menu
Condividi

Squalo bianco

Aggiornato: 7 maggio 2021
Squalo bianco

Carcharodon carcharias, chiamato anche grande squalo bianco, carcarodonte o talvolta semplicemente squalo bianco è un pesce condroitto della famiglia dei Lamnidi. Unico rappresentante vivente del genere Carcharodon, questo squalo è il più grande pesce predatore esistente sul pianeta, noto per raggiungere una lunghezza di 8 metri o più e un peso di oltre 2 tonnellate. Gli squali bianchi sono predatori potentissimi che si sono guadagnati una spaventosa reputazione di "mangiatori di uomini". Gli squali bianchi sono stati tra i pesci predatori dell'oceano più prolifici per quasi 20 milioni di anni, ma nonostante la loro reputazione, in realtà sono molto meno comuni rispetto ad altre specie di squali ampiamente diffuse. Sebbene si sappia ancora molto poco sulla loro biologia e sul numero di esemplari, la comunità scientifica è d'accordo sul fatto che stiano diminuendo drasticamente in tutto il mondo, poiché sono minacciati sia dalla pesca che dalla perdita del loro habitat.

Volete saperne di più sullo squalo bianco? Non perdetevi la nostra scheda di AnimalPedia nella quale vi raccontiamo tutto quello che c'è da sapere su questo fantastico animale!

Origine
  • Africa
  • America
  • Asia
  • Europa
  • Oceania

Caratteristiche dello squalo bianco

Come quasi tutte le specie di squali, gli squali bianchi hanno un aspetto molto caratteristico con grandi corpi a forma di siluro, un po' bombato nella parte inferiore ed un muso conico. Hanno una pelle molto dura, ricoperta da dentelli dermici appuntiti. Il colore è bianco nella parte inferiore del corpo, mentre ha tonalità variabili dal grigio al blu, talvolta ardesia nella parte superiore, che li aiuta a mimetizzarsi nei fondali rocciosi e costieri dove si aggirano comunemente. Gli squali bianchi hanno potenti pinne caudali a forma di mezzaluna che li aiutano a muoversi con destrezza e a raggiungere velocità molto elevate. Le loro pinne pettorali (laterali) invece vengono tenute all'infuori come se fossero delle ali fisse per evitare che lo squalo bianco affondi. La grande e caratteristica pinna dorsale (posteriore) viene usata, invece, come timone, oltre che per immergersi e per aiutarlo a stare in equilibrio.

Uno dei tratti più caratteristici di questi animali è la bocca, possono avere fino a 300 denti triangolari seghettati disposti in file e che sostituiscono continuamente durante la loro vita. Ogni dente può crescere fino a circa 7,5 cm di lunghezza, che li rendono letali in caso di attacco.

Vuoi saperne di più, non perderti il nostro articolo "Quanti denti hanno gli squali?".

Habitat dello squalo bianco

Gli squali bianchi sono ampiamente distribuiti in tutto il mondo, ma sono più comunemente diffusi nelle regioni costiere temperate e tropicali, ma anche in acque più fredde e in oceano aperto. Possono essere avvistati con facilità in Sudafrica (dove vive il maggior numero di esemplari), Australia, California e il nord-est degli Stati Uniti, ma sono anche noti per spaziare in regioni più fredde e visitare le isole tropicali tra cui Hawaii e le Seychelles. L'habitat dello squalo bianco si trova vicino alle zone costiere, ma anche in alto mare. Ha una preferenza per le acque temperate e può vivere sia vicino alla superficie che a profondità di circa 1.200 metri. La loro natura di abitanti delle coste è in gran parte attribuita alle specie di prede di cui si nutrono, ma sono anche noti per percorrere grandi distanze dal Sud Africa all'Australia e dalla costa californiana alle Hawaii nel Pacifico.

Alcune delle coste dove si possono trovare sono:

  • California
  • Alaska
  • Costa orientale degli Stati Uniti
  • Golfo del Messico
  • Hawaii
  • America del Sud
  • Sudafrica
  • Australia
  • Nuova Zelanda
  • Mar Mediterraneo
  • Africa occidentale
  • Giappone
  • Cina

Abitudini dello squalo bianco

Gli squali bianchi sono animali prevalentemente solitari, tuttavia capita che in certi periodi di caccia vi siano assembramenti di molti esemplari in aree ristrette. Talvolta sono stati avvistati in coppia o in piccoli gruppi intorno a grandi carcasse. Sono predatori altamente adattabili e potenti che non si affidano molto alla vista per cacciare, bensì ad altri sensi. A livello uditivo, infatti, lo squalo bianco percepisce le vibrazioni sonore a grande distanza e il suo olfatto è molto acuto. Deve questa capacità a particolari organi sensoriali posti sull'estremità del muso chiamate "ampolle di Lorenzini".

