Condividi

Consigli per adottare un gatto randagio

 
Di Cecilia Natale, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. Aggiornato: 22 marzo 2017
Consigli per adottare un gatto randagio

Vedi schede di Gatti

Ti sei affezionato a un gatto di strada che ti fa spesso visita in giardino e hai deciso di adottarlo? Che sia o meno questo la causa della decisione di prendere un gatto, da AnimalPedia vogliamo darti alcuni consigli di base. Si sa che i gatti sono degli animali molto indipendenti e che sanno badare a se stessi, tuttavia saranno felici di aver trovato una casa e qualcuno che si prenda cura di loro con effetto. Se il gatto è adulto, però, bisognerà seguire una serie di indicazioni affinché si adatti nella miglior maniera possibile alla nuova casa. Continua a leggere questo articolo e scopri i nostri consigli per adottare un gatto randagio.

Potrebbe interessarti anche: Consigli per adottare un coniglio

Portarlo dal veterinario

Se hai deciso di prendere un gatto randagio, senza dubbio la prima cosa da fare è portarlo dal veterinario, sia se si tratta di un cucciolo sia se si tratta di un adulto. Avendo passato molto tempo in strada, è fondamentale farlo visitare per controllare che non abbia nessuna malattia, parassiti, ferite o abbia qualsiasi altro problema di salute.

Tieni presente che il felino è stato esposto a ogni tipo di pericolo, fra cui lotte fra gatti, ingestione di cibo andato a male, intossicazioni da veleno, botte contro macchine, ecc. Potrebbe aver contratto malattie gravi quali leucemia, cimurro, aids felino, e altre malattie che solo un veterinario può riconoscere.

Inoltre, ricorda che il tuo nuovo amico dovrà essere sottoposto a una serie di vaccinazioni obbligatorie affinché la sua salute sia perfetta. Sarebbe opportuno farlo identificare con un microchip per poterlo ritrovare senza problemi se dovesse perdersi. Infine ti consigliamo di sterilizzarlo. Soprattutto se è un gatto adulto, sarà abituato ad andare alla ricerca di un compagno con cui accoppiarsi quando è in calore se è una femmina o rispondere al richiamo di una gatta se è un maschio.

Consigli per adottare un gatto randagio - Portarlo dal veterinario

Scegliere un trasportino

Portare un gatto di strada dal veterinario non sarà facile. Per farlo nel modo più comodo possibile, dovrai comprare un trasportino. Inoltre, quest'oggetto ti sarà molto utile per portarlo dentro casa, se ancora non è con te. A meno che non si tratti di un gattino, difficilmente un esemplare adulto si lascerà prendere in braccio.

Per scegliere il trasportino giusto, la cosa migliore da fare sarebbe andare dal veterinario per spiegargli la situazione. In secondo luogo, è fondamentale che il gatto associ il trasportino a un'esperienza positiva e non negativa. Se lo obblighi a entrare dentro, potrebbe associarlo a uno stimolo negativo e adottare un comportamento aggressivo ogni volta che lo vede.

Dovrai armarti di pazienza, prendere del cibo o delle leccornie per gatti e chiamarlo con voce dolce per attirarlo dentro. Per rendere l'esperienza più piacevole, metti un giocattolo all'interno con del cibo vicino affinché si diverta mentre lo trasporti.

L'arrivo a casa

Per adottare un gatto randagio, la cosa più importante da fare è preparare la casa al suo arrivo. I gatti sono animali molto più indipendenti rispetto ai cani, per cui è fondamentale adibire un angolo della casa solo per il gatto. Per farlo puoi scegliere: dargli una stanza che non usi o lasciargli scegliere liberamente quale sarà l'angolo di una stanza in cui lo sistemerai. Quando qualcosa cambia in maniera importante nella vita di un gatto, questo animale tende a nascondersi e ad attraversare un processo di adattamento. Ovviamente passare dalla strada a una casa è un grande cambiamento, per questo è importante fornirgli uno spazio tutto per sé.

Il gatto in casa ha bisogno fondamentalmente di:

  • Cibo e acqua. A seconda dell'età e del peso del tuo gatto, dovrai scegliere un determinato tipo di mangime. Puoi consultare il nostro articolo riguardante l'alimentazione giusta per i gatti per farti un'idea. Se il gatto è adulto, nei primi giorni ti consigliamo di dargli cibo umido caratterizzato da un odore più appetitoso che attirerà di certo la sua attenzione e lo aiuterà ad adattarsi più velocemente al nuovo ambiente. Ricorda: il cibo sarà il tuo alleato numero uno per guadagnarti la sua fiducia. Se hai scelto il posto che sarà tutto per lui, puoi scegliere di metterci anche anche l'acqua e il cibo, se non vuoi tenerli in cucina o nella sala da pranzo. Se preferisci che scopra per conto suo il luogo che sarà tutto suo, lascia il cibo dove possa vederlo; una volta scelto il suo posto, potrai metterci le sue ciotole.
  • Lettiera. Ricorda che i gatti sono animali estremamente puliti, per cui non dovrai mettere le loro ciotole di acqua e cibo vicino alla lettiera. Anche se sono nella stessa stanza, dovrà esserci distanza fra la zona in cui mangia e in cui fa i suoi bisogni.
  • Cuccia per gatto. Dopo aver vissuto per strada, il tuo gatto sarà felice di avere un lettino comodo e soffice tutto per sé. Posizionalo vicino al cibo e lontano dalla lettiera.
  • Tiragraffi. I gatti sono animali caratterizzati da unghie affilate e adorano averle ben curate e pronte a tirarle fuori per difendersi se si sentono in pericolo. Procurarti un tiragraffi è importante non solo per questo motivo, ma anche per evitare che si rifaccia le unghie sui mobili o i tessuti di casa.

