Condividi

Il mio gatto è depresso

Di Cecilia Natale, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. Aggiornato: 10 maggio 2018
Il mio gatto è depresso

Vedi schede di Gatti

Il tuo gatto sembra depresso? Apatico? Ha smesso di mangiare? Sembra giù di morale? Quando si osserva il proprio animale domestico triste e senza voglia di giocare è normale preoccuparsi anche se spesso non si è la causa diretta di questa condizione. Se si nota questo genere di atteggiamento nel gatto, la prima cosa da fare è identificarne la cause per poterlo aiutare a riprendersi e recuperare il suo stato d'animo.

Se ti chiedi "il mio gatto è depresso, quali sono le cause, i sintomi e la cura?", in questo articolo di AnimalPedia analizziamo alcune delle cause più frequenti della depressione nei gatti e ti proponiamo alcuni consigli pratici per cercare di risolvere la situazione.

Potrebbe interessarti anche: Cosa fare se il cane è depresso

Depressione del gatto: sintomi

I gatti, come le persone, sono animali sociali che tendono a soffrire problemi psicologici legati alle emozioni. Per questo motivo, conoscere il carattere del proprio gatto è fondamentale per poter riconoscere velocemente dei cambiamenti comportamentali.

Tuttavia, spesso è difficile riconoscere la tristezza nei gatti dato che sono animali molto tranquilli e lo è ancor di più se lo si è adottato da poco e non si conoscono le sue abitudini. Se riconosci uno o più sintomi di quelli che ti proponiamo di seguito, è probabile che il gatto sia depresso o triste:

  • Apatia
  • Inattività
  • Inappetenza
  • Non cerca coccole
  • Sembra spaventato
  • Cambiamenti comportamentali
  • Sonno e letargia
  • Non gioca

I sintomi presentati sono tipici della depressione, ma possono essere anche dei campanelli d'allarme per eventuali malattie. Per questo motivo ti consigliamo di portare il gatto dal veterinario per scartare eventuali malattie: non dimenticare che è l'unica persona in grado di diagnosticare la depressione o qualche altro tipo di malattia.

Il mio gatto è depresso - Depressione del gatto: sintomi

Cause della depressione nel gatto

Ci sono molti fattori che possono causare tristezza o depressione nell'animale, ma per riconoscere la causa esatta bisogna prendere in considerazione diverse situazioni che possano aver dato origine alla condizione. Di seguito ti spieghiamo quali sono le cause più frequenti della depressione nei gatti:

  • Cambio di casa o famiglia: secondo molti i i gatti sono animali indipendenti e solitari, ma ciò non è del tutto vero. I gatti sono animali sociali e abitudinari, per cui non vivono bene i cambiamenti radicali, come possono essere un trasferimento in un'altra famiglia o in un'altra casa.

  • La solitudine: anche se il carattere di un gatto non può essere paragonato a quello di un cane, bisogna riconoscere che i gatti soffrono quando passano molto tempo da soli. In questo caso, dovrai dare loro dei giochi di attivazione mentale per aiutarli a distrarsi in tua assenza e dargli più attenzioni quando sei in casa. L'amore e le dimostrazioni di affetto sono molto importanti per il gatto.

  • Brutto rapporto con un altro abitante di casa: un'inimicizia con un altro animale domestico o con una persona presente in casa può far sì che il gatto si isoli, si mostri diffidente e non voglia passare tempo insieme a te.

  • L'arrivo di un bebè: un neonato è una grande gioia, anche se per gli animali non sempre è così. Se hai trascurato il tuo gatto o non lo hai preparato bene alla novità, il gatto potrebbe sentirsi triste e disorientato.
  • L'arrivo di un altro animale: la concorrenza per il cibo, le tue carezze o il posto preferito del divano possono far sentire triste e depresso il gatto, non abituato a condividere i suoi spazi. Dovrai preparare l'arrivo del nuovo inquilino dando attenzioni al tuo micio.
  • Malattia: come abbiamo accennato prima, una malattia può cambiare drasticamente il carattere del gatto, facendolo diventare più apatico, senza voglia di mangiare e triste. Portarlo dal veterinario quando si individua qualche anomalia è fondamentale.
  • Stress e ansia: le lotte, le punizioni o il mancato rispetto di una delle libertà del benessere animale possono dare origine a stress e ansia. Devi cercare di far sentire a suo agio il gatto affinché sia felice di essere al tuo fianco.
  • Shock traumatico: un'aggressione o un'esperienza molto negativa possono portare il gatto a soffrire di depressione e tristezza. In questo caso la cosa migliore da fare è portarlo da uno specialista in comportamento animale, come un etologo.

