menu
Condividi

Le parti del corpo della farfalla

 
Di Nick A. Romero H., Biologo ed educatore ambientale. 9 febbraio 2022
Le parti del corpo della farfalla

Gli insetti sono una classe di artropodi più diversificati che esistano sulla Terra, presentando una varietà di caratteristiche e adattamenti tipici di un gruppo così ampio. Gli insetti hanno conquistato moltissimi habitat, e quando sono adulti possono muoversi nuotando, camminando o volando, a seconda della specie.

Anche se hanno alcuni aspetti in comune, le caratteristiche anatomiche, biologiche ed ecologiche di questi animali differiscono da un insetto all'altro. In questo articolo di AnimalPedia parleremo in particolare delle parti del corpo della farfalla. Continuate a leggere per conoscere l'anatomia di questi fantastici animali.

Potrebbe interessarti anche: Ciclo vitale della farfalla

Caratteristiche delle farfalle

Le farfalle, insieme alle falene, si raggruppano nell'ordine dei Lepidoptera, nome che fa riferimento alle squame sulle ali. E' comune che le farfalle esibiscano sia un volo che una colorazione molto attrattivi, cosa che li rende animali molto appariscenti. Alcune delle caratteristiche generali delle farfalle sono le seguenti:

  1. Hanno una metamorfosi completa: il loro ciclo vitale comprende le fasi di uovo, larva, crisalide o pupa e adulto. Scoprite di più su questo argomento leggendo il nostro articolo 'metamorfosi degli animali'
  2. Sono un gruppo diversificato: hanno una grande presenza in tutto il mondo, ad eccezione dell'Antartide.
  3. Generalmente hanno abitudini diurne: anche se vi sono eccezioni di alcune specie che si attivano di notte, e che hanno dei colori e dei disegni più uniformi e meno sgargianti.
  4. Hanno sviluppato diversi meccanismi di protezione: come quello chimico, la mimesi e l'imitazione, che, a seconda della specie, utilizzano per eludere i predatori.
  5. E' usuale che altre parti del corpo siano ricoperte da squame: esse si staccano al contatto con l'animale.
  6. Il corpo della farfalla segue l'anatomia e la struttura tipica di tutti gli insetti: consiste in una testa, un torace ed un addome, ed in ciascuna di queste parti le farfalle hanno degli adattamenti specifici per diverse funzioni. Nella prima parte si trovano gli organi principali dei sensi e dell'alimentazione. La seconda, tra le altre cose, ha funzione della locomozione, mentre la terza parte compie le funzioni di digestione, secrezione e riproduzione.

Capo della farfalla

La testa della farfalla è piccola, di forma arrotondata e, come abbiamo detto, qui si trovano gli organi sensoriali. Alcune delle parti che si trovano nella testa della farfalla sono:

Coppia di occhi composti

Gli occhi sono due, sono di tipo composto e ben sviluppato, sono formati da centinaia di ommatidi che sono le unità che compongono la loro struttura oculare. Questo tipo di occhi, offre loro una visione a mosaico, che, nonostante permetta loro di captare bene i movimenti del suo ambiente, oltre ai colori e a certe forme, non è molto efficace per distinguere immagini chiare.

Tromba o spiritromba

Inoltre, nelle farfalle è avvenuta una modificazione nella bocca, che ha dato origine a una lunga proboscide succhiatrice, che viene chiamata spiritromba. E' l'organo utilizzato per l'alimentazione. Sempre sulla testa, vicino alla bocca, si trova una appendice conosciuta come palpi, i quali posseggono dei recettori olfattivi, che è il senso più sviluppato della farfalla.

Antenne

Le antenne sono un'altra struttura ubicata sulla testa della farfalla. Si caratterizzano per essere molto lunghe, filamentose, segmentate a forma di martello. Esse svolgono un ruolo molto importante negli insetti, visto che servono per la percezione del mondo circostante, ed hanno funzione tattile e olfattiva. Le farfalle attraverso le loro antenne possono percepire i feromoni delle loro potenziali partner. Inoltre le antenne aiutano loro ad orientarsi durante il volo.

