeranno la maturità sessuale. Il veterinario avrà il compito di consigliarci le cure relative alla salute. Non perdetevi l'articolo in cui vi spieghiamo in dettaglio come allevare i pulcini!

Se desideri leggere altri articoli simili a Come nasce un pulcino?, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Gestazione.

Scrivi un commento su Come nasce un pulcino?

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Come nasce un pulcino?
1 di 3
Come nasce un pulcino?

Torna su