Condividi

Come prendersi cura del Pesce Combattente

 
Di Piergiorgio Zotti, Copywriter per AnimalPedia. Aggiornato: 16 febbraio 2017
Come prendersi cura del Pesce Combattente

Il Pesce Combattente, conosciuto scientificamente come Betta Splendens e anche come Pesce Siamese Combattente è un animale molto famoso per il proprio colore e il suo aspetto in generale. È un pesce abbastanza facile da gestire se si conoscono alcune norme base per mantenerlo in uno stato di salute.

Il Pesce Combattente si adatta facilmente ai diversi ambienti ed è molto affascinante grazie alla sua forma e ai suoi spettacolari movimenti.

Se vuoi scoprire cosa bisogna fare per prendersi cura del Pesce Combattente continua a leggere questo articolo di AnimalPedia.

Potrebbe interessarti anche: Prendersi cura di un pesce Zebra

Un acquario adeguato

Se vuoi garantire al tuo Pesce Combattente un ambiente simile a quello in cui vivrebbe in natura, devi sapere che questo pesce è originario della Thailandia e abita acque poco profonde. Siccome questi esemplari salgono spesso in superficie per prendere aria, non è strettamente necessario che compri un filtro o un sistema di aerazione.

Le dimensioni dell'acquario o della boccia per il pesce dipenderanno da quanti esemplari vorrai avere.

  • Un solo pesce, maschio o femmina: in questo caso basterà avere una boccia per il pesce di soli 20 litri.
  • Pesci femmine: puoi provare a far convivere qualche esemplare nello stesso acquario, ma devono essere almeno tre affinché stabiliscano una gerarchia. Anche se meno probabile che nel caso dei maschi, può succedere che i pesci si attacchino tra di loro e in questo caso c'è bisogno del terzo esemplare che provi a dividerli. Per migliorare le probabilità di convivenza potresti provare ad adottare delle femmine (sorelle) che hanno convissuto insieme già da piccole. In questo caso è consigliabile utilizzare un acquario di minimo 30 o 40 litri.
  • Un maschio e tre femmine: in questo caso devi stare attento alle aggressioni che potrebbero scaturire tra le femmine, come accennato nel punto anteriore. Scegli un acquario di 40 litri per evitare attacchi fornendo ai Pesci Combattente diversi rifugi dove poter starsene tranquilli.
  • Comunità di Betta Splendens: ti ricordiamo che il Pesce Combattente o Pesce Siamese Combattente è aggressivo per natura, pertanto, a meno che non disponga di un acquario da 100 litri pieno di possibili rifugi, ti sconsigliamo di creare una comunità.
  • Comunità di differenti pesci: devi informarti sui differenti tipi di pesci d'acqua fredda prima di metterli insieme, in maniera da prevenire attacchi e aggressioni. È importante che l'acquario abbia una capacità di almeno 100 litri offrendo diversi ripari.

Inoltre devi sapere...

Non devi mai aggregare due o più maschi da soli, si comporterebbero in maniera molto aggressiva.

È importante che l'acquario sia coperto sulla parte superiore in quanto questi pesci tendono a saltare.

Prova a utilizzare acqua senza cloro ma rinnovala ogni 7 giorni, cambiare metà dell'acqua può essere sufficiente.

La temperatura deve aggirarsi tra 22ºC e 32ºC.

Come prendersi cura del Pesce Combattente - Un acquario adeguato

Componenti dell'acquario

Dovrai fornire al tuo Pesce Combattente diversi elementi dentro l'acquario, scegli quelli più originali per rendere unico il loro habitat:

  • Sabbia o ghiaia: sono consigliabili quelle dalla consistenza più molliccia e fine per far sì che non creino problemi alle piccole pinne dei Pesci Combattente. Inoltre, la ghiaia dovrebbe avere uno spessore minimo di 2 centimetri.
  • Piante acquatiche: scegli sempre quelle naturali per evitare lacerazioni della coda dei pesci. Ti consigliamo la Elodea Densa, la Lenticchia d'Acqua, o il Bambù. Chiedi al negoziante che ti ha venduto il Pesce Combattente quali sono disponibili e scegli in funzione dei tuoi gusti. Resterai sorpreso dall'effetto finale.
  • Pietre: prova a minimizzare l'uso di pietre o di altri elementi che potrebbero danneggiare le pinne del pesce. Due o tre elementi di questo tipo possono essere sufficienti. Sul mercato troverai vari tipi di corredi estetici: piccole navi pirata, statuette di buddah e draghi.
  • Illuminazione: un trucco per rendere ancora più affascinante l'ambiente del nostro acquario è includere illuminazioni di tipo led che troverai facilmente nei negozi specializzati. Ti consigliamo di usare una tonalità blu, celeste, verde o lilla in quanto hanno uno splendido effetto.
  • Nascondigli: specialmente se usi qualche tipo di illuminazione o se ha vari esemplari di Pesce Combattente è imprescindibile che crei dei rifugi in diversi punti dell'acquario. Puoi realizzare dei piccoli nidi con le piante, il cocco, i tronchetti, ecc.

Inoltre devi sapere...

È importante controllare ogni tanto i nostri Pesci Combattente per accertarci che vada tutto bene e che non riportino lacerazioni sul corpo a causa degli elementi dell'acquario o a causa di un altro pesce.

Come prendersi cura del Pesce Combattente - Componenti dell'acquario

Alimentazione del Pesce Combattente

In natura il Pesce Betta si ciba di piccoli insetti che abitano le piante sul fondo dei fiumi e, anche se si tratta di un pesce onnivoro, il Pesce Combattente preferisce alimentarsi come se fosse carnivoro. Zooplancton, larve di zanzara e altri insetti sono di suo gradimento.

  • Sul mercato troverai alimenti specifici per il Pesce Betta in forma di scaglie, granuli o palline. Dovrai offrigli una piccola manciata due o tre volte al giorno.
  • Puoi anche spaziare con la sua dieta offrendogli anche larve di zanzara e vermi tubifex che puoi trovare nei negozi specializzati.

L'alimentazione si ripercuote direttamente sulla salute del Pesce Betta che sarà più attivo e vibrante dopo aver ricevuto corretti supplementi alimentari. Pertanto, ti consigliamo di scegliere sempre alimenti di buona o di ottima qualità.

Come prendersi cura del Pesce Combattente - Alimentazione del Pesce Combattente

Conclusioni

È importante che osservi regolarmente il comportamento e lo stato fisico del tuo Pesce Combattente per essere accertarti che tutto vada bene. Se ci si prende cura correttamente di lui, questo pesce può arrivare a vivere fino a 5 anni!

Se desideri leggere altri articoli simili a Come prendersi cura del Pesce Combattente, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Cure di base.

Scrivi un commento su Come prendersi cura del Pesce Combattente

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Come prendersi cura del Pesce Combattente
1 di 4
Come prendersi cura del Pesce Combattente

Torna su