Uno dei migliori consigli per adottare un gatto è lasciarlo adattare alla casa secondo i suoi tempi. Non sorprenderti se i primi giorni si mostra diffidente e preferisce non uscire dal suo angolino: ha bisogno di trovare la sua stabilità e sentirsi al sicuro. Puoi provare ad accarezzarlo più volte affinché ti riconosca e inizi a fidarsi di te. Se non si lascia accarezzare, dagli tempo.

Consigli per adottare un gatto randagio - L'arrivo a casa

Lasciarlo a contatto con la natura

In particolare modo se il gatto è adulto, sarà ancora più abituato a vivere a stretto contatto con la natura, a procacciarsi del cibo, a stare a contatto con altri gatti, ecc. Per questo devi fare in modo che il suo nuovo habitat risponda a questa necessità di mantenere il contatto con la natura.

Cerca finestre in casa che diano all'esterno e lascia che il gatto vi abbia accesso perché ci si possa sedere e osservare la strada. Se in casa tua c'è un patio, un giardino o un terrazzo, decoralo con delle piante che possa annusare ed esplorare.

Gli alberi per gatti sono particolarmente utili perché risponderai a due necessità di base del gatto: limare le unghie e arrampicarsi. Per strada, il tuo gatto era abituato ad arrampicarsi in continuazione per poter osservare l'ambiente circostante dall'alto o per scampare a qualche pericolo.

Infine dovrai fornirgli dei giocattoli che lo facciano giocare come se andasse a caccia. Il gatto è un animale con un istinto da cacciatore molto sviluppato che gli assicura la sua sopravvivenza, per cui dovrai procurarti dei giocattoli "da caccia" che, oltre oltre a farlo giocare ed esercitare, gli faranno sfogare l'energia accumulata. Nei negozi di animali troverai un'infinità di giocattoli che risponderanno a questa necessità come topi finti o canne da pesca con un pupazzo all'estremità.

Consigli per adottare un gatto randagio - Lasciarlo a contatto con la natura

Rispettare i suoi tempi

Questo consiglio è particolarmente valido nei casi di gatti adulti o anziani, perché se hai scelto di adottare un gattino randagio si abituerà molto più velocemente e facilmente alle tue regole. Tieni presente che un gatto di strada è abituato a seguire il suo istinto, le sue regole, i suoi orari e abitudini o, al massimo, a seguire gatti con più autorità. Da parte tua dovrai metterci pazienza e rispettare i suoi tempi di trasformazione in gatto domestico.

Soprattutto se ha vissuto esperienze difficili o situazioni traumatiche, all'inizio potrà mostrarsi scontroso nei tuoi confronti e stare sempre sulla difensiva. Per questo, è molto importante che lo tratti con dolcezza senza forzarlo. Fagli notare che sei tu a dargli da mangiare e da bere affinché ti associ a una figura importante e imprescindibile per la sua nuova vita. Avvicinati a lui piano piano, a piccoli passi e con una voce dolce. Con il passare del tempo si mostrerà sempre più disponibile e potrai prendere sempre più confidenza.

Rispetta i suoi tempi e i suoi spazi. Se è lui ad avvicinarsi, lascia che si strusci contro di te o che si sieda su di te. Una volta ottenuta la sua fiducia, potrai iniziare a dargli delle regole da rispettare. Non mostrarti pauroso nei suoi confronti, altrimenti coglierà l'occasione per fare capricci e cercare di comandare. Un gatto ha bisogno di una persona affettuosa e gentile ma allo stesso tempo autorevole.

Il gatto randagio scappa?

È molto probabile che il gatto randagio che hai appena adottato provi a scappare nei primi giorni nella nuova casa. Per evitare che ciò accada, come misura preventiva dovrai tenere finestre e porte chiuse. Se hai un patio, un giardino o un balcone, dovrai montare una staccionata o un recinto per non farlo saltare. È molto importante che il tuo nuovo amico sia libero di esplorare e visitare la zona circostante, per cui negargli l'uscita non è una buona opzione. Come abbiamo visto all'inizio, la sterilizzazione placa abbastanza l'istinto di fuga e la necessità di accoppiarsi.

Hai già adottato le misure suggerite ma il tuo gatto continua a provare a scappare? Allora dovrai prendere l'abitudine di lasciar uscire il tuo gatto per un'oretta o una mezz'ora al giorno. Dovrai addestrarlo e abituarlo a questo comportamento e per far sì che ti dia retta puoi usare una pettorina e un guinzaglio le prime volte. Lasciarlo libero sin dalla prima volta non si rivela efficace perché il gatto potrebbe approfittarne per scappare.

Consulta la nostra guida completa per prendersi cura di un gatto adulto per sapere come accoglierlo al meglio nella sua nuova casa.

Consigli per adottare un gatto randagio - Il gatto randagio scappa?

Se desideri leggere altri articoli simili a Consigli per adottare un gatto randagio, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Cosa devi sapere.

Scrivi un commento su Consigli per adottare un gatto randagio

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Consigli per adottare un gatto randagio
1 di 5
Consigli per adottare un gatto randagio

Torna su