Condividi

Epilessia nel gatto - Sintomi e terapia

 
Di Giovanni Rizzo. 31 luglio 2017
Epilessia nel gatto - Sintomi e terapia

Vedi schede di Gatti

L'epilessia è una malattia che può colpire quasi tutti gli esseri viventi, compresi gli esseri umani. Su tratta di una malattia abbastanza frequente che impedisce al paziente di vivere una vita completamente normale perché l'attacco epilettico può arrivare in qualsiasi momento.

Quando la malattia viene diagnosticata a un gatto bisogna assicurarsi che il luogo in cui vive sia tranquillo e, soprattutto, sicuro. Tuttavia, c'è da dire che l'epilessia nei gatti non è frequente come nei cani.

In questo articolo di AnimalPedia ti spiegheremo come riconoscere l'epilessia nel gatto, sintomi e terapia che deve seguire per poter convivere con il problema senza che interferisca troppo con la sua vita quotidiana.

L'epilessia nel gatto

L'epilessia è sintomo di una disfunzione neurologica del cervello. Il sintomo principale sono le convulsioni, ma si tratta di un problema che può comparire anche in altre malattie diverse dall'epilessia.

Si possono avere convulsioni per diversi motivi, fra cui cause ereditarie, conosciute anche come cause idiopatiche, o per dei disturbi. In questo caso possiamo parlare di una caduta con un colpo alla testa (difficile da notare nei gatti) o anche infezioni. La persona che può stabilire con esattezza le cause dell'epilessia nel gatto è il veterinario.

Epilessia nel gatto - Sintomi e terapia - L'epilessia nel gatto

Epilessia nel gatto: sintomi

Se pensi che il tuo gatto soffra di epilessia, tieni conto dei seguenti sintomi per capire se effettivamente si tratta di questa malattia:

  • Convulsioni spontanee
  • Rigidità muscolare
  • Perdita dell'equilibrio
  • Difficoltà a mangiare e bere
  • Difficoltà a camminare
  • Iperattività
  • Iperventilazione (in generale prima di un attacco)
  • Nervosismo

Epilessia nel gatto: terapia

Anche se la malattia è più frequente nei gatti che nei cani, ci sono alcune razze pure che sono maggiormente predisposte a soffrirne e i primi anni di vita sono cruciali in questo senso. Come abbiamo anticipato, la malattia può avere cause diverse, ma se riconosci uno o più sintomi di quelli elencati, dovrai andare dal veterinario al più presto.

Diagnosi dell'epilessia nel gatto

Il veterinario effettuerà una diagnosi tenendo conto di diversi fattori come peso, età, tipo di epilessia, ma per accertarsi potrà ritenere opportuno anche realizzare delle analisi del sangue e dell'urina, radiografie e anche un encefalogramma.

Terapia per l'epilessia nel gatto

La terapia scelta dipenderà dai risultati ottenuti con gli esami. Di seguito ti mostriamo alcune delle terapie usate più spesso:

  • Medicina allopatica: ci sono alcuni medicinali che possono essere usati per una terapia prolungata nel tempo, mentre altri solo per un periodo determinato.
  • Omeopatia: è una terapia efficace per stabilizzare le condizioni di salute dell'animale e migliorare la sua qualità di vita.
  • Fiori di Bach: aiutano l'animale in maniera più naturale. Possono essere combinati insieme ad altri rimedi.
  • Reiki: aiuterà l'animale a tranquillizzarsi. È utile per gli animali nei quali le convulsioni aumentano e i farmaci non hanno l'effetto desiderato.
Epilessia nel gatto - Sintomi e terapia - Epilessia nel gatto: terapia

Prendersi cura di un gatto con l'epilessia

Innanzitutto dovrai dare al cane un ambiente sereno in cui si senta al sicuro. Cerca di ridurre situazioni di stress e di spavento perché potrebbero causare attacchi epilettici. Anche se la vita di un gatto con epilessia con è facile, se riceve tutte le cure e le attenzioni necessarie può vivere fino a 20 anni come qualsiasi altro gatto.

Evita di tenere le finestre aperte in casa e fai attenzione che il gatto non abbia libero accesso a scale o altri luoghi pericolosi della casa. Se hai delle scale, ti consigliamo di mettere una rete in modo che il gatto non rischi di farsi male. Allontana gli oggetti che potrebbero essere pericolosi dal suo territorio (zona in cui mangia, lettiera, cuccia).

Epilessia nel gatto - Sintomi e terapia - Prendersi cura di un gatto con l'epilessia

Cosa NON fare se il gatto ha le convulsioni

  • Sorreggergli la testa (potrebbe fratturarsi il collo)
  • Dargli da bere, mangiare o somministrare qualche medicina
  • Coprirlo con una coperta o tenerlo al caldo (può soffrire di asfissia)

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Epilessia nel gatto - Sintomi e terapia, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Problemi mentali.

Scrivi un commento su Epilessia nel gatto - Sintomi e terapia

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Epilessia nel gatto - Sintomi e terapia
1 di 4
Epilessia nel gatto - Sintomi e terapia

Torna su