Ciascuno dei motivi elencati possono essere la causa della depressione nel gatto e solo conoscere bene il proprio animale aiuta a capire cosa ha potuto alterare la sua tranquillità e benessere.

Il mio gatto è depresso - Cause della depressione nel gatto

Come curare la depressione del gatto

La depressione colpisce direttamente la salute mentale di qualsiasi animale e la cura migliore per superare e sconfiggere questa condizione in persone, cani o gatti è l'affetto e la comprensione. Il gatto non è asociale, è un animale affettuoso che ha bisogno di sentirsi parte del nucleo familiare. Da AnimalPedia ti diamo alcuni consigli per curare la depressione nel gatto in maniera graduale:

  • Parlagli. Anche se non ti capisce, un tono dolce e affettuoso lo farà sentire amato. Evita di rimproverarlo e dagli tutte le attenzioni di cui può aver bisogno.

  • È importante stare al suo fianco. Il contatto fra i vostri corpi stimolerà la sua sensibilità e migliorerà il vostro rapporto. Per migliorare l'esperienza del contatto, accarezzalo con dolcezza.

  • Dedica almeno 30 minuti al giorno per giocare insieme al gatto. Procurati dei giochi per gatti per interagire con lui, come un piumino, un topolino di peluche o una pallina con un campanellino. Qualsiasi opzione è buona, l'importante è che partecipiate entrambi al gioco. Non toglierglielo se ce l'ha in bocca, prendilo solo quando smette di prestargli attenzione per mantenerlo attivo.

  • Fallo sentire utile. Se caccia uno scarafaggio o ti porta un animale morto, come un uccellino, non devi sgridarlo, ma devi fargli i complimenti. Per le persone non è di certo un bel regalo, ma devi ricordare che il gatto, per natura, è un predatore e sta solo seguendo il suo istinto.

  • Fallo uscire più spesso, facendolo stare a contatto con il sole e la natura: sono entrambi due fattori che aiutano il gatto a sentirsi meglio.

  • Se il gatto ha perso qualcuno di caro (animale o persona) dovrai cercare di alleviare la sofferenza. Se si tratta della perdita di un compagno di giochi come un altro gatto, il consiglio migliore è adottare un altro felino per farlo sentire meno solo e aiutarlo a uscire dalla depressione.

  • Usa dell'erba gatta o catnip per farlo sentire meglio, anche se dovrai farlo con moderazione perché alcuni gatti diventano molto sovreccitati.

Questi che ti abbiamo indicato sono solo alcuni dei rimedi con i quali puoi provare a far riprendere il tuo gatto anche se ne esistono molti altri. Il veterinario o l'etologo ti aiuteranno a individuare il più efficace nel tuo caso.

Il mio gatto è depresso - Come curare la depressione del gatto

Casi gravi di depressione nei gatti

Se hai già messo in pratica i consigli che ti abbiamo dato e non hai notato miglioramenti nel gatto, è il momento di portare il tuo amico da uno specialista.

Il veterinario potrà indicarti dei farmaci per aiutare il gatto dato che sul mercato si trovano diversi antidepressivi per animali. Tuttavia bisogna fare attenzione a usare questo tipo di medicinali perché possono avere degli effetti collaterali gravi, come la dipendenza. Le terapie alternative, come l'omeopatia, possono essere d'aiuto in casi del genere. Con l'aiuto del dottore potrai decidere come curare il gatto depresso per evitare che la condizione si protragga nel tempo.

Il mio gatto è depresso - Casi gravi di depressione nei gatti

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Il mio gatto è depresso, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Problemi mentali.

