Condividi

Pasta al malto per gatti

Di Cecilia Natale, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. 14 febbraio 2017
Pasta al malto per gatti

Vedi schede di Gatti

I gatti sono degli animali incredibilmente puliti che dedicano ore a lucidare il proprio pelo. Il problema che deriva dal leccarsi così tanto, però, è l'ingestione di una grande quantità di pelo. Se hai un gatto, di certo più di una volta ti sarà capitato di vederlo tossire o addirittura vomitare palle di pelo. In questi casi, alcune persone ricorrono alla pasta al malto per gatti, un prodotto molto utile di origine naturale che migliora la digestione e il transito intestinale del gatto.

Scopri su AnimalPedia le proprietà e gli effetti della pasta al malto per gatti, le dosi necessarie, se può essere data a gatti di tutte le età e altre informazioni riguardo al rigurgito del gatto.

Potrebbe interessarti anche: Arricchimento ambientale per gatti

Cos'è la pasta al malto?

La pasta al malto per gatti è una pasta dal colore simile al miele ma con una consistenza più densa. È composta principalmente da oli e grassi vegetali, estratto di malto, fibre, derivati del latte e lievito. Di solito contiene anche coloranti, conservanti e vitamine.

Sul mercato ne esistono di diverse marche di formati diversi, anche se il più comune è simile a un tubetto da dentifricio. La composizione varia sempre in base alla marca, ma la base è sempre estratto di malto. Alcuni gatti ne preferiscono una in particolare e quindi è più facile che la mangino.

Pasta al malto per gatti - Cos'è la pasta al malto?

A cosa serve la pasta al malto per gatti?

Con la loro toelettatura quotidiana, i gatti ingeriscono una grande quantità di peli morti che transitano attraverso il sistema digerente e che possono formare boli di maggiore o minore grandezza. Si tratta dei cosiddetti tricobezoari o, più comunemente, boli o palle di pelo.

La lingua del gatto è ruvida e, come è possibile vedere bene dall'immagine, è dotata di delle piccole strutture simili a spine o proiezioni di cheratina, chiamate papillae che li aiutano a pettinarsi e ad eliminare lo sporco dal proprio manto. Queste strutture, inoltre, contribuiscono a staccare i peli più deboli o che non sono più attaccati ma, di conseguenza, il gatto il ingerisce.

Le palle di pelo del gatto possono accumularsi nell'intestino, nello stomaco o nell'esofago. Se il gatto tossisce ed espelle la palle di pelo senza alcun problema, vuol dire che ancora non aveva raggiunto l'esofago. Se invece la tosse è accompagnata da nausea, mancanza di appetito e vomito con cibo non del tutto digerito, allora la palla di pelo molto probabilmente si troverà nello stomaco o nell'intestino tenue. Se il gatto soffre si stitichezza o di mancanza di appetito, invece, è molto probabile che si trovi nell'intestino crasso.

La pasta al malto contribuisce ad eliminare quest'eccesso di pelo ingerito attraverso le feci. Ha un effetto lassativo e aiuta a migliorare il transito intestinale, per questo è adatta anche in casi di stitichezza leggera. Lo scopo di questa sostanza, quindi, è aiutare il gatto ad espellere i peli ingeriti senza problemi attraverso tutto il sistema digerente.

Pasta al malto per gatti - A cosa serve la pasta al malto per gatti?

Come dare la pasta al malto al mio gatto?

Come ben sai, ogni gatto è un mondo a sé: alcuni adorano la pasta al malto, la mangiano direttamente dalla confezione e la leccano senza problemi mentre altri si mostrano diffidenti e si rifiutano di ingerirla.

In questo caso si può sporcare la zampa del gatto o la bocca con la pasta al malto così che, prima o poi, la lecchi. Dato che non gradirà di avere questa sostanza sul corpo, la leccherà per mandarla via. È probabile che ti tocchi inseguire il gatto per casa per potergli dare la pasta al malto, ma vedrai che con il tempo si abituerà. Puoi anche provare a metterla nella sua pappa, ma data la consistenza della pasta al malto te lo sconsigliamo.

La sostanza non ha un sapore sgradevole per i gatti e, anche se all'inizio non la accetterà di buon grado, alla fine la prenderà come un'abitudine; prova diverse marche per vedere se ne gradisce una in particolare.

Pasta al malto per gatti - Come dare la pasta al malto al mio gatto?

Quanta pasta al malto devo dare al mio gatto?

Una dose dovrebbe corrispondere a una pallina della dimensione di una mandorla o una nocciola. Se il tuo gatto è uno di quelli a cui piace la pasta al malto, puoi dargliene un po' di più.

Per un gatto a pelo corto, due volte a settimana saranno sufficienti. Nel caso di gatti a pelo lungo, invece, saranno necessarie quattro somministrazioni a settimana. Nei periodi di muta del pelo o se si nota che il gatto tossisce molto, possiamo dargli la pasta al malto anche tutti i giorni.

Pasta al malto per gatti - Quanta pasta al malto devo dare al mio gatto?

Pettinare il gatto

Non bisogna dimenticare che spazzolare bene il gatto è fondamentale per la sua salute. Pettinandolo, è possibile eliminