Farmaci

Il mio cane ha la vulva gonfia

 
Giovanni Rizzo
Di Giovanni Rizzo. 12 maggio 2022
Il mio cane ha la vulva gonfia
Cani

Vedi schede di Cani

Una cane femmina può avere una vulva infiammata per un semplice motivo come l'arrivo del calore, o per cause gravi come la presenza di infezioni, infiammazioni vaginali, tumori, cisti, l'inizio di un prolasso o l'intrusione di corpi estranei. Pertanto, una volta appurato che il cane non è in calore, è necessario consultare il veterinario il prima possibile per ottenere una diagnosi e stabilire il trattamento migliore. Alcune delle cause possono portare alla morte del cane se non vengono trattate in tempo, quindi un vostro intervento rapido è fondamentale per il suo benessere.

In questo articolo di AnimalPedia vi illustriamo le cause più comuni della vulvite, o infiammazione della vulva, in modo che possiate raccogliere il maggior numero di informazioni possibili e rivolgervi a uno specialista. Continuate a leggere per scoprire perché il vostro cane ha la vulva gonfia e infiammata.

Sommario

  1. Il mio cane ha la vulva gonfia e sanguina
  2. Il mio cane ha la vulva infiammata e non è in calore
  3. Il mio cane ha la vulva gonfia e arrossata
  4. Il mio cane è incinta e ha la vulva gonfia

Il mio cane ha la vulva gonfia e sanguina

Se la tua femmina di cane ha i genitali gonfi, sanguina e ha un'età compresa tra i 6 mesi e l'anno, molto probabilmente sta vivendo il suo primo calore. Non si tratta di una scienza esatta e quindi non esiste un'età fissa per tutti i cani. In generale, nei cani di piccola taglia questo avviene intorno ai 6 mesi, in quelli di taglia media o grande tra i 7 e i 13 mesi, mentre le razze giganti possono impiegare fino a 16 mesi.

Oltre a sanguinamenti lievi o evidenti e il gonfiore della vulva, la femmina di cane in calore mostra anche altri sintomi:

  • È più ricettiva nei confronti dei cani maschi.
  • Cerca di avvicinarsi ai cani maschi durante le passeggiate.
  • I maschi si avvicinano a lei per annusare le sue parti intime.
  • La vulva diventa più scura.
  • Si lecca spesso la vulva.

Se è stato possibile confermare che il cane non è in calore, a causa dell'età o perché tenete traccia del suo ciclo mestruale, o se si ha la sensazione che il calore si stia protraendo più a lungo del solito, il gonfiore della vulva e il sanguinamento possono avere altre cause:

  • Cisti ovariche. Sebbene esistano vari tipi di cisti ovariche a seconda della loro natura, le più comuni sono quelle funzionali. Queste cisti provocano uno stato di estro costante, cioè ai nostri occhi sembra che il cane sia in calore costantemente. Pertanto, se 40 giorni dopo le prime perdite si sangue il cane presenta ancora una vulva infiammata e sanguina, è consigliabile recarsi dal veterinario per effettuare degli esami per confermare o escludere la presenza di cisti.
  • Tumori dell'ovario. Mentre le cisti sono più comuni nelle femmine di cane di età inferiore ai 5 anni, i tumori si sviluppano spesso nei cani di età superiore a un lustro. Allo stesso modo, alcuni tumori ovarici provocano anche cisti, quindi è possibile che si verifichino entrambe le cause. Di solito non sono molto comuni nei cani femmine, tuttavia, in caso di sospetto, è necessario consultare uno specialista per far esaminare il vostro animale, poiché a seconda del tumore e dello stato in cui si trova, il trattamento e l'aspettativa di vita dell'animale possono variare.
  • Sindrome dell'ovaio residuo. Come per i problemi precedenti, si manifesta come un calore permanente ma, in questo caso, in cani sterilizzati. Questo accade quando, durante la sterilizzazione, parte del tessuto ovarico è rimasto intrappolato nella cavità addominale, causando perdite di sangua e altri segni propri del calore.
  • Piometra. Si tratta di un'infezione uterina i cui sintomi principali sono perdite mucose che possono essere accompagnate da sangue. In questo caso, la condizione è probabilmente in fase avanzata e occorre consultare immediatamente il veterinario. Si differenzia dalle altre cause perché la sostanza escreta è molto più densa, chiara, biancastra o sanguinolenta. Si tratta di un problema grave che deve essere trattato con urgenza per poter salvare la vita dell'animale.
  • Presenza di corpi estranei. Se un corpo estraneo entra nella cavità vaginale del cane e provoca una lesione, sia alla vagina che alla vulva, è molto probabile che l'animale presenti parti gonfie e sanguinanti.
Il mio cane ha la vulva gonfia - Il mio cane ha la vulva gonfia e sanguina

Il mio cane ha la vulva infiammata e non è in calore

Quando la possibilità che il cane possa essere in calore è stata completamente esclusa e l'animale presenta una vulva gonfia ma non sanguina, le cause possono anche essere legate alla presenza di infezioni, infiammazioni, malattie o patologie gravi. I motivi più comuni di infiammazione genitale in una cane che non sanguina sono:

