Condividi

Raffreddore nel gatto: Sintomi, Cause e trattamento

 
Di María Besteiros. 21 novembre 2020
Raffreddore nel gatto: Sintomi, Cause e trattamento

Vedi schede di Gatti

I gatti possono soffrire di quello che negli esseri umani chiameremmo un'influenza. Anche se, come negli uomini, si trata di una malattia che viene e va senza lasciare strascichi, in alcuni casi, soprattutto se si trata di cuccioli o di esemplari deboli e debilitati, il raffreddore può anche essere fatale! E' perciò importante imparare a riconoscerne i sintomi, e se ci accorgiamo che il gatto è malato, bisogna rivolgersi subito al vostro veterinario prima che la situazione si aggravi.

In questo articolo di AnimalPedia vi diamo tutte le chiavi per riconoscere il raffreddore nel gatto, mostrandovi i sintomi più comuni che sperimentano i felini. Inoltre elencheremo le cause che lo provocano e, per concludere, parleremo del trattamento che può suggerirci il veterinario.

Muco e cattiva respirazione nel gatto

Se vi accorgete che il gatto ha secrezioni nasali e difficoltà a respirare è più che probabile che il gatto si sia preso quello che chiamiamo influenza felina o rinotracheite.

Gli altri principali sintomi che potete osservare in questi casi sono:

  • Secrezione nasale
  • Secrezione oculare
  • Ulcere
  • Starnuti
  • Tosse
  • Difficoltà respiratorie
  • Problemi nell'ingoiare
  • Estensione del collo
  • Inappetenza
  • Febbre
  • Letargia
  • Disidratazione
  • Dolore
  • Ferite nella bocca

E' importante sottolineare che la secrezione nasale può essere più o meno viscosa oltre che abbondante. D'altro lato la secrezione oculare è copiosa e può provocare anche danni gravi alla cornea, come ulcere che, perforandosi, possono provocare la perdita dell'occhio colpito.

Di solito questo quadro clinico di influenza nei gatti è di origine virale, causato da herpevirus, calicivirus o entrambi. Anche se si tratta di una malattia curabile, nei gatti più delicati o in quelli in cui si generino complicazioni, può anche essere mortale, per questo è fondamentale rivolgersi al veterinario per tempo.

Questo virus successivamente rimane latente nell'organismo dei gatti che sono guariti. Ciò significa che potrebbero tornare ad ammalarsi in futuro soprattutto se le loro difese immunitarie non sono in condizioni ottimali.

Raffreddore nel gatto: Sintomi, Cause e trattamento - Muco e cattiva respirazione nel gatto

Starnuti senza muco nel gatto

Gli starnuti nel gatto non sempre implicano un raffreddore. Innanzitutto degli starnuti isolati non sono motivo di preoccupazione. Gli attacchi di sternuti, che vengono provocati da una irritazione prodotta nella mucosa nasale, possono essere dovuti alla presenza di un corpo estraneo nella cavità nasale. Se sono molto violenti il naso potrebbe sanguinare.

Oltre ai corpi estranei anche le sostanze irritanti come la polvere o il fumo possono generare attacchi di starnuti. La rinite nei gatti, che è una infiammazione della mucosa nasale, o i polipi, che sono neoplasie non cancerogene, sono altre cause di starnuti ma vengono accompagnati da secrezione nasale, più o meno liquida, oltre ad altri sintomi. E' importante scartare questo tipo di disturbi quando si tratta di raffreddore nei gatti, e nel caso, ci rivolgeremo ad un veterinario.

Raffreddore cronico nel gatto

Il raffreddore nel gatto che è una conseguenza del herpesvirus o del calicivirus può trasformarsi in un problema cronico. Questi virus infatti sono in grado di rimanere nell'organismo del felino in maniera latente, senza produrre sintomi, fino a che il sistema immunitario si debilita. In questi momenti in cui le difese sono basse è quando il virus può scatenare i sintomi della malattia. Nella maggior parte dei casi la sintomatologia è lieve, con leggera presenza di secrezione nasale, oculare e tosse.

