Condividi

Metronidazolo al cane- Dosaggio, uso ed effetti collaterali

 
Di María Besteiros. 21 settembre 2019
Metronidazolo al cane- Dosaggio, uso ed effetti collaterali

Vedi schede di Cani

Il metronidazolo per cani è un farmaco che si usa con una certa frequenza in veterinaria. È un principio attivo che si utilizza anche in medicina, ma anche se abbiamo questo prodotto tra i farmaci in casa non dovremo mai darlo al nostro cane. Solo il veterinario, dopo aver esaminato il cane, può prescrivere questo farmaco spiegandoci le tempistiche ed i dosaggi adeguati.

In questo articolo di AnimalPedia parleremo approfonditamente del metronidazolo, dei suoi usi come farmaco, i dosaggi e alcuni effetti secondari che può provocare.

Potrebbe interessarti anche: Sverminare il cane in modo naturale

Cos'è il metronidazolo

Il metronidazolo è un antibiotico e un antiprotozoario. Questo significa che è efficace per combattere infezioni causate da batteri anaerobici, cioè quelli che non necessitano di ossigeno, oppure per eliminare parassiti digestivi come la giardia lamblia. Si tratta quindi di una antibiotico ed antiinfiammatorio intestinale.

Metronidazolo al cane- Dosaggio, uso ed effetti collaterali - Cos'è il metronidazolo

Uso del metronidazolo per cani

Gli usi specifici del metronidazolo sono di solito relazionati con le infezioni dell'apparato digerente, ma questo farmaco si può applicare anche in casi di problemi urogenitali, alla bocca, alla gola e nelle lesioni cutanee. Soprattutto è ricorrente usare il metronidazolo quando i cani hanno la diarrea, ma sarà il veterinario a doverlo ricettare, visto che non tutte le diarree possono essere curate con questo farmaco.

Una delle cause più frequenti di diarrea nei cani sono i parassiti, ma non si utilizza di solito il metronidazolo per sverminare i cani. Questo prodotto si riserva ai casi in cui si trovino tracce di giardia nelle feci del cane o si sospetta la sua presenza. Questi parassiti sono più frequenti negli animali giovani, il cui sistema immunitario non è ancora ben sviluppato. Visto che si tratta di un farmaco abbastanza sicuro, il veterinario potrà prescriverlo anche ai cuccioli.

Altri tipi di diarrea che si curano con il metronidazolo sono quelle che sono diventate croniche, come quelle prodotte da malattie infiammatorie dell'intestino. Il metronidazolo può anche ricettarsi insieme ad altri farmaci.

Come dare il metronidazolo al cane

Il metronidazolo si può trovare in varie presentazioni, che ne facilitano la somministrazione, visto che ci permette di calcolare la dose sul peso del cane e scegliere la maniera migliore di assumerlo. Il veterinario sceglierà se usare le compresse, che si possono dividere in due e di solito si usano per cani di tagliare grande, oppure lo sciroppo per cani più piccoli o cuccioli. Potremo scegliere entrambe le presentazioni secondo la comodità e il caso.

In altri casi più specifici il veterinario opterà per metronidazolo in soluzione iniettabile, di solito lo si utilizza in casi gravi in cui il medicinale deve essere assunto per via endovenosa.

Metronidazolo al cane- Dosaggio, uso ed effetti collaterali - Come dare il metronidazolo al cane

Dosaggio del metronidazolo al cane

La dose raccomandata da somministrare al cane è di solito di 50 mg al giorno per ogni kg di peso corporeo, durante un minimo di 5-7 giorni. In ogni caso sarà sempre e solo il veterinario ad indicarci modi e tempistiche dell'assunzione del farmaco, oltre che la durata del trattamento.

Trattandosi di un antibiotico, anche se vediamo che il cane migliora notevolmente, dovremo continuare a dare il farmaco al cane per tutti i giorni che ci ha indicato il veterinario e mai sospendere la cura in anticipo, in modo che non si presentino recrudescenze di infezione batterica.

Effetti collaterali del metronidazolo al cane

Il metronidazolo è un farmaco che di solito non provoca gravi effetti collaterali, per cui le reazioni spiacevoli sono molto rare. Se si verificano, di solito sono problemi gastro-intestinali, come vomito o perdita dell'appetito, sonnolenza, debolezza, disturbi neurologici e con minore probabilità alterazioni epatiche.

Potrebbero esserci problemi anche nel caso in cui il cane abbia consumato dei dosaggi esagerati, al punto da intossicarsi, oppure quando si tratta di trattamenti prolungati nel tempo. Per questo è fondamentale che si seguano sempre alla lettera le indicazioni del veterinario. In questi casi i sintomi potrebbero essere:

  • Mancanza di coordinazione motoria
  • testa inclinata
  • disorientamento
  • nistagmi, cioè movimenti ritmici ed involontari degli occhi
  • tremori
  • convulsioni
  • rigidità muscolare

Qualunque sintomo di quelli sopramenzionati sono motivo sufficiente per una visita urgente dal veterinario. Non si consiglia infine metronidazolo in cani con problemi epatici pregressi. Va usato con molta cautela nelle femmine durante la gestazione o lo svezzamento.

Prezzo del metronidazolo per cani

Il prezzo del metronidazolo dipende dal tipo di commercializzazione che ci ricettino. I farmaci umani di solito sono più economici di quelli specifici per cani come il Metrobactin. La tendenza è che i veterinari prescrivano solo farmaci per uso strettamente animale, ma ciò dipende dalla legislazione di ciascun paese.

Metronidazolo al cane- Dosaggio, uso ed effetti collaterali - Prezzo del metronidazolo per cani

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Metronidazolo al cane- Dosaggio, uso ed effetti collaterali, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie parassitarie.

Scrivi un commento su Metronidazolo al cane- Dosaggio, uso ed effetti collaterali

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Metronidazolo al cane- Dosaggio, uso ed effetti collaterali
1 di 4
Metronidazolo al cane- Dosaggio, uso ed effetti collaterali

Torna su