Lo squalo bianco generalmente predilige cacciare all'alba o al tramonto, quando i raggi del sole sono deboli e può mimetizzarsi meglio, poiché tende a tendere agguati alle sue prede dal basso e, grazie alla colorazione scura del dorso, non è facilmente visibile dalla superficie. Ha l'abitudine di nuotare ad alta velocità e forza quando caccia, infatti riesce a spingersi fuori dall'acqua per catturare la sua preda e poi a rituffarsi. D'altra parte, è un animale curioso, infatti talvolta mette la testa fuori dall'acqua per ispezionare la superficie.

Alimentazione dello squalo bianco

Gli squali bianchi sono animali carnivori, ma cambiano tipi di prede durante il corso della loro vita. Nei primi anni di vita si nutrono di altri squali più piccoli, gamberi e mante, ma man mano che invecchiano la loro dieta si amplia notevolmente. Gli squali bianchi adulti preferiscono nutrirsi di foche, leoni marini ed elefanti marini, pinguini, alcune balene, delfini, uccelli e tartarughe. In alcuni casi, gli squali bianchi possono essere saprofagi, nutrendosi di balene morte che catturano sul loro cammino. Questi squali hanno l'abitudine di pedinare le loro prede e di attaccarle di sorpresa.

Contrariamente alla credenza popolare, lo squalo bianco non ha alcun interesse a nutrirsi di esseri umani, infatti, è probabile che la carne umana non sia affatto appetitosa per lui, poiché predilige prede con un alto contenuto di grasso. In effetti lo squalo bianco è pericoloso per l'uomo qualora se ne entri in contatto, dato il suo morso micidiale e la sua abitudine di attaccare otarie, foche e leoni marini in prossimità della superficie, ma queste aggressioni agli umani potrebbero essere dovute alla somiglianza che ha, vista dal basso, la forma di un surfista steso sulla tavola rispetto a quella dei mammiferi marini sopracitati.

Riproduzione dello squalo bianco

Come molte altre specie di squali, lo squalo bianco è ovoviviparo. Si pensa che le femmine di squalo bianco (che sono più grandi dei maschi) raggiungano l'età riproduttiva intorno ai 17 anni. Dopo un periodo di gestazione di circa 12 e 18 mesi, la femmina dà alla luce un massimo di 4 cuccioli. I piccoli alla nascita hanno taglia compresa tra 1,2 e 1,5 metri.

Si pensa che le femmine di squalo bianco si riproducano ogni 2 o 3 anni, normalmente in regioni costiere calde e in luoghi sicuri in cui poter crescere i piccoli. Tuttavia, molte di queste aree sono minacciate dall'inquinamento e dalle interferenze umane per tenere gli squali bianchi lontani dalle regioni dove la gente comunemente fa surf e nuota.

Quanto vive lo squalo bianco?

Negli ultimi anni si è scoperto che lo squalo bianco è uno degli squali più longevi. La speranza di vita media dello squalo bianco è di circa 70 anni, motivo per cui raggiungono la maturità sessuale piuttosto tardi.

Stato di conservazione dello squalo bianco

Anche se non ci sono cifre precise della popolazione globale dello squalo bianco, si pensa che il loro numero sia diminuito rapidamente negli ultimi anni in particolare nelle regioni dove sono meno comuni. La IUCN conferma che questo animale attualmente è minacciato e rientra tra le specie protette dalla Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione.

Le cause della diminuzione degli esemplari consistono nel depauperamento del patrimonio ittico di cui lo squalo bianco si nutre, la pesca accidentale, quella a scopo sportivo o mirata alla commercializzazione di denti (pinne o mandibole) e la presenza di reti alla deriva.

Curiosità sullo squalo bianco

  • Gli squali bianchi hanno un senso dell'olfatto eccezionale che usano per individuare le prede. Sono noti per essere in grado di fiutare il sangue nell'acqua fino a mezzo chilometro di distanza.
  • Possono percepire dei debolissimi campi elettrici e bio-elettrici generati dall'attività motoria delle loro potenziali prede. Lo squalo riesce a percepire il campo elettrico di una preda a partire da mezzo miliardesimo di volt.
  • Si pensa che gli squali bianchi consumino una media di 11 tonnellate di cibo all'anno e dopo un banchetto particolarmente abbondante, possono non dover consumare un pasto completo per quasi 3 mesi.
  • In alcune situazioni, gli squali bianchi possono essere osservati nuotare mostrando i denti, il che si pensa serva a mettere in guardia i rivali per il cibo.
  • Lo squalo bianco è il più grande pesce predatore esistente sul pianeta, nonché il terzo pesce più grande in assoluto, dopo lo squalo balena e lo squalo elefante.

Foto di Squalo bianco

Articoli correlati

Carica la foto del tuo Squalo bianco

Carica la foto del tuo animale domestico

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuta questa razza?

Squalo bianco
1 di 3
Squalo bianco

Torna su