Altre volte invece questi due virus provocano dei danni nella mucosa nasale che favoriscono l'instaurarsi di infezioni batteriche. Nei casi più gravi queste arrivano anche a colpire le ossa. Inoltre vi sono altre cause che possono rendere cronico il raffreddore, anche se meno frequenti, come l'infezione da funghi, infiammazioni, tumori o eventi traumatici. I casi cronici sono difficili da curare e a volte si riescono a domare i sintomi solo con utilizzo di medicinali a lungo termine.

Raffreddore nel gatto: Sintomi, Cause e trattamento - Raffreddore cronico nel gatto

Trattamento del raffreddore nel gatto

Se il raffreddore è provocato dal virus il trattamento si deve basare sul guarire la sintomatologia ed evitare lo sviluppo di malattie secondarie, che sono di solito batteriche. In questi casi si prescrivono quindi antibiotici per gatti con raffreddore, se invece è presente solo il virus gli antibiotici non sono necessari.

Va detto che esiste il vaccino contro herpesvirus e calicivirus, per cui si consiglia di seguire sempre in maniera scrupolosa il calendario delle vaccinazioni, tenendo conto che i gattini già vaccinati hanno bisogno di un richiamo annuale da adulti. Anche se non sempre la vaccinazione impedisce il contagio, difficilmente l'animale infettato svilupperà i sintomi della malattia.

Nei gatti che hanno avuto problemi oculari è necessario medicare gli occhi con collirio o con una pomata. Anche se dipende dall'estensione dei danni causati, nei casi più lievi i farmaci elimineranno la secrezione in un paio di giorni, ma dovrete continuare a dare i medicinali all'animale per tutto il tempo previsto dal veterinario. Quindi non è importante sapere quanto dura il raffreddore del gatto, perché può risolversi in pochi giorni, ma bisogna concludere il trattamento, che nel caso dei problemi oculari può prolungarsi anche per due settimane.

Oltre ai farmaci prescritti dal veterinario sarà importante mantenere puliti gli occhi del gatto, detergendoli con del cotone o con una garza imbevuta di siero e acqua tiepida. Pulite sempre gli occhi prima di applicare il trattamento.

Nei casi di inappetenza bisogna cercare di fare mangiare il gatto. Quando il gatto ha il naso ostruito perde l'olfatto e di conseguenza anche l'interesse per il cibo. Per questo per la sua guarigione è importante che si riesca a decongestionare il naso. Un buon trucco è far entrare i bagno il gatto mentre stiamo facendoci una doccia bella calda. I vapori esalati aiuteranno il gatto a liberare le fosse nasali. Inoltre servire il cibo tiepido ne aumenta l'aroma e aiuta il gatto a mangiare.

L'anoressia può essere pericolosa soprattutto nei cuccioli di gatto. Questi piccolini possono disidratarsi velocemente se non riescono a mangiare e bere e quindi è fondamentale che vengano trattati velocemente. In alcuni casi è necessario il ricovero in cliniche veterinarie per stabilizzarli e reidratarli per via endovenosa.

Raffreddore nel gatto: Sintomi, Cause e trattamento - Trattamento del raffreddore nel gatto

Esiste il cimurro felino?

Il cimurro è una malattia virale specificamente dei cani, quindi i gatti non possono ammalarsi di questa malattia. Il suo nome si deve alla secrezione nasale che è tipica dei suoi sintomi. Quindi se vi accorgete che il gatto ha un raffreddore con secrezioni nasali potete tranquillamente escludere il cimurro. Ciò che a volte si confonde con il cimurro è in realtà la panleucopenia felina.

Si può contagiare l'influenza umana ad un gatto?

L'influenza come anche il cimurro è una patologia di origine virale. Come spesso accade nelle patologie virali, esse sono esclusive di una specie, e quindi non possono trasmettersi ad altri animali o all'uomo. Quindi l'influenza che colpisce gli esserei umani anche se ha caratteristiche simili al raffreddore felino, non può essere contagiata ai gatti, né il contrario. Quindi nonostante si tratti di virus piuttosto contagiosi, la trasmissione non avviene a specie diverse.

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Raffreddore nel gatto: Sintomi, Cause e trattamento, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Malattie respiratorie.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Raffreddore nel gatto: Sintomi, Cause e trattamento
1 di 4
Raffreddore nel gatto: Sintomi, Cause e trattamento

Torna su