Condividi

Quante dita hanno i gatti?

Di Cecilia Natale, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. Aggiornato: 1 agosto 2018
Quante dita hanno i gatti?

Vedi schede di Gatti

Vi siete mai chiesti quante dita ha un gatto? Molte persone credono di poter rispondere a questa domanda semplicemente guardando le zampe del gatto e contando i cuscinetti delle zampe, mentre altre pensano che il micio abbia 20 dita, 5 per zampa, così come noi esseri umani abbiamo 5 dita per mano. In questo articolo di AnimalPedia risponderemo alla domanda quante dita hanno i gatti, svelando alcuni dubbi che molte persone hanno a riguardo.

In ogni caso ti anticipiamo che i gatti hanno 18 dita, non 20. Ma come mai? Questo numero è sempre lo stesso oppure può variare in alcune razze o in alcuni esemplari? È preoccupante? Continua a leggere per conoscere la risposta a tutte queste domande!

Potrebbe interessarti anche: I gatti hanno sentimenti?

Come contare le dita del gatto?

Se hai un gatto e hai provato a contargli le dita delle zampe, probabilmente il gatto ti avrà graffiato o avrà cercato di sfuggirti. I gatti sono particolarmente sensibili in alcune parti del corpo, in particolar modo le zampe e i cuscinetti. Il micio sente un grande fastidio quando gli vengono toccate le zampe, per questo reagisce graffiando o aggredendo all'improvviso se cerchi di contargli le dita.

Quante dita ha un gatto?

Come abbiamo anticipato, in generale i gatti possiedono 18 dita, 5 dita nelle zampe anteriori e 4 in quelle posteriori. Come si spiega tale differenza tra le dita delle zampe anteriori e quelle posteriori? Devi sapere che le dita delle zampe del gatto lo aiutano a tenersi in piedi e a muoversi e camminare. Ma allora perché c'è questa differenza?

Il dito "extra" che si trova in ciascuna zampa anteriore del gatto prende il nome di sperone e la sua funzione principale è quella di garantire la stabilità del gatto dopo un salto, aiutarlo a reggersi in piedi se sta per scivolare, arrampicarsi con abilità e soprattutto cacciare e afferrare le proprie prede con efficienza maggiore. Perciò tale differenza nel numero delle dita delle zampe è una caratteristica propria dei gatti sani.

Vuoi sapere se la stessa cosa succede anche al cane? Leggi il nostro articolo sulle dita del cane.

Come si chiamano le unghie del gatto?

Attenzione: contare il numero di cuscinetti delle zampe non indica quante dita hanno i gatti. Infatti, osservando le zampe del micio noterai che ne ha 24, 7 nelle zampe anteriori e 5 in quelle posteriori. I cuscinetti sono diversi dalle unghie (che nei gatti si chiamano artigli) e inoltre hanno funzioni diverse. I cuscinetti servono per proteggere le zampe del gatto e ad attutire il rumore dei passi del micio quando cammina, funzione molto utile quando va a caccia, perché gli permette di non essere sentito dalle sue prede. I cuscinetti sono molto importanti anche perché attraverso di essi il gatto suda e marca il territorio con il proprio odore.

Inoltre, nelle zampe, possiamo osservare anche un paio di cuscinetti a forma di uncino nelle zampe anteriori, molto importanti perché li aiutano a frenare e a non scivolare o a fermarsi e rallentare quando corre. Possiamo concludere dicendo che quindi i gatti possiedono un cuscinetto per dito, un cuscinetto più grande nel mezzo e, nelle zampe anteriori, un paio di cuscinetti che li aiutano a frenare e a controllare i movimenti.

Quante dita hanno i gatti? - Come si chiamano le unghie del gatto?

Gatti polidattili: cosa significa?

Se il tuo gatto ha più di 18 dita non preoccuparti: si tratta di un'anomalia genetica molto comune tra i gatti e non è sinonimo di malattie e problemi di salute. Quando succede, si parla di gatto polidattili e la condizione genetica della polidattilia è ereditaria.

Perciò, se fai accoppiare due gatti e uno dei due è un gatto polidattile, esiste il 50% delle possibilità che i cuccioli nascano con tale condizione. I gatti polidattili possono avere più di 7 dita in ciascuna delle 4 zampe, anche se è più frequente che colpisca quelle posteriori.

Quante dita hanno i gatti? - Gatti polidattili: cosa significa?

Gatto polidattile: razze predisposte

Anche se la polidattilia nei gatti può colpire i mici di tutto il mondo, esistono zone in cui la concentrazione di gatti polidattili è di gran lunga superiore. Infatti, nelle razze americane, in quelle asiatiche ed europee è molto più probabile. Si pensa che tale distribuzione derivi da un'antica credenza popolare secondo la quale i gatti con la polidattilia portavano fortuna ai marinai. È per questo motivo che in diversi posti è stato promosso l'incrocio di gatti polidattili che di conseguenza hanno dato vita a razze e linee di sangue che possiedono questa caratteristica morfologica, come per esempio il Maine Coon.

Tuttavia si tratta di una condizione che genera diverse controversie tra gli esperti di felini: c'è chi sostiene che debba essere eliminata e chi invece sostiene che la polidattilia debba essere incentivata. Cosa ne pensi?

Inoltre, è interessante sottolineare che raramente si osserva la polidattilia nei felini di grandi dimensioni, come leopardi, leoni, ecc.

Quante dita hanno i gatti? - Gatto polidattile: razze predisposte

Se desideri leggere altri articoli simili a Quante dita hanno i gatti?, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Curiosità sul mondo animale.

Bibliografia

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
1 commento
Sua valutazione:
Hank Talking
Il mio 18 dita.
Quello sulla foto NON è il mio gatto.

Quante dita hanno i gatti?
1 di 4
Quante dita hanno i gatti?

Torna su