menu
Condividi

Ogni quanto lavare il gatto?

 
Di María Besteiros. 5 settembre 2021
Ogni quanto lavare il gatto?

Vedi schede di Gatti

Il bagno e la toelettatura sono aspetti essenziali per la salute ed il benessere del tuo gatto. Come amante di questi piccoli felini vorrai di certo assicurarti che la loro pelle sia luminosa ed il pelo sano. Ma, come già saprai, la maggior parte dei gatti non ama fare il bagno. Spesso, infatti, possono diventare aggressivi o nervosi quando si cerca di convincerli a farsi lavare, il che ci rende il compito di fargli il bagno molto complicato.

Ciononostante se lo abitui fin da piccolo potresti riuscire a renderla un'esperienza tollerabile sia per te che per il tuo amico timoroso dell'acqua. In questo articolo di AnimalPedia risponderemo alla domanda "Ogni quanto fare il bagno al gatto?" E ti sveleremo qualche trucco per abituare il tuo amico felino.

Potrebbe interessarti anche: Ogni quanto va fatto il bagno al cane?

È necessario fare il bagno al gatto?

I gatti sono animali che passano la maggior parte del loro tempo a pulirsi. Si leccano e, grazie ad i loro denti e la loro lingua ruvida, rimuovono lo sporco che può essersi attaccato a loro mantello. Abbandonano questa igiene scrupolosa solo quando sono malati. È, quindi, improbabile che un gatto sano che vive in casa abbia bisogno di un bagno. Soprattutto se contribuiamo alla sua cura spazzolandolo regolarmente. Se notate delle zone sporche o un manto in cattive condizioni, è consigliato rivolgersi al veterinario per capire perché non si sta lavando. Potrebbe essere malato.

Inoltre, molti gatti non sono affatto simpatizzanti dell'acqua. Mentre ad alcuni piace giocare con il getto di un rubinetto, è tutt'altra cosa immergere tutto il loro corpo nell'acqua di una vaschetta da bagno. Il rumore, la mancanza di controllo sulla situazione e la sgradevole superficie liscia della vasca possono essere solo alcuni dei motivi per cui lavare il gattino sia quasi missione impossibile.

In conclusione, il bagno in una vasca è meglio riservarlo per casi eccezionali o per quei gatti che lo accettano senza stressarsi molto. Per gli altri, dovranno bastare l'auto-pulizia, la spazzolatura occasionale e la pulizia locale con shampoo secco o salviette per gatti.

Ogni quanto lavare il gatto? - È necessario fare il bagno al gatto?

Quando si può lavare il gatto?

Data la tendenza dei gatti a non amare il bagno e la suscettibilità a qualsiasi cambiamento nella loro routine, se abbiamo intenzione di fare il bagno al nostro gatto, è consigliabile abituarlo sia all'acqua che all'asciugacapelli fin da piccolo. Ma quando fare il bagno a un cucciolo? In realtà non esiste una risposta unica. In primo luogo, idealmente, i gattini e la loro madre dovrebbero passare le prime 8-10 settimane di vita insieme. Una volta separati, bisognerà completare il programma di sverminazione e vaccinazione ed aiutare i cuccioli ad adattarsi alla loro nuova vita. Questo include anche il momento del bagno, a patto che usiamo acqua tiepida e ci assicuriamo di asciugarli completamente. Possiamo cominciare a prendere in considerazione di lavare un gattino dai 3-4 mesi in su.

Il problema è che a volte, purtroppo, troviamo gattini abbandonati che sono molto più giovani e possono essere davvero sporchi. È importante sapere che durante le prime settimane di vita non sono in grado di regolare la loro temperatura da soli, quindi non è consigliabile fargli il bagno. Tuttavia, dato che non possiamo nemmeno lasciarli sporchi, dovremo optare per una via di mezzo e pulirli con salviette specifiche per gatti o lavargli solo alcune zone particolarmente sporche.

Ma quando dobbiamo fare il primo bagno a un gatto se è già adulto? Se, invece, adottiamo un gatto adulto, possiamo fargli il bagno quando è tranquillo in casa e con noi e il veterinario ci dà il via libera. Ogni nuovo arrivato nella nostra casa dovrà sempre essere controllato da questo professionista per iniziare il programma di sverminazione e vaccinazione e assicurarsi che sia sano.

Si può fare il bagno a un gatto non vaccinato?

La prima vaccinazione normalmente avviene intorno alle otto settimane di età, quindi, come abbiamo già visto è sconsigliato fargli il bagno prima di questo momento. Se il gatto è anziano ma non vaccinato o non lo sappiamo, possiamo fargli il bagno se necessario, ma insistiamo, che dovremo sempre utilizzare acqua tiepida e che dovremo asciugarlo completamente. Tuttavia, se il gatto è stato appena vaccinato, è meglio aspettare qualche giorno prima di fargli il bagno per non stressarlo ulteriormente.

