menu
Condividi

Cosa mangiano le zanzare?

 
Di Nick A. Romero H., Biologo ed educatore ambientale. 6 luglio 2021
Cosa mangiano le zanzare?

Le zanzare sono un gruppo di insetti che appartengono all'ordine dei ditteri e sono presenti in tutto il mondo tranne che nell'Antartico. Anche se chiamiamo, erroneamente, zanzare, molti insetti a causa di alcune somiglianze, le zanzare propriamente dette appartengono alla famiglia Culicidae, sottofamiglie Culicinae e Anophelinae.

Alcuni tipi di zanzare sono completamente innocui, mentre altri possono causare significativi problemi di salute in persone e animali. Il loro modo di alimentarsi provoca situazioni complicate dal punto di vista sanitario. Se vuoi saperne di più continua a leggere questo articolo di AnimalPedia e scopri cosa mangiano le zanzare.

Potrebbe interessarti anche: A cosa servono le zanzare?

Zanzare pericolose e inoffensive

Esistono all'incirca 3.531 specie di zanzare in tutto il mondo, alcune delle quali sono innocue, poiché non pungono persone o altri animali e non trasmettono alcun tipo di malattia, ne sono alcuni esempi: Culex laticinctus, Culex hortensis, Culex deserticola e Culex territans.

D'altra parte, altre specie sono considerate pericolose poiché vettori di diverse malattie che causano enormi problemi di salute. Alcune di queste patologie sono: febbre gialla, dengue, Zika, chikungunya, virus Mayaro, filariasi linfatica (generalmente conosciuta come elefantosi), encefalite e malaria. Possono anche trasmettere vari virus patogeni e in alcuni casi, i morsi causano reazioni allergiche che colpiscono molto le persone. Inoltre, queste zanzare possono infettare anche diversi animali come uccelli, macachi, scimmie, mucche, ecc.

Tra le specie di zanzare pericolose possiamo citare: Aedes aegypti, Aedes africanus, Anopheles gambiae, Anopheles atroparvus, Culex modestus e Culex pipiens.

Cosa mangiano le zanzare? - Zanzare pericolose e inoffensive

Alimentazione delle zanzare

Per quanto riguarda l'alimentazione, possiamo dividere le zanzare in due gruppi. Il primo gruppo, composto da maschi e femmine, si nutre di nettare, linfa e di alcuni frutti. Il loro fabbisogno nutrizionale si basa principalmente su liquidi zuccherini che ottengono dalle piante.

Ne è un esempio il genere Toxorhynchites appartenente alla famiglia Culicidae, un gruppo di zanzare che basa il suo fabbisogno nutrizionale principalmente sull'assunzione di vegetali. Tuttavia, allo stadio larvale, predano le larve di altre specie di zanzare e anche di microrganismi che si trovano nell'acqua. Molte specie in questo stadio si nutrono anche di alghe, detriti, protozoi e anche di piccoli invertebrati.

Il secondo gruppo è caratterizzato da esemplari maschi e femmine che anch'essi si nutrono di nettare, frutta e linfa. Inoltre, le femmine di alcune specie sono ematofaghe, ovvero pungono le persone e alcuni animali e sono in grado di estrarne il sangue. L’alimentazione di base delle zanzare è formata, quindi, da liquidi zuccherini, quali il nettare dei fiori, ad esempio, in grado di fornir loro l'energia necessaria per il volo ma non le proteine indispensabili alla formazione delle uova.

Il sangue non è utilizzato dalla zanzara come cibo, in realtà solo le femmine hanno bisogno di un periodico pasto di sangue per poter assumere quelle sostanze, necessarie allo sviluppo delle loro uova, che la normale dieta di questi insetti non è in grado di fornire.

Come si nutrono le zanzare?

Le zanzare subiscono la metamorfosi e una volta raggiunto lo stadio adulto iniziano un volo casuale alla ricerca di stimoli olfattivi che indicheranno loro dove possono trovare cibo. Ci sono stati studi abbastanza accurati su come si nutrono le zanzare, grazie ai quali conosciamo alcuni dati importanti [1].

Le femmine ematofaghe sono in grado di percepire i composti chimici emessi dal corpo della "preda", la zanzara determina la presenza della vittima dal calore irradiato e l'odore del biossido di carbonio (CO2), che viene rilasciato durante l'espirazione. Questi insetti sono molto sensibili a questi stimoli, in modo che le femmine sono in grado di distinguere tra una fonte di cibo e l'altra per selezionare quella che fornirà loro un miglior "alimento".

Quando una femmina è appoggiata sulla persona o sull'animale è in grado di percepire il battito cardiaco e la temperatura corporea. Quindi cerca di succhiare il sangue da una zona dove il flusso sanguigno è maggiore, che senza dubbio ottimizza il processo.

L'apparato boccale delle femmine è composto da una proboscide più lunga e resistente, adattata a perforare la pelle dell'ospite. Il maschio, invece, ha mascelle sottosviluppate, che non permettono all'animale di mordere attraverso la pelle dell'animale o dell'uomo.

La saliva della zanzara ha una funzione anticoagulante e anestetizzante ma soprattutto svolge un effetto rubefacente, in quanto stimola un aumento del flusso sanguigno nel capillare. Lo scopo biologico sarebbe quello di ridurre i tempi di svolgimento della suzione e permettere perciò alla zanzara di completare il pasto prima della reazione della vittima.

Le zanzare si possono suddividere, inoltre, in

  • antropofile: prediligono il sangue delle persone
  • ornitofile: preferiscono il sangue degli uccelli
  • batraciofile: che preferiscono anfibi e rettili
  • zoofaghe: che in generale preferiscono altri gruppi di animali.
Cosa mangiano le zanzare? - Alimentazione delle zanzare

Perché le zanzare succhiano il sangue?

La maggior parte delle specie di femmine della famiglia Culicidae consuma sangue, ma come già detto, non tutte lo fanno. L'ematofagia assume un ruolo fisiologico nelle femmine poiché l'emoglobina o altre proteine, assunte con la suzione dei fluidi ematici di vertebrati o invertebrati, forniscono l'apporto proteico necessario a completare la maturazione delle uova.

In questo articolo abbiamo potuto osservare quanto affascinante sia il mondo animale, si pensi solo che animali che misurano solo pochi millimetri sviluppano processi così complessi per la propria sussistenza. Inoltre, molte di queste specie possono avere un impatto importante sulla vita delle persone per quanto riguarda la salute.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cosa mangiano le zanzare?, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Curiosità sul mondo animale.

Fonti
  1. Francisco Alberto Chordá Olmos (2014). Biología de mosquitos (Diptera: Culicidae) en enclaves representativos de la Comunidad Valenciana. Tesis Doctoral de la Universidad de Valencia del Programa de Doctorado en parasitología humana y animal. Disponible en: https://core.ac.uk/download/pdf/71024196.pdf
Bibliografia
  • Villarroel, E. (2013). Taxonomía y bionomía de los géneros de Culicidae (diptera: nematocera) de Venezuela: Desarrollo de una clave fotográfica. Tesis para el grado de Licenciado en Biología. Universidad Central de Venezuela, Escuela de Biología, Departamento de Zoología. Disponible en: http://saber.ucv.ve/bitstream/123456789/15807/3/Tesis.pdf

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Cosa mangiano le zanzare?
1 di 3
Cosa mangiano le zanzare?

Torna su