Condividi

Il rinforzo positivo con i gatti

 
Di Cecilia Natale, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. Aggiornato: 4 luglio 2018
Il rinforzo positivo con i gatti

Vedi schede di Gatti

Se stai iniziando a educare il tuo gatto o vuoi cominciare ad addestrarlo, è di fondamentale importanza tenere presente una cosa: con punizioni e rimproveri non otterrai il tuo scopo, ancor meno trattandolo male. Il gatto è un animale speciale molto indipendente pur essendo un classico animale domestico, non passa molto tempo a farsi accarezzare o a dimostrare il suo affetto nei confronti degli esseri umani. Anzi, al contrario, spesso si credono i padroni di casa ed esigono di essere trattati come dei re.

Qualsiasi cosa tu voglia insegnare loro, dall'usare la lettiera a non graffiare i mobili, usare la tecnica del rinforzo positivo con i gatti è il modo più efficace per ottenere ottimi risultati dall'addestramento. Continua a leggere questo articolo di AnimalPedia per scoprire nello specifico di cosa si tratta.

Potrebbe interessarti anche: Il rinforzo positivo con i cani

Cos'è il rinforzo positivo?

Il rinforzo positivo consiste semplicemente nel premiare tutti i comportamenti positivi e che ci piacciono del nostro animale domestico. Come ricompensa si possono usare cibo, carezze o parole dolci: tutto è ammesso se al tuo animale piace e se lo aiuta ad associare ciò che gli dai a un'esperienza positiva.

L'obiettivo del rinforzo positivo è educare il gatto in modo che associ determinati comportamenti a conseguenze ben precise. Se il gatto si comporta diverse volte in un certo modo e ogni volta tu rinforzi l'azione, ci saranno maggiori probabilità che la ripeta associandola in maniera corretta.

Se stai cercando di modificare un comportamento, per esempio il gatto graffia i mobili e vuoi che smetta, dargli qualcosa da mangiare che adora o premiarlo con carezze quando usa il tiragraffi è molto efficace. È il modo perfetto per comunicare con i tuo animale domestico e dirgli: "Bravo, così mi piaci!". Devi sapere che gli animali addestrati con la tecnica del rinforzo positivo imparano meglio e più velocemente perché sgridare un gatto per poi non educarlo come vorresti non ha senso.

Il rinforzo positivo con i gatti - Cos'è il rinforzo positivo?

Come usare il rinforzo positivo con i gatti

Se vuoi educare il gatto con il rinforzo positivo e come premio oltre a carezze complimenti vuoi dargli del cibo, non puoi usare un premio qualsiasi, né tanto meno le crocchette che mangia sempre. Ricorda che affinché l'animale ti dia retta dovrai offrirgli qualcosa di goloso e saporito per cui sai che va pazzo, come un pezzetto di wurstel o una fetta di prosciutto, fegato o pezzettini di pollo (tutto in pezzettini molto piccoli). Decidi che cibo userai prima di educare il gatto con il rinforzo positivo.

Se non hai mai usato la tecnica del rinforzo positivo, devi sapere che affinché dia i suoi frutti dovrai essere molto costante e paziente e prestare attenzione a come si comporta il gatto per premiarlo al momento giusto. Per esempio, se vuoi rafforzare l'uso del tiragraffi in modo che il gatto non inizi a graffiare mobili e tende, dovrai premiarlo ogni volta che lo usa in tua presenza, altrimenti non riuscirà ad associare il premio all'azione. In questo caso parliamo di rinforzo fisso e non basta ripeterle 5/10 volte, bensì dovrai farlo quotidianamente e costantemente in modo che lo ricordi alla perfezione.

Una volta che impara a comportarsi in un certo modo, sapendo che segue una ricompensa, è possibile che il gatto non smetta di compiere l'azione che hai rafforzato. A questo punto dovrai passare al cosiddetto rinforzo variabile, ovvero premiarlo solo ogni tanto. All'inizio lo premierai dopo che ha compiuto l'azione desiderata 2 o 3 volte e con il passare del tempo potrai farlo ogni 4, 10 o 15. Infine, quando capisci che il micio ha interiorizzato l'addestramento, dovrai togliere del tutto i premi e usarli solo in occasioni ben precise.

Vantaggi del rinforzo positivo con i gatti

Mentre sgridare il gatto può causare paura, stress, e persino un comportamento aggressivo, il rinforzo positivo è accettato positivamente dal felino, anche se ricordiamo che educare il gatto da cucciolo risulta ancora più efficace. Fra i benefici di questa tecnica, inoltre, è sottolineiamo il miglioramento della vostra relazione, la stimolazione mentale dell'animale domestico e la possibilità di cambiare il suo comportamento laddove ce ne sia qualcuno di sbagliato.

Il rinforzo positivo con i gatti - Vantaggi del rinforzo positivo con i gatti

Se desideri leggere altri articoli simili a Il rinforzo positivo con i gatti, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Educazione di base.

Scrivi un commento su Il rinforzo positivo con i gatti

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Il rinforzo positivo con i gatti
1 di 3
Il rinforzo positivo con i gatti

Torna su