Scrivi un commento su Il mio gatto è depresso

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
2 commenti
elisabetta
Buona sera, credo che il mio micetto sia triste e giù e non so proprio cosa fare per migliorare la situazione. Ora si è adattato alla nuova casa dove siamo arrivati da metà agosto. Abbiamo escluso patologie gravi perchè dopo che è stato dal vet la prima volta dopo il trasloco, abbiamo curato un infezione da parassiti da cui si è ripreso ma da qualche giorno ha mostrato di nuovo qualche strano sintomo. Di nuovo dal vet, sta facendo una cura ma rimane nuovamente giù di morale. Il vet per telefono dice che non è l'effetto dei farmaci ( stavolta aveva tosse e una probabile lieve infezione all'intestino dovuta a parassiti) Da un mese abbiamo preso una micetta per dargli compagnia, con cui va abbastanza d'accordo anche se all'inizio era geloso. Il problema secondo me è che nella casa precedente visto che era in città, lo avevo abituato ad uscire un paio di volte col guinzaglio, per almeno un oretta al giorno. Ora siamo in una casetta più adatta a lui perchè ha un piccolo giardinetto mattonato che da su un prato. Questo giardinetto è piccolo ed è completamente protetto da rete. Il problema è che vede sul prato di fronte i gatti randagi girare, e vorrebbe farlo anche lui. Lo porto comunque 20 minuti fuori lo stesso, ma anche se siamo andati fuori città siamo vicino ad una strada e lui non è abituato a girare da solo come i randagi di zona quindi non lo posso far girare libero perchè ha già rischiato di andare sotto una macchina. Io non so cosa fare, so che lui vorrebeb uscire e non si capacita del fatto che altri gatti stanno fuori e lui no. Ho preso la gattina per farlo distrarre e giocare. Cerco di giocare con lui ma non vuole, vuole solo uscire. ha capito che quella è la sua condizione e sembra essere scivolato in una depressione pesante. Vorrei aiutarlo, ma non so a chi rivolgermi, mi piacerebbe farlo anche con l'omeopatia o con qualche consiglio. Avevo parlato tempo fa al telefono con una comportamentalista e l'unica cosa che mi ha consigliato era quella di comprare dei giochi. Non son serviti a nulla. Come posso fare? Vederlo così rattrista molto anche me :(
Lorena Bonioni (Autore/autrice di AnimalPedia)
Buongiorno Elisabetta,
ci spiace per la situazione. Le consiglierei innanzitutto di rivolgersi ad un altro specialista in comportamento dei gatti per vedere se ha qualche altro suggerimento.
Per quanto riguarda l'omeopatia, qui abbiamo un articolo che potrebbe essere utile per iniziare a informarsi: https://www.animalpedia.it/cure-omeopatiche-per-gatti-398.html oppure questo sui fiori di Bach, che potrebbero essere utili nel gatto stressato (considerando che il suo gatto ha subito una serie di cambiamenti, può darsi che soffra anche di stress) https://www.animalpedia.it/fiori-di-bach-per-gatti-stressati-e-nervosi-2344.html
In ogni caso le suggerisco anche di cercare di portarlo fuori un po' più spesso quando ha tempo, con delle sessioni brevi dove magari poco alla volta lo libera un po' per vedere come si comporta. Sarebbe meglio farlo in orari fissi così lui sa che tutti i giorni a quell'ora sarà portato ad esplorare quello che c'è fuori. Si assicuri però che non scappi, portandosi con sé oltre al collare ad esempio anche le crocchette o i suoi giochi preferiti.
Ci faccia sapere se ha funzionato!
Un saluto da AnimalPedia.
Charlie
Ciao, 2 giorni fa ho adottato un cucciolo di cane corso, il mio gatto non sembra averla presa molto bene, visto il suo atteggiamento, in questi 2 giorni non ha mangiato come faceva di solito ma mangia molto di meno, sembra triste e arrabbiato con tutta la famiglia, è un gatto maschio di 2 anni, castrato e solitamente molto attivo, credo che questa cosa sia data del fatto che ľincontro con il cucciolo è avvenuto molto bruscamente, il cucciolo ha iniziato ad abbaiare e a rincorrere il micio mentre lui soffiava e scappava, adesso ha paura e non vuole farsi toccare e questa cosa mi rattrista molto perchè io e lui eravamo molto legati, ho paura che per questa cosa possa ammalarsi e nei peggiori dei casi morire
Potreste aiutarmi visto che non ho la possibilità di portarlo dal veterinario?
Grazie in anticipo...
Cecilia Natale (Autore/autrice di AnimalPedia)
Salve Charlie,

la tua interpretazione dei fatti è corretta. Quando si inserisce un nuovo componente in famiglia, come un cane, un gatto, un neonato, o semplicemente si apporta un grande cambiamento alla vita del gatto, è bene che avvenga piano piano, altrimenti il risultato è un forte stress e disagio per il micio. I gatti, inoltre, sono animali estremamente territoriali e un "intruso" (come il cane corso nel suo caso) che arriva ad occuparlo in una maniera così invasiva è estremamente pericoloso per il benessere del micio. Ti consigliamo di essere sempre presente nelle interazioni tra gli animali e per tranquillizzare il micio puoi usare un diffusore di feromoni. Ti consigliamo di consultare il seguente articolo: https://www.animalpedia.it/consigli-per-la-convivenza-tra-cane-e-gatto-883.html

Un saluto da AnimalPedia.

Il mio gatto è depresso
1 di 5
Il mio gatto è depresso

Torna su