Ogni quanto lavare il gatto? - Quando si può lavare il gatto?

Ogni quanto fare il bagno al gatto

ll National Cat Groomers Institute of America consiglia di fare il bagno al gatto ogni 4-6 settimane. Ma la frequenza probabilmente dipenderà da diversi fattori, tra cui:

  • È un gatto con accesso all'esterno o vive solo in casa? I gatti che possono uscire all'aperto richiedono bagni più frequenti rispetto ai gatti di casa.
  • Qual è la lunghezza e il tipo di pelo? Naturalmente, i manti più lunghi avranno bisogno di una maggior manutenzione. Tuttavia, un gatto senza pelo avrà comunque bisogno di un bagno ogni tanto.
  • Quanto è attivo? Un gatto attivo avrà bisogno di una pulizia più regolare.
  • Ha problemi di salute come zecche, pulci o altri problemi della pelle del gatto? Il tuo micio potrebbe anche aver bisogno di bagni più frequenti se soffre di allergie alla pelle.
  • Generalmente saltará alla vista, o all'olfatto, se il tuo gatto ha bisogno di un bagno.

Come abituare un gatto a farse il bagno?

Prima di tutto, dovremo farlo approcciare progressivamente al bagno e all'asciugacapelli. Per esempio, facendolo entrare in bagno mentre ci facciamo la doccia o ci asciughiamo i capelli. Se non si avvicina per il rumore, possiamo attirarlo con un giocattolo o una ricompensa e aprire il getto con poca pressione o accendere il fon al minimo. L'idea è di familiarizzarlo con questi elementi. Puoi anche usare dei bocconcini per attirarlo nella vasca da bagno o in una bacinella.

Se il tuo gatto ha un disperato bisogno di un bagno, segui questi passi per rendere quest'esperienza meno stressante sia per te che per il tuo amico felino:

  • Stancalo: L'ultima cosa che vuoi trovarti di fronte in questo momento sarà un gattino iperattivo e aggressivo. Prima di avvicinarlo all'acqua, dovrai cercare di stancarlo con una sessione di gioco. Fallo correre e saltare.
  • Spazzolalo: Spazzolare regolarmente il tuo gatto è uno dei miglior modi per aiutarlo nella sua pulizia. Questo non solo ridurrà il numero di bagni di cui potrà aver bisogno, ma eliminerà anche gran parte dei detriti, della forfora e del pelo morto prima di finire nella vasca o nel lavandino. Si consiglia di spazzolarlo due volte a settimana per mantenere il mantello sano.
  • Tagliagli le unghie: La salute delle zampe e delle unghie è un altro importante aspetto della salute e del benessere di un gatto. Tagliare le sue unghiette lo aiuterà in tutte le sue attività quotidiane e ti salverà da potenziali graffi.
  • Prepara il gatto e il bagno: Metti delicatamente dei batuffoli di cotone nelle orecchie del tuo gatto per tapparle ed evitare che entri l'acqua. Metti un tappetino di gomma nella zona del lavaggio in modo che il gatto non scivoli.
  • Lavalo delicatamente: I gatti hanno istintivamente paura di bagnarsi, ma soprattutto odiano essere inzuppati. Quindi, evita di spruzzargli l'acqua direttamente sul muso o di immergerlo completamente. Inizia lentamente con le zampe, una alla volta, in modo che si abitui all'esperienza sconosciuta. Se il tuo gatto soffre di un ascesso o di un'ustione, fai molta attenzione alla sua pelle durante il lavaggio.
  • Usa uno shampoo per gatti: Non usare mai prodotti umani sui tuoi animali domestici, possono contenere sostanze chimiche che sono sicure per noi ma non per loro. Usa sempre uno shampoo per gatti consigliato dal tuo veterinario o dal negozio di animali locale.
  • Risciacqua accuratamente: Dopo aver applicato lo shampoo, assicurati di risciacquare tutti i resti di sapone con acqua tiepida.
  • Asciugalo: Rimuovi i batuffoli di cotone dalle orecchie del tuo gatto e poi asciugagli attentamente il muso e il corpo usando un asciugamano morbido.
  • Usa il fon: Seleziona l'intensità bassa dell'asciugacapelli mentre spazzoli delicatamente il pelo del tuo gatto.
Ogni quanto lavare il gatto? - Come abituare un gatto a farse il bagno?

Se desideri leggere altri articoli simili a Ogni quanto lavare il gatto?, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Cure di base.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Ogni quanto lavare il gatto?
1 di 4
Ogni quanto lavare il gatto?

Torna su