Condividi

I gatti hanno buona memoria?

 
Di Mariana Castanheira, Veterinaria di AnimalPedia. Aggiornato: 8 settembre 2017
I gatti hanno buona memoria?

Vedi schede di Gatti

I gatti hanno memoria? Ti è mai capitato di chiamare il tuo gatto per nome senza vedere una reazione da parte sua? Ti sorprende vedere che il micio sia capace di tornare a casa da solo anche quando è lontano? In questo caso si tratta di memoria o istinto?

Spesso tendiamo a pensare che gli animali, anche quelli che sono stati addomesticati, non sono capaci di ricordare ciò che gli accade e di imparare da tali situazioni, ma quando si ha un animale in casa ci si ricrede. In questo articolo di AnimalPedia vogliamo fare luce sulla questione, per cui risponderemo alla domanda: i gatti hanno buona memoria?

Potrebbe interessarti anche: La memoria del cane

Il gatto ha memoria?

Come accade per il resto degli animali, compresi gli esseri umani, la memoria del gatto risiede in una sezione del cervello. Il cervello del gatto occupa meno dell'1% della sua massa corporea, ma quando si parla di memoria e di intelligenza ciò che conta è il numero di neuroni presenti.

Il gatto ha trecento milioni di neuroni. Cosa ci indica questo dato? Per avere un termine di paragone, devi sapere che i cani, invece, possiedono solo centosessanta milioni di neuroni, per cui dal punto di vista biologico la memoria dei gatti è superiore a quella dei cani.

Degli studi hanno dimostrato che la memoria a corto termine dei gatti dura circa 16 ore, per cui riescono a ricordare eventi recenti. I gatti hanno buona memoria, quindi, soprattutto se si tratta di eventi recenti. Tuttavia, affinché passino a formar parte della memoria a lungo termine, tali eventi devono essere significativi e avere una certa importanza vitale per il gatto, criterio in base al quale avviene la selezione e si conserva il ricordo come un'esperienza utile per il futuro. Il meccanismo attraverso il quale avviene questo procedimento resta ancora oggi sconosciuto.

La memoria dei gatti domestici, oltre a essere selettiva, è episodica. Ciò significa che i gatti sono in grado di ricordare dove si trovano certe cose, persone, abitudini, eventi positivi e negativi, il tutto perché hanno già vissuto tali esperienze. I felini ricordano tutte quelle esperienze per loro intense e significative.

Come accade per gli esseri umani, grazie a vari studi è stato possibile verificare che in molti felini la capacità cognitiva, e quindi i ricordi, sfumano e si perdono man mano che il tatto invecchia, condizione che viene chiamata disfunzione cognitiva felina e che colpisce i gatti che hanno più di 12 anni. Ovviamente, non tutti i gatti ne soffrono.

I gatti hanno buona memoria? - Il gatto ha memoria?

Il gatto impara attraverso la memoria?

Tramite l'osservazione e le esperienze vissute, il gatto impara tutto ciò di cui ha bisogno per vivere bene. Tuttavia resta un dubbio: come impara da ciò che ha visto e vissuto? Abbiamo visto che il gatto ha buona memoria, quindi attraverso essa seleziona ciò che gli tornerà utile e che gli permette di reagire correttamente di fronte a determinati stimoli quando si presenterà la stessa situazione in futuro.

La memoria dei felini funziona così, sia se si tratta di animali domestici che di animali selvatici perché sin da piccoli osservano la mamma per imparare tutto ciò di cui hanno bisogno per sopravvivere. Il processo di apprendimento attraverso la memoria è legato alle esperienze vissute dal gatto, buone o cattive che siano. È per questo che reagisce in un certo modo quando è ora di mangiare o quando si trova di fronte ad alcuni animali o persone.

Tale sistema permette al gatto di mettersi in salvo in caso di pericolo; inoltre gli permette di capire chi è il padrone e di associare a questa figura esperienze positive, come cibo, coccole e momenti di gioco.

Ciò che impara il gatto è legato direttamente ai benefici che può trarre dall'apprendimento: se considera che un'esperienza non è utile, probabilmente verrà eliminata con la memoria a corto termine. È per questo che spesso è così difficile insegnargli a non graffiare determinati oggetti o mobili. Tuttavia è possibile insegnargli a usare il tiragraffi e fargli capire che se vuole graffiare qualcosa, questo è l'oggetto per farlo.

Quanto dura la memoria del gatto?

Ancora non è stato determinato quanto durano i ricordi del gatto. Secondo alcuni studi, la memoria del gatto durerebbe solo tre anni, ma chiunque abbia uno di questi animali potrà essere d'accordo o meno. Infatti, se un micio ha vissuto un'esperienza particolarmente traumatica tempo prima, è possibile che la memoria a lungo termine duri più a lungo.

Tuttavia ancora non esiste un'opinione assoluta a riguardo. Ciò che è certo è che i gatti sono in grado di ricordare situazioni che possono essere positive o negative e ciò gli serve per sapere se le possono ripetere o meno. Inoltre ricordano anche le persone o altri animali e le sensazioni associate a tali esseri viventi.

Infine, il gatto ha anche memoria spaziale. Grazie a questa memoria è in grado di imparare velocemente dove si trovano gli oggetti dentro casa, soprattutto quelli che gli interessano, come letto, ciotole e lettiera. Per lo stesso motivo osserverà con interesse qualsiasi nuovo oggetto o mobile aggiunto dentro casa.

Ti sorprende che il tuo gatto salti sul letto o sul divano poco prima che tu ti stenda o ti sieda? Pochi giorni con te sono sufficienti per memorizzare le tue abitudini: quando esci di casa, quando torni, quando ti alzi, ecc.

I gatti hanno buona memoria? - Quanto dura la memoria del gatto?

Se desideri leggere altri articoli simili a I gatti hanno buona memoria?, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Curiosità sul mondo animale.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

I gatti hanno buona memoria?
1 di 3
I gatti hanno buona memoria?

Torna su