Condividi

Rinite nel cane: cause e trattamento

 
Di Cecilia Verza, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. 13 febbraio 2019
Rinite nel cane: cause e trattamento

Vedi schede di Cani

In questo articolo di AnimalPedia parleremo della rinite nel cane, un problema che colpisce la zona del naso e può essere causata da diversi fattori, di maggiore o minore gravità. Per questo motivo è importante andare dal veterinario, perché possa realizzare gli esami opportuni e determinare la causa, e così poter somministrare il trattamento adeguato a seconda della diagnosi.

Per identificare la rinite nel cane, sono necessarie alcune prove specifiche come radiografie, colture o rinoscopia per ottenere le informazioni essenziali per poter fare una diagnosi corretta. In questo articolo potrai scoprire come individuare la rinite nel cane e in cosa consiste il suo trattamento.

Potrebbe interessarti anche: Rinite nel gatto: sintomi, cause e cura

Anatomia del naso del cane

A prima vista, nel naso del cane, possiamo osservare il tartufo, cioè la punta del naso nera in cui sono presenti le narici; all'interno, invece, troviamo la cavità nasale divisa in due fosse nasali, che finalmente si uniscono alla gola. Inoltre, la cavità nasale, si estende nel seno frontale e mascellare. Qualsiasi infezione che colpisce la cavità nasale può essere propagata nel seno.

La mucosa che ricopre la zona del naso funziona come barriera per proteggere questa regione dall'entrata di batteri o qualsiasi altra sostanza che potrebbe provocare irritazione e che potrebbe essere trasportata fino alla gola. La cavità nasale è molto sensibile e, a causa dell'elevato passaggio di liquidi, può sanguinare facilmente. La secrezione che fuoriesce dal naso potrebbe essere dovuta alla presenza di qualche sostanza irritante, che potrebbe anche manifestarsi attraverso gli starnuti. Quando la secrezione nasale persiste, può essere l'indizio della rinite nel cane e deve essere analizzata dal veterinario.

Rinite nel cane: cause e trattamento - Anatomia del naso del cane

Rinite nel cane: cause e sintomi

La rinite nel cane deriva dall'infiammazione della cavità nasale. Se si estende ai seni si chiamerà sinusite.
I sintomi tipici sono:

  • Starnuti
  • Secrezione nasale, solitamente densa e maleodorante
  • Nausea e conati che sono causati dalle sostanze che dal naso passano alla gola

Le cause della rinite nel cane sono diverse. Se ci troviamo davanti a dei casi di cani giovani, la rinite appare normalmente come conseguenza di malattie nelle alte vie respiratorie, come quelle causate da virus o dalla presenza di corpi estranei oppure per traumatismi al naso. Le infezioni di origine virale si possono complicare con delle infezioni batteriche opportuniste.

Invece, nei cani anziani, la rinite è legata alla comparsa di tumori o infezioni alla bocca. In questi casi, la secrezione nasale è localizzata in un'unica fossa nasale. Inoltre, può essere una secrezione nasale con sangue. Ogni tipo di secrezione nasale che dura più del normale, ha bisogno di essere analizzata da uno specialista.

Rinite nel cane: trattamento

Di fronte ai sintomi di rinite nel cane, il veterinario realizzerà le prove opportune per identificare la causa dell'infiammazione, poiché è ciò che gli servirà per somministrare il trattamento adeguato. Se sono presenti batteri, sarà necessario prescrivere un antibiotico, almeno durante un paio di settimane. Se compaiono funghi, il trattamento sarà un antifungino; anche in questo caso, dovrà essere somministrato durante qualche settimana.

In alcuni casi, la rinite nel cane si cronicizza, per cui si complica la sua cura. Sono casi in cui sarà necessario un antibiotico specifico e, nei casi più complessi, si dovrà addirittura ricorre alla chirurgia per pulire completamente la cavità nasale.

Rinite nel cane allergica: sintomi e trattamento

La rinite nel cane potrebbe essere originata da qualche fattore allergico. I sintomi sono gli stessi che abbiamo descritto anteriormente, però in questo caso la secrezione nasale è trasparente. Inoltre, il cane avrà prurito, presenterà secrezioni oculari e si gratterà il muso o si leccherà le zampe.

Inizialmente, questo quadro è stagionale, però finirà per essere presente durante tutto l'anno. Il cane potrebbe essere allergico al polline, alla polvere della casa, alle fibre vegetali, alla muffa, ecc. In questo caso, è difficile da curare, poiché non si può evitare il contatto con le sostanze che scatenano quest'allergia.

Il trattamento, quindi, sarà controllare i sintomi, identificare l'allergene attraverso le prove allergiche cutanee e, in alcuni casi, applicare l'immunoterapia, ovvero, amministrare i vaccini specifici.

Rinite nel cane: cause e trattamento - Rinite nel cane allergica: sintomi e trattamento

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Rinite nel cane: cause e trattamento, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie respiratorie.

Scrivi un commento su Rinite nel cane: cause e trattamento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Rinite nel cane: cause e trattamento
1 di 3
Rinite nel cane: cause e trattamento

Torna su