menu
Condividi

Antistaminici per gatti: Come e quando usarli

 
Di María Besteiros. 1 dicembre 2021
Antistaminici per gatti: Come e quando usarli

Vedi schede di Gatti

Gli antistaminici sono farmaci molto impiegati nella medicina umana per il trattamento dei sintomi dell'allergia. Questo non significa che possiamo dare questi prodotti al nostro gatto se crediamo sia allergico, devono essere prescritti da un veterinario!

Se sospettiamo che il gatto soffra di allergia o di altra malattia, la prima cosa da fare è consultare un professionista. In questo articolo di AnimalPedia, vedremo gli antistaminici per gatti, il loro uso e i possibili effetti secondari.

Cosa sono e a cosa servono gli antistaminici per gatti

Gli antistaminici sono medicinali che si associano al trattamento delle allergie. Le allergie sono reazioni di ipersensibilità dell'organismo di fronte a diversi elementi innocui, che ricevono il nome di allergeni, che non dovrebbero creare nessun problema. Ad esempio, il polline, la polvere, le spore, le pulci o qualsiasi tipo di alimento. Questa reazione provoca diversi sintomi che possono essere tenuti sotto controllo grazie agli antistaminici. Non sono farmaci che curano la allergia, ma servono per alleviare la sintomatologia.

Per questo gli antistaminici possono essere prescritti quando il gatto soffre di asma allergico, di dermatite atopica, ecc. I sintomi dell'allergia possono includere prurito, perdita del pelo o problemi alle vie respiratorie. Questi fattori si associano con la liberazione di istamina, da qui l'utilizzo di farmaci con effetto antistaminico, con lo scopo di calmare il prurito.

In ogni caso, attualmente ci sono altri metodi per curare le allergie nei gatti, che sostituiscono gli antistaminici. Tuttavia essi non sono efficaci in tutti i gatti e altri fanno effetto solo se combinati con altri farmaci. Inoltre in alcuni casi bisogna provare vari farmaci per trovare quello che funziona. Va detto che il loro uso permette di ridurre le dosi di medicinali come i corticosteroidi. In ogni modo le allergie sono un problema complesso che richiede un trattamento strutturato che comprenda farmaci e misure di controllo.

Antistaminici per gatti: Come e quando usarli - Cosa sono e a cosa servono gli antistaminici per gatti

Dosi degli antistaminici per gatti

Insistiamo sul concetto che non si possono dare medicinali e quindi nemmeno antistaminici al gatto senza che siano stati prescritti da un veterinario. Solo lui può sapere la dose adeguata in ciascun caso e dovrete sempre rispettare le dosi che vengono consigliate, come anche la frequenza ed il tempo di trattamento. Ovviamente non si può dare qualsiasi antistaminico per uso umano.

Vi sono in commercio molte marche di antistaminici e in differenti formati. Le dosi chiaramente vengono date in quantità di 2-4 mg due volte al giorno per via orale. Invece, di idroxicina si consigliano 1-2 mg per kg di peso due volte al giorno.

Marche de antistaminici per gatti

Vi sono diverse marche di antistaminici che variano per la potenza dell'effetto. Più che la marca, è importante che si decida il principio attivo, che viene consigliato dal veterinario. Questi si dividono tra quelli di prima e seconda generazione. I più utilizzati sui gatti sono i seguenti:

  • Clorfeniramina: è di prima generazione e ha come vantaggi di dare pochi effetti collaterali. Si considera più efficace per alleviare il prurito se s combina con acidi grassi omega 3. Un esempio è Histamil, un prodotto iniettabile.
  • Ciproheptadina: da effetti secondari come sonnolenza, vomito e alterazioni del comportamento.
  • Hidroxicina: ha effetti teratogeni, cioè può portare malformazioni negli embrioni dei gattini in gestazione se lo si da ad una gatta incinta. E' di prima generazione.

Altri antistaminici sono la difenhidramina o la cetirizina. Tenete conto che alcuni farmaci antistaminici usati per gli umani sono tossici per i gatti.

Controindicazioni degli antistaminici per gatti

Come si è detto non si possono dare antistaminici al gatto senza consultare il veterinario. Non possiamo sapere quale sia il farmaco più adatto. Inoltre vi sono situazioni in cui è meglio non usare tali farmaci, ad esempio:

  • Gatte incinte: fate attenzione con questi farmaci perché nelle gatte incinte possono produrre malformazioni fetali.
  • Glaucoma o epilessia: sono sconsigliati per esemplari che soffrono di glaucoma o di epilessia.
  • Assume altre medicine: inoltre possono crearsi delle interazioni sgradite con diversi farmaci. Quindi è fondamentale dire al veterinario se il gatto prende altri farmaci prima di iniziare la cura.
Antistaminici per gatti: Come e quando usarli - Controindicazioni degli antistaminici per gatti

Effetti collaterali degli antistaminici al gatto

Se l'antistaminico è quello giusto e nella dose corretta gli effetti secondari non fanno la loro comparsa, viceversa si possono notare:

  • sonnolenza
  • mancanza di coordinazione
  • convulsioni
  • dilatazione delle pupille
  • problemi digestivi se si fa uso prolungato, come vomito, perdita dell'appetito, diarrea o stitichezza.

L'intossicazione provocata dall'uso di un farmaco inadeguato può provocare convulsioni ed emorragie. Per questo è necessario l'intervento immediato del veterinario.

Esistono degli antistaminici naturali per gatti?

Alcuni prodotti a base di estratti delle piante promettono degli effetti antistaminici. Di solito funzionano come supplemento, ma non vanno dati senza prescrizione veterinaria, visto che non sono adatti a tutti i gatti. Inoltre bisogna verificare che esista una prova scientifica che li renda efficaci. Basano il loro funzionamento sul bloccare il flusso della istamina. Possono essere utilizzati in combinazioni con altri antistaminici per gatti che abbiamo nominato prima oppure da soli.

Si è dimostrato che gli antistaminici funzionano meglio se presi insieme ad acidi grassi, per cui è buona idea aggiungerli alla dieta dell'animale. Qualsiasi supplemento deve essere supervisionato dal dottore.

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Antistaminici per gatti: Come e quando usarli, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Farmaci.

Bibliografia
  • Saló, Eduard. Síndrome felino de hipersensibilidad cutánea. Manejo y tratamiento. Canis et Felis nº 154. pp. 68-74.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
Antistaminici per gatti: Come e quando usarli
1 di 3
Antistaminici per gatti: Come e quando usarli

Torna su