Le parti del corpo della farfalla - Capo della farfalla

Torace della farfalla

La seconda parte del corpo della farfalla è il torace, che corrisponde alla struttura media ed è formato da tre segmenti fusi fra loro e che hanno una costituzione chitinosa. Le parti che troviamo nel torace sono le seguenti:

  • Il primo è il protorace: dove si trovano le zampe, e dove sono anche presenti le aperture respiratorie conosciute come spiracoli; esse sono connesse con un complesso sistema tubolare che partecipa allo scambio gassoso. A questo proposito vi consigliamo il nostro articolo 'come respirano gli insetti'.
  • Il secondo pezzo viene chiamato mesotorace, è la parte di maggiori dimensioni, in essa si trovano le ali anteriori, due spiracoli e le altre paia di zampe.
  • Infine abbiamo il metatorace: contiene il terzo paio di zampe e le ali posteriori.

Un aspetto molto importante è che nel torace si trovano muscoli potenti che permettono il movimento delle ali. Queste ultime sono strutture che rendono possibile agli insetti il volo, e sono coperte da migliaia di squame, che possono avere diverse pigmentazioni. In questo modo conferiscono alle farfalle i loro meravigliosi colori e disegni particolari che variano a seconda del gruppo.

Inoltre va detto che le zampe delle farfalle sono formate da tre segmenti: il femore, la tibia e il tarso. Queste estremità possiedono anche dei recettori che permettono loro di percepire segnali dall'ambiente, come vibrazioni, odori e sapori.

Le parti del corpo della farfalla - Torace della farfalla

Addome della farfalla

L'addome della farfalla è caratterizzato da una forma cilindrica e flessibile. Si compone di 10 segmenti, anche se gli ultimi due si sono modificati per formare il sistema riproduttivo. Anche nell'addome sono presenti spiracoli, che come detto formano il sistema respiratorio di questi insetti.

Nel terzo segmento del corpo delle farfalle troviamo:

  • La continuazione dell'apparato digerente che inizia dalla bocca dell'insetto, è che si incarica di digerire il cibo principalmente liquido che consumano le farfalle.
  • Apparato circolatorio: costituito da un cuore tubolare, che spinge la emolinfa, cioè il sangue degli artropodi, attraverso un vaso sanguigno chiamato aorta dorsale. Attraverso questo canale, affluiscono le sostanze nutritive al resto del corpo.
  • Apparato secretore: questo consiste di un complesso formato dai tubuli di Malpighi che lavorano insieme alle ghiandole specializzate e al retto, i residui prodotti vengono espulsi in maniera molto efficiente regolando tra l'altro la perdita d liquidi.
  • Apparato riproduttore: è complesso, e non varia solo da maschio a femmina, ma anche da una specie all'altra, per cui si possono accoppiare solo individui della stessa specie. Nel caso delle femmine, la loro zona addominale si nota più arrotondata e spesso di quella dei maschi, che sono più sottili. Le strutture che formano questo apparato hanno nomi particolari, ma in generale possiamo chiamarli ovaie, ovidotto, camera genitale e condotto ovopositore. I maschi dal canto loro, hanno un pene, spermidotti e testicoli. Potete leggere il nostro articolo 'come nascono le farfalle'.

Se desideri leggere altri articoli simili a Le parti del corpo della farfalla, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Curiosità sul mondo animale.

Bibliografia
  • Boyero, A. y López, J. (1998). Guía de mariposas diurnas de la zona norte del Parque del Suroeste. Disponible en: https://www.elsoto.org/wp-content/uploads/2015/08/folleto_libro_mariposas.pdf
  • Culín, José. "Lepidóptero". Enciclopedia Británica, 12 de enero de 2018, https://www.britannica.com/animal/lepidopteran.
  • García, E., Romo, E., Sarto, V., Munguira, M., Baixeras, J., Vives, A., y Yela, J. (2015). Orden Lepidoptera. Disponible en: http://sea-entomologia.org/IDE@/revista_65.pdf
  • Sociedad de Lepidópteros (2016). Términos anatómicos para Lepidópteros. Disponible en: https://web.archive.org/web/20160507010553/http://www.lepsoc.org/anatomical_definitions.php

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
Le parti del corpo della farfalla
1 di 3
Le parti del corpo della farfalla

Torna su