Condividi

Quante volte bisogna portare fuori il cane?

Di Cecilia Natale, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. Aggiornato: 14 febbraio 2018
Quante volte bisogna portare fuori il cane?

Vedi schede di Cani

Molte persone si chiedono ogni quanto è necessario portare il cane a fare i bisogni. Il problema è che risolvere il dubbio con una risposta unica e valida per tutti i cani non è possibile. Ogni cane, di razza o meno, ha necessità diverse per quanto riguarda passeggiate quotidiane e attività fisica da svolgere.

In questo articolo di AnimalPedia, parleremo delle esigenze dei cani prendendo in considerazione principalmente l'età, ti daremo alcuni consigli generali utili da applicare in questa routine fondamentale e risponderemo anche alla domanda quanto tempo può stare un cane senza fare i bisogni. Continua a leggere e scopri quante volte bisogna portare fuori il cane.

Portare fuori il cucciolo di cane

Quando un cane è ancora cucciolo, devi portarlo a spasso per insegnargli a fare i bisogni fuori casa e farlo familiarizzare con le persone o con gli altri animali.

Una volta fatte le prime vaccinazioni obbligatorie al cucciolo, è pronto per uscire e iniziare a imparare quale sarà la routine anche da adulto. Prima di adottare un cane, è importante considerare se si ha tempo a sufficienza da dedicargli e la costanza per insegnargli tutto ciò che deve imparare.

Quando gli insegnerai a fare la pipì fuori casa, è possibile che all'inizio non si trattenga e la faccia in casa. È normale, perché deve abituarsi. Per evitare che lo faccia, però, cerca di calcolare quanto tempo riesce a trattenersi per portarlo fuori nel momento esatto in cui ne ha bisogno. Il calcolo dipenderà da ogni cane nello specifico e poco a poco, con l'abitudine e crescendo, imparerà a controllare lo stimolo.

Quante volte bisogna portare fuori il cane? - Portare fuori il cucciolo di cane

Portare fuori un cane adulto

Una volta che il cane ha imparato a fare i bisogni fuori casa, dovrai prestare attenzione e portarlo fuori le volte che lo ritieni necessario dopo aver osservato le sue abitudini. In questo modo, eviterai che finisca per fare la pipì in casa. Non rimproverare il cane se quando torni a casa vedi che ha fatto la pipì perché non è riuscito a trattenerla. Il cane, infatti, non assocerà la sgridata a questo comportamento. Puoi sgridarlo sul momento, senza esagerare, solo se la fa davanti a te dentro casa.

È importante capire che le volte in cui bisogna portare fuori il cane non saranno le stesse per un Levriero o per un Westie, dato che non hanno né lo stesso ritmo di passeggiata, né le stesse necessità per quanto riguarda il fare esercizio. L'attività giornaliera di un cane varia in base all'animale.

In ogni caso, in generale, devi sapere che qualsiasi cane, per stare bene, deve passeggiare fra 45 e 90 minuti al giorno divisi in due, tre o quattro passeggiate al giorno, anche in base alla tua disponibilità. Inoltre, a seconda del cane, dovrai aggiungere determinati esercizi o attività specifiche alla passeggiata.

Quante volte bisogna portare fuori il cane? - Portare fuori un cane adulto

Portare fuori un cane anziano

I cani anziani hanno le stesse esigenze di passeggio di qualsiasi altro cane, se non maggiori, dato che invecchiando tendono a ingerire più liquidi.

Anche se il cane è anziano, non smettere di fargli fare esercizio. Anche se non può passeggiare, correre e giocare più come prima, sarà lo stesso felice che i momenti passati fuori casa siano attivi e divertenti anche se più brevi.

Fai attenzione a problemi quali i colpi di calore o il gioco troppo attivo o brusco con altri cani: il tuo animale è sensibile e delicato e ha bisogno di determinate attenzioni.

Quante volte bisogna portare fuori il cane? - Portare fuori un cane anziano

Consigli per portare a spasso il cane

La passeggiata del cane deve essere un momento unico per lui, dedicato a migliorare la qualità della sua vita, soddisfare determinate necessità e divertirvi. Per questo, da AnimalPedia ti diamo alcuni consigli per migliorare la qualità delle passeggiate:

  • Lascia che sia il cane a scegliere dove andare: sarà più felice se può decidere lui il percorso. Molte persone pensano di dover sempre controllare e tenere il controllo delle passeggiate, mentre invece lasciare un minimo di libertà al cane lo farà sentire sicuramente meglio.

  • Lascia che il cane annusi fiori, persone, pipì di altri cani e tutto ciò che vuole. Annusare l'ambiente che lo circonda lo rilassa e lo orienta. Se è vaccinato, non hai nulla di cui temere.

  • Lascia che interagisca con altri cani se noti che l'atteggiamento di tutti è positivo e tranquillo. Lascia che sia il cane a decidere a chi avvicinarsi, senza mai forzarlo.
  • Trova una zona in cui puoi lasciarlo senza guinzaglio, come per esempio al parco, per 5 o 10 minuti.

