Condividi

Le malattie più comuni dei criceti

 
Di Cecilia Natale, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. Aggiornato: 24 maggio 2017
Le malattie più comuni dei criceti

Se stai pensando di adottare uno di questi roditori, è molto importante conoscere le malattie più comuni dei criceti per poterle prevenire e curare per tempo. Essendo creature principalmente notturne, a volte è difficile accorgersi dei sintomi delle malattie più comuni, proprio perché spesso è difficile vederli durante il giorno, soprattutto d'inverno. Ti consigliamo di controllare ogni settimana il tuo criceto per assicurarti che non abbia nessuna malattia.

Oltre a una corretta alimentazione e igiene della gabbia, dovrai prenderti cura del tuo piccolo amico con attenzioni specifiche e cercando di prevenire le malattie più comuni dei criceti.

Potrebbe interessarti anche: Malattie dei cani: le più comuni

Ascessi e infezioni

Gli ascessi sono bozzi di pus sottocutanei in genere dolorosi, normalmente di colore rosso, che vengono in rilievo sulla pelle. possono formarsi in qualsiasi parte del corpo a causa di una reazione del sistema immunitario. Sono diversi dai tumori perché di solito rimangono resti di ferite dove si erano formati.

Questi bozzi compaiono in seguito a infezioni batteriche o parassitarie, tagli o morsi non curati. La cura dipende dalla gravità dell'infezione o dell'ascesso, anche se di solito è sufficiente aprirlo, pulire bene la zona infetta e curare la ferita con una pomata. Se questo trattamento non dovesse essere sufficiente, il veterinario può consigliare antibiotici per eliminare del tutto l'infezione.

Le malattie più comuni dei criceti - Ascessi e infezioni

Acari e funghi

Altre delle malattie più comuni dei criceti sono acari e funghi. Questi parassiti sono già presenti nei criceti, ma la situazione può aggravarsi in casi di stress, sistema immunitario debole, infezioni batteriche o cutanee, cattiva alimentazione o mancanza di igiene nella gabbia. Possono comparire anche per contagio con altri animali infestati da parassiti.

I sintomi di acari e funghi nei criceti si possono riconoscere perché l'animale si gratta eccessivamente, ha la pelle irritata e parti senza pelo, si formano eczemi e croste e si muove più del normale.

La cura dipende dal tipo di acari o funghi presi dal criceto, ma in generale basta disinfettare bene l'animale e la sua gabbia con prodotti appositi (sempre consigliati e prescritti dal veterinario), dare da mangiare correttamente al criceto e tenere sempre pulita la sua gabbia. In caso di rogna, sarà necessario portare urgentemente il criceto dal veterinario. Questa malattia si riconosce perché oltre ai sintomi descritti produce anche bolle sugli arti, orecchie e muso.

Le malattie più comuni dei criceti - Acari e funghi

Raffreddore, bronchite e polmonite

Il raffreddore è una delle malattie più comuni dei criceti e, in casi gravi e non ben curati, può trasformarsi in bronchite o polmonite. Queste malattie di solito compaiono quando l'animale è esposto a bruschi cambiamenti di temperatura o se è spesso esposto a correnti d'aria.

I sintomi includono difficoltà respiratorie, inappetenza, starnuti, lacrimazione, gobba, brividi e naso umido. Se non si cura bene il raffreddore, i sintomi persistono e compaiono anche tosse, moccio, arrossamento del muso e ronzio quando respira, è probabile che il criceto abbia la bronchite o persino una polmonite.

La cura, in questi casi, è simile alla terapia seguita dagli umani. Sarà necessario tenere l'animale al caldo e asciutto, farlo risposare, dargli cibi nutrienti e portarlo dal veterinario per sapere se ha bisogno di antibiotici o altri farmaci.

Le malattie più comuni dei criceti - Raffreddore, bronchite e polmonite

Mal della coda bagnata

La coda bagnata o wet tail è una delle malattie più famose e contagiose nei criceti. Si tratta di una malattia molto simile alla diarrea e spesso le due patologie vengono confuse, anche se non sono la stesa cosa.

Il mal della coda bagnata colpisce i criceti più piccoli (3/10 settimane), soprattutto quelli che sono stati appena svezzati per problemi di stress, cattiva alimentazione o igiene della gabbia o per la presenza di molti altri cuccioli. È causato da batteri presenti nell'intestino dell'animale, chiamati colibatteri, ma che viene provocata da alcune delle cause precedentemente elencate. Il periodo di incubazione è di 7 giorni e i sintomi più evidenti sono diarrea abbondante e acquosa, coda e zona anale molto sporche e dall'aspetto bagnato, perdita di appetito e conseguente disidratazione e gobba.

La cura per questa malattia è simile a quella di una gastroenterite o della diarrea. Bisogna reidratare e nutrire bene l'animale, tenerlo lontano dagli altri compagni per evitare il contagio, portarlo dal veterinario perché gli prescriva degli antibiotici e disinfettare completamente la gabbia e tutto ciò che si trova all'interno.

Le malattie più comuni dei criceti - Mal della coda bagnata

Diarrea e stitichezza

La diarrea e la stitichezza sono malattie comuni dei criceti che hanno sintomi del tutto opposti e per questo sono totalmente diverse una dall'altra.

Nel caso della diarrea, l'animale presenta degli escrementi pastosi o liquidi, inappetenza, poca voglia di attività e zona anale molto sporca (per questo spesso viene confusa con il mal della coda bagnata). La diarrea può essere prodotta da infezioni batteriche, alimentazione eccessiva soprattutto a base di prodotti freddi, mancanza di igiene della gabbia e degli oggetti all'interno. In questo caso, la cura consiste nell'idratare il criceto con molta acqua, eliminare gli alimenti freddi dalla sua dieta (frutta e verdura dall'effetto lassativo), dargli alimenti astringenti come il riso bollito, pulire la regione anale per evitare ulteriori infezioni e andare dal veterinario perché prescriva degli antibiotici.

In caso di stitichezza, invece, il criceto non produrrà escrementi o ne produrrà di meno e saranno piccoli e duri. Inoltre avrà l'ano gonfio e leggermente umido e potrà mostrare segni di dolore, inappetenza e gonfiore dell'addome. Di solito la stitichezza è dovuta a una cattiva alimentazione e la cura consiste nel dargli molta acqua e frutta e verdura dall'effetto lassativo.

Le malattie più comuni dei criceti - Diarrea e stitichezza

Ferite o occlusioni delle tasche guanciali

Le tasche guanciali sono borse o sacchi che hanno molte scimmie e molti roditori nelle guance e che vengono usate per immagazzinare il cibo. A volte possono ostruirsi o presentare ferite e/o piaghe. A differenza degli esseri umani, la parete interna delle guance non è umida e possono comparire ferite o ascessi quando vengono ingeriti alimenti in cattivo stato o appiccicosi perché il criceto non riesce a svuotare le tasche. È possibile accorgersi che il criceto soffre per questo motivo perché le guance saranno infiammate e gonfie.

In questo caso, bisognerà portare il criceto dal veterinario perché gli pulisca e svuoti le tasche guanciali con delicatezza, rimuovendo tutti gli alimenti che possano essere rimasti all'interno.

Le malattie più comuni dei criceti - Ferite o occlusioni delle tasche guanciali

Morsi, tagli e lesioni

In molte occasioni, i criceti entrano in contatto con altri loro simili e nelle loro lotte, o semplicemente quando giocano, possono mordersi e ferirsi.

Normalmente un criceto pulisce da solo le ferite superficiali, che spariscono in pochi giorni. Se si nota però che il criceto ha ferite gravi o emorragie, bisognerà curarle con attenzione pulendole, applicando una pomata antibiotica apposita per evitare infezioni e, se necessario, tagliare leggermente il pelo. In caso di infezione, si consiglia di portare il criceto dal veterinario.

Le malattie più comuni dei criceti - Morsi, tagli e lesioni

Irritazione o infezione degli occhi

Le irritazioni o infezioni degli occhi dei criceti sono altre delle malattie più comuni dei criceti. Possono derivare da una lite con un altro criceto, da polvere, sporcizia, fieno e legno o da infezioni batteriche. In base alla causa l'infezione sarà di entità e di tipo diverso.

I sintomi sono lacrimazione eccessiva, occhi gonfi, chiusi e/o visibilmente infetti e molte cispe. Se la lesione oculare è lieve, è possibile pulire l'occhio infetto con un panno inumidito con acqua tiepida finché il criceto non apre l'occhio. Una volta aperto, dovrai applicare una soluzione salina tipo gocce o collirio per gli occhi. Se la lesione è grave, sarà necessario andare dal veterinario perché ti dia un farmaco adeguato, come una pomata antibiotica.

Le malattie più comuni dei criceti - Irritazione o infezione degli occhi

Tumore o cancro

I tumori sono bozzi interni o esterni che compaiono nei criceti così come accade nel resto dell specie e possono essere benigni o maligni. Se il tumore è maligno ed ha la capacità metastatica in luoghi distanti dal tumore originale, viene chiamato cancro.

Tali bozzi sono diversi da altri come le cisti, per che quando vengono toccati non si muovono. Compaiono per diversi motivi, ma il più comune è la vecchiaia. Clicca sul link se vuoi saperne di più su quanto vive un criceto. I sintomi più evidenti sono protuberanze esterne e interne (anche se in quest'ultimo caso sono molto più difficili da individuare e, quindi, da curare perché non vengono riconosciuti in tempo), un aspetto malato in generale, scarsa attività e perdita di peso e di pelo.

I tumori esterni possono essere asportati mediante un'operazione eseguita dal veterinario, anche se non è detto che non ricompaiano. Anche i tumori interni sono operabili, ma sono molto più difficili da individuare ed asportare, principalmente per le dimensioni ridotte del criceto. Il trattamento dipende dall'età e dallo stato della protuberanza.

Le malattie più comuni dei criceti - Tumore o cancro

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Le malattie più comuni dei criceti, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Prevenzione.

Scrivi un commento su Le malattie più comuni dei criceti

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Le malattie più comuni dei criceti
1 di 10
Le malattie più comuni dei criceti

Torna su