Condividi

Come tranquillizzare un gatto nervoso: consigli

 
Di Cecilia Natale, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. 16 gennaio 2018
Come tranquillizzare un gatto nervoso: consigli

Vedi schede di Gatti

Si sa, i gatti domestici sono animali abitudinari che amano seguire una routine ben precisa perché, in questo modo, non soffrono di ansia, stress e, di conseguenza, nervosismo. Qualsiasi cambiamento nella vita di un gatto, come traslochi, nuovi animali in casa, o una semplice disposizione dei mobili diversa, possono causare stress e nervosismo nel gatto.

In questo articolo di AnimalPedia ti spieghiamo come tranquillizzare un gatto nervoso, consigli utili per calmare un gatto, sia se è il tuo sia se l'hai appena trovato e non sai come aiutarlo.

Potrebbe interessarti anche: Gatto sordo: come comportarsi?

Avvicinarsi a un gatto nervoso

Avvicinarsi a un gatto nervoso o che non si sente a suo agio per una situazione specifica è una situazione difficile da affrontare. Una volta superato il primo momento di diffidenza, però, è possibile tenere sotto controllo la situazione.

Quando un gatto nervoso non si conosce, sia se è di un'altra persona sia se è randagio, bisogna avvicinarsi con molta cautela e attenzione, senza spaventarlo e facendogli capire che non deve aver paura, altrimenti fuggirà subito. Alcuni gatti odiano gli sconosciuti che si avvicinano o la semplice presenza di qualcuno che non conoscono, per questo prima di cercare di tranquillizzare un gatto nervoso è necessario sapere come interpretare il suo linguaggio del corpo.

I gatti che hanno subito maltrattamenti, di solito, indietreggiano con la schiena arcuata, senza rizzare il pelo: è una postura di difesa. Lo stesso si può dire quando si piega e si appiattisce sul pavimento. Bisogna guadagnarsi la fiducia del gatto nervoso e per farlo piano piano puoi provare ad allungare una mano facendogli annusare il palmo e parlandogli con un tono di voce basso e tranquillo. Non c'è bisogno di toccarlo, devi solo fargli capire che non è in pericolo e che non vuoi fargli del male.

A volte è necessario tranquillizzare il proprio gatto, nervoso per qualche situazione o perché è stato spaventato. Cerca di non reagire in maniera impulsiva, non forzarlo e non invadere i suoi spazi. Pazienza e tranquillità sono il segreto per calmare il gatto. Se è il tuo, inoltre, hai un ulteriore vantaggio perché puoi fare leva su qualcosa che sai che adora e alla quale non saprebbe mai dire di no, per esempio il suo gioco preferito o qualcosa di goloso.

Rispetta i suoi tempi e i suoi spazi e se cerca di fuggire non inseguirlo, anzi, lascialo da solo per almeno mezz'ora per poi provare di nuovo ad avvicinarti.

Passa del tempo con il gatto

Uno dei migliori consigli per tranquillizzare un gatto nervoso e guadagnarti la sua fiducia è passare un po' di tempo con lui tutti i giorni. Ovviamente, se il gatto nervoso è il tuo, sarà più facile, ma è fattibile anche se hai intenzione di adottare un gattino randagio che sta sempre nei pressi di casa tua: l'obiettivo è quello di farlo abituare alla tua presenza.

Quando ti avvicini a un gatto, come abbiamo già detto, porgigli il palmo della mano in modo che lo annusi e si abitui al tuo odore. I cambiamenti avvengono poco a poco, i risultati non sono immediati. Prova ad attirarlo con un gioco interessante per provare ad attirare la sua attenzione e curiosità. Il gioco funge da distrazione dalla preoccupazione, stress e nervosismo, per questo è un elemento importante quando si cerca di calmare un gatto. I giochi tipo canna da pesca con un peluche attaccato in fondo sono i migliori per evitare che il gatto ti graffi senza volerlo.

Se già conosci il gatto, oltre a stabilire un contatto visivo, puoi anche accarezzarlo o pettinarlo e lasciare che si accucci al tuo fianco: ciò rafforzerà il vostro legame e lo aiuterà a superare il nervosismo.

Come tranquillizzare un gatto nervoso: consigli - Passa del tempo con il gatto

Chiedi consiglio al veterinario

In alcuni casi, ma quasi sempre nei più gravi, possono essere utili dei tranquillanti. Tuttavia, quasi sempre, bastano coccole, carezze e tanto amore per tranquillizzare un gatto nervoso. La cosa migliore da fare è rivolgersi al veterinario che ti indicherà cosa fare in questo caso specifico.

L'acepromacina è il tranquillante più usate nei casi di nervosismo nei gatti. Si tratta di un depressore del sistema nervoso centrale che fa rilassare l'animale e lo rende indifferente a ciò che lo circonda. Ha anche un'azione ipotensiva (abbassa quindi la pressione arteriosa), per cui è controindicata per i cani che soffrono di problemi al cuore. Ovviamente si tratta di un farmaco che deve essere prescritto da un veterinario.

Inoltre ci sono i fiori di Bach (rescue remedy), utili per calmare lo stress fisico e mentale. Si possono somministrare per via orale o se ne può fare un uso topico. Per quanto riguarda i rimedi omeopatici per gatti, ti consigliamo di rivolgerti a un veterinario naturopata. Il Reiki può aiutare i gatti a superare stati di nervosismo. Infine, se il gatto non si lascia toccare, puoi provare a mettere come sottofondo della musica rilassante per gatti come questa al link del nostro canale YouTube.

Come tranquillizzare un gatto nervoso: consigli - Chiedi consiglio al veterinario

Se desideri leggere altri articoli simili a Come tranquillizzare un gatto nervoso: consigli, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Cure extra.

Scrivi un commento su Come tranquillizzare un gatto nervoso: consigli

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Come tranquillizzare un gatto nervoso: consigli
1 di 3
Come tranquillizzare un gatto nervoso: consigli

Torna su