  • La qualità della passeggiata è più importante della durata.

  • La passeggiata più lunga dovrebbe essere quella mattutina, anche perché ci sono meno cani e si rilasserà di più.

  • Se vivi vicino a una zona di campagna o boscosa, puoi fargli praticare il il searching, una tecnica che consiste nello spargere crocchette per terra, soprattutto in zone dove ci sono pietre e piante in modo che le cerchi e le trovi. Quest'attività potenzia e stimola l'olfatto del cane.

Quante ore può stare un cane senza fare i bisogni?

Abbiamo visto che ogni cane ha esigenze diverse per quanto riguarda la passeggiata e i bisognini quotidiani e tutto dipende da fattori quali età, razza o caratteristiche fisiche del cane ed esigenze e condizioni specifiche. Tuttavia, se lavori tutto il giorno e il tuo amico a 4 zampe passa molto tempo a casa da solo, probabilmente questa domanda sarà sorta spontanea: quante ore può stare un cane senza fare i bisogni?

Solo pensando a noi esseri umani, sappiamo quanto sia fastidioso dover trattenere la pipì e, in alcuni casi, è addirittura pericoloso perché può portare a problemi di salute di diversa entità. Lo stesso discorso vale per il cane, per cui l'ideale sarebbe poterlo portare fuori ogni 6/8 ore. Chiaramente, se il cane è cucciolo e gli stai ancora insegnando come e dove fare i bisogni, è normale che ogni tanto possa lasciarsi andare e fare pipì dove non deve o non resista molte ore senza fare i bisogni. In questo caso dovrai avere pazienza e non sgridarlo, ma insegnargli in maniera corretta come comportarsi.

Nell'articolo che trovi al link potrai leggere una guida completa per insegnare al cane dove fare i bisogni.

Quante volte bisogna portare fuori il cane? - Quante ore può stare un cane senza fare i bisogni?

Se desideri leggere altri articoli simili a Quante volte bisogna portare fuori il cane?, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Cure di base.

Scrivi un commento su Quante volte bisogna portare fuori il cane?

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
3 commenti
Giuseppe
Ciao, ho un barboncino francese di taglia media che purtroppo oggi per la prima volta in 11 anni si è fatto male da solo spezzandosi un’unghia sul tappeto, ora non riesce a mettere la zampa a terra e a di conseguenza a camminare bene, ma il problema maggiore è che lui fa i bisogni solo fuori e per via della ferita non riesco ad avvicinarlo perché mi azzanna in una maniera incredibile e questa sera non sono riuscito a portarlo fuori, e mi sento talmente male perché sono sicuro che lui debba fare i suoi bisogni, spero li faccia anche dentro casa ma non vorrei si trattenesse xke in 11 anni mai è capitato che non è uscito, non riesco a prenderlo in nessuno modo, potreste tranquillizzarmi in qualche modo o darmi qualche consiglio per poterlo portare dal veterinario? Cammina a tre zampe ma non riesce a scendere e salire le scale 😭😭
Cecilia Natale (Autore/autrice di AnimalPedia)
Ciao Giuseppe, portalo subito dal veterinario!
Giuseppe
Si grazie, così feci alle tre di notte 🙏🏼
Rita
Buongiorno, premesso che ho sempre avuto cani ed amo tutti gli animali, ho difficoltà a far capire all'affittuario di un mio appartamento, che ha preso un huskie cucciolo bellissimo ma che tiene sacrificato, sempre solo, sul terrazzo, lo fa uscire raramente e per un massimo di 10 minuti. Ho cercato di fargli capire che il cane così è sacrificato.
Sta cominciando a crearmi problemi con l'inquilina del piano di sopra in quanto il cane, costretto sul terrazzo, deposita gli escrementi proprio sotto la finestra della sua cucina. Per di più non sempre pulisce il terrazzo tutti i giorni. Cosa posso fare, posso appellarmi a qualche legge in difesa del cane, oltre che al normale senzo civico di convivenza?
Cecilia Natale (Autore/autrice di AnimalPedia)
Buongiorno Rita, ci dispiace davvero molto venire a conoscenza di situazioni di questo tipo. Da parte nostra possiamo indicarti il nostro articolo sulle 5 libertà del benessere animale (https://www.animalpedia.it/le-5-liberta-del-benessere-animale-191.html), in questo caso non tutte rispettate. Dal punto di vista della legge, invece, ti consiglio di consultare questa pagina della polizia di stato e i PDF allegati nelle varie sezioni: http://www.poliziadistato.it/articolo/254
Speriamo di esserti stati utili, un saluto da AnimalPedia!
Sua valutazione:
Tristano
mi è piaciuto l'articolo. un consiglio per fare un buon richiamo per il mio cane.
Cecilia Natale (Autore/autrice di AnimalPedia)
Buongiorno Tristano, siamo felici che ti sia stato utile. Un saluto da AnimalPedia!

Quante volte bisogna portare fuori il cane?
1 di 5
Quante volte bisogna portare fuori il cane?

Torna su