  • Vaginite. Si tratta della cosiddetta infiammazione della vagina, che può essere causata da molteplici fattori, tra cui i più comuni sono la presenza di infezioni urinarie o uterine (virali o batteriche), malformazioni congenite o l'intrusione di corpi estranei. Il sintomo principale è l'infiammazione della vulva o del vestibolo vaginale del cane; a seconda della causa scatenante, l'animale può manifestare altri sintomi come secrezione di pus o muco, prurito, leccamento eccessivo, ecc.
  • Prolasso uterino. Si distingue per il gonfiore della vulva e un piccolo nodulo che sporge dall'orifizio. Con il progredire del prolasso, il nodulo cresce e le condizioni del cane peggiorano, diventa svogliato, apatico... È necessario consultare un veterinario al primo segno di prolasso, in modo da poter intervenire immediatamente per salvare la vita dell'animale. In generale, si verifica nelle femmine di cane che hanno partorito una o più volte, ma può anche verificarsi in quelle che non sono mai state incinte.
  • Prolasso vaginale. Ad occhio nudo, i segni fisici sono gli stessi del prolasso uterino, quindi solo un veterinario può diagnosticare il tipo di prolasso e il trattamento. Sebbene si manifesti solitamente nei cani che hanno partorito o, in alcuni casi, durante la gravidanza, può svilupparsi anche nei cani che non hanno mai vissuto una gestazione.
  • Infezione dell'utero o delle ovaie. Come abbiamo visto nella sezione precedente, la piometra non sempre presenta perdite di sangue, quindi se la vulva è gonfia e si nota la fuoriuscita di pus o perdite dense, è necessario consultare uno specialista per verificare se il cane soffra o meno di questa patologia e iniziare il trattamento.
  • Trauma. È causato da un colpo o da una ferita che, oltre a far gonfiare la vulva del cane, può provocare una perdita di sangue.

L'immagine mostra un prolasso uterino.

Il mio cane ha la vulva gonfia - Il mio cane ha la vulva infiammata e non è in calore

Il mio cane ha la vulva gonfia e arrossata

Di solito, quando un cane presenta una vulva gonfia, infiammata, arrossata o irritata, questo è dovuto a una reazione allergica o a una dermatite da contatto. Questa condizione è provocata dall'ipersensibilità della pelle a contatto diretto con una o più sostanze specifiche. I prodotti chimici sono i principali allergeni, ma non sono gli unici: anche gli oggetti di uso quotidiano, come il collare, i giocattoli o la lettiera dell'animale possono provocare una dermatite da contatto. Quindi, se avete appena cambiato la cuccia del vostro cane e lei ha iniziato a manifestare i sintomi di cui sopra (vulva infiammata e irritata), oltre a prurito, leccamento eccessivo e perdita di pelo dalla zona interessata, è probabile che tale condizione sia il problema. D'altra parte, il cane può anche sviluppare gli stessi segni in altre aree altrettanto sensibili, come le altre membrane mucose (gengive e palpebre), quindi non sorprende che possa grattarsi gli occhi o il muso nel tentativo di alleviare il prurito.

D'altro canto, l'infiammazione e l'arrossamento della vulva possono anche essere dovuti a una iperplasia vaginale molto avanzata. Di solito si sviluppa nelle femmine di cane di età inferiore ai 5 anni che non sono state sterilizzate, come risultato di una reazione eccessiva del tessuto agli estrogeni. L'infiammazione peggiora se il problema non viene trattato adeguatamente e la vulva può diventare esageratamente gonfia e rossa. L'iperplasia può essere causata anche da un prolasso vaginale, per cui una visita dal veterinario è obbligatoria non appena si notano i primi sintomi.

Il mio cane è incinta e ha la vulva gonfia

Quando un cane è in periodo di gestazione e si avvicina il momento del parto tende ad avere una vulva marcatamente gonfia e in alcuni casi perde anche sangue. Questo sintomo può comparire circa due o tre giorni prima della nascita dei cuccioli ed è spesso accompagnato da altri segni come la preparazione della cuccia o un atteggiamento nervoso e agitato. Per verificare se il motivo è davvero questo, non esitate a recarvi dal veterinario. Tenete presente che la gravidanza dura tra i 59 e i 67 giorni, quindi se il vostro cane si trova in questo periodo, iniziate a prepararvi per l'arrivo dei cuccioli.

Se la vostra femmina di cane gravida presenta una vulva gonfia e manca ancora un po' di tempo al parto, perché avete monitorato attentamente la gestazione, è possibile che si stia verificando un prolasso vaginale. Questa condizione è rara, può essere diagnosticata e trattata solo da uno specialista che deve farlo il prima possibile.

Il mio cane ha la vulva gonfia - Il mio cane è incinta e ha la vulva gonfia

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Il mio cane ha la vulva gonfia, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Farmaci.

Bibliografia
  • Hermo, G. A.; Rimavicius, F.; Gonzalez, D. Tumores del aparato reproductor femenino en caninos y felinos (ovario y útero). Consejo Nacional de Investigaciones Científicas y Técnicas.
  • Esquivel Lacroix, C. Alteraciones del aparato reproductor de la perra.
  • Carlos Sorribas, M. V. Enfermedades reproductivas más frecuentes en la hembra canina.
  • Ávila García, J.; Cruz Hernández, G. E. Prolapso vaginal y prolapso uterino. Facoltà di Medicina Veterinaria e Zootecnia dell'Università Nazionale Autonoma del Messico.
  • Gonzalez, K. Hiperplasia y prolapso vaginal en perras. Publicato nella Rivista Veterinaria Argentina.
Scrivi un commento
Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
1 di 4
Il mio cane ha la vulva gonfia