Condividi

Come nascono le farfalle

 
Di Giorgio Gattoni. Aggiornato: 26 settembre 2019
Come nascono le farfalle

Il ciclo di vita delle farfalle è uno dei processi più affascinanti che esistano in natura. La crescita di questi insettisi suddivide in varie tappe, durante le quali cambiano sorprendentemente d'aspetto e subiscono vere e proprie trasformazioni. Volete sapere come si formano le farfalle oltre a scoprire dove vivono e di cosa si alimentano? Scoprite questa ed altre curiosità nel nostro articolo di AnimalPedia.

Potrebbe interessarti anche: Come nascono gli squali

Alimentazione delle farfalle

Durante la loro vita adulta le farfalle si cibano principalmente del nettare dei fiori. Lo fanno attraverso l'apparato boccale che è composto da una proboscide a spirale in grado di allungarsi, e raggiungere così il nettare in qualsiasi tipo di fiore.

Grazie alla meccanica della loro alimentazione le farfalle contribuiscono a spargere il polline che rimane attaccato alle zampe e che serve a fecondare altre piante. Ma cosa mangiano le farfalle prima di raggiungere la loro fase adulta? Quando escono dall'uovo si nutrono come detto del guscio che le conteneva, successivamente durante la fase di larva e poi di pupa, consumano grandi quantità di foglie, frutta, rami e fiori.

Alcune specie si alimentano di insetti più piccoli, poi vi è una piccola percentuale che divora altre farfalle.

Come nascono le farfalle - Alimentazione delle farfalle

Dove vivono le farfalle

La distribuzione delle farfalle è molto ampia. Esistono centinaia di specie e sottospecie, per cui si possono trovare praticamente ovunque nel mondo, incluso zone gelate con temperature polari.

La maggior parte delle farfalle però preferisce gli ambienti caldi con temperature primaverili. Quanto agli habitat, si trovano spesso dove è abbondante la vegetazione, dove quindi hanno facile accesso al cibo, dove possono difendersi dai predatori e disporre di un posto dove deporre le uova dopo l'accoppiamento.

Riproduzione delle farfalle

La riproduzione delle farfalle è divisa in due fasi: il corteggiamento e l'accoppiamento. Durante il corteggiamenti i maschi realizzano dei volteggi in aria oppure permangono fermi sui rami degli alberi. In entrambe le situazioni, emettono feromoni, ormoni che attraggono le femmine. Anche queste ultime rilasciano feromoni, con il fine di essere trovate da maschio, anche a chilometri di distanza.

Quando il maschio trova la femmina, sbatte le ali sopra le antenne di lei per inondarla con piccole scaglie piene di feromoni. Avvenuto ciò, il corteggiamento è concluso ed inizia la fase dell'accoppiamento.

Gli organi riproduttivi della farfalla si trovano nell'addome, per cui uniscono le punte, guardando ciascuna dalla parte opposta. Il maschio introduce il suo organo riproduttore e libera la sacca dello sperma, con cui fertilizza le uova che si trovano all'interno della sua compagna.

Alla fine dell'accoppiamento, la femmina collo tra le 25 le 10.000 uova in parti diverse delle piante: nei rami, sui fiori, sulla frutta o negli steli. Tutti questi posti si tramutano in nidi per le uova.

Una volta nata una farfalla, ha un ciclo vitale diverso a seconda della specie. Alcune vivono tra i 5 ed i 7 giorni, mentre altre hanno un ciclo che dura tra i nove mesi ed un anno.

Come nascono le farfalle - Riproduzione delle farfalle

Come si sviluppano le farfalle

Lo sviluppo che subisce questo insetto fino a prendere le sembianze di farfalla passa per varie tappe, dal momento in cui la femmina depone le uova. Queste fasi prendono il nome di metamorfosi della farfalla.

1. Uovo

Le uova misurano tra gli 0,5 ed i 3 millimetri di diametro. A seconda della specie possono avere una forma ovale, allungata o sferica. Il colore può essere bianco, grigiastro, o quasi nero in alcune specie. Il periodo di incubazione delle uova varia da specie a specie, e da uovo a uovo. Durante questa fase molte delle uova sono divorate da altri animali.

2. Larva

Una volta schiuse le uova, la larva comincia a nutrirsi di proteine che trova all'interno del guscio d'uovo, successivamente si alimenta della pianta che la sta ospitando. Durante questo periodo, la larva muta il suo esoscheletro per poter crescere e duplicate le sue dimensioni in poco tempo.

3. Pupa

Una volta raggiunte le dimensioni richieste la fase di larva termina. Il corpo della larva aumenta i suoi livelli di ormoni che produce dei cambi nel comportamento. Di conseguenza comincia a fabbricare una crisalide, che sia con foglie, rami o con la sua propria seta.

Costruita la crisalide, la pupa vi si introduce per cominciare la fase della metamorfosi. All'interno della crisalide, i nervi, i muscoli e lo scheletro della larva si dissolvono per lasciare posto a nuovi tessuti.

4. Farfalla adulta

A seconda della specie e delle condizioni climatiche, la farfalla impiegherà più o meno tempo ad uscire dalla crisalide. Nei giorni con più luce, la farfalla comincerà a rompere la crisalide con la testa fino ad emergere all'esterno. Una volta uscita, ci metterà tra le due le quattro ore per cominciare a volare. In questo intermezzo dovrà pompare fluidi a tutte le sue estremità, ancora compresse per la fase di pupa.

Quando il fluido entra in circolo, le innervature delle ali si tendono e si dispiegano, mentre il resto della cuticola dell'esoscheletro si indurisce. Al culmine di questo processo, la farfalla spicca il volo in cerca di un compagno per accoppiarsi.

Immagine: http://www.fausernet.novara.it/~iccarpi/bosco/lavori/ciclo.html

Come nascono le farfalle - Come si sviluppano le farfalle

Come nascono le farfalle: video

Il video dell'entomologo Enrico Stella mostra lo sfarfallamento (schiusa della crisalide) del Macaone (Papilio machaon) e la fase in cui l'insetto distende le ali, grazie al flusso di linfa e aria che penetrano tra le membrane alari.

https://www.youtube.com/watch?v=2u48T5cGC4Q

Se desideri leggere altri articoli simili a Come nascono le farfalle, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Curiosità sul mondo animale.

Bibliografia
  • Calvo, R. "Reproducción de Oenomaus ortignus (Lepidoptera: Lycaenidae) en Barva, Heredia, Costa Rica". Revista de Biología Tropical, 56 (1) 1998.
  • Morales Mafla, J.; Ortiz Celorio, M. (2003). Reproducción en cautiverio de tres especies de mariposas (Lepidoptera: Rhopalocera) con fines de educación y conservación en el Zoológico de Cali. Universidad Autónoma de Occidente, Santiago de Cali.
  • Pisanty, I.; Caso, (2006). M. Especies, espacios y riesgos. Monitoreo para la conservación de la biodiversidad. Instituto Nacional de Ecología, México.

Scrivi un commento su Come nascono le farfalle

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Come nascono le farfalle
1 di 4
Come nascono le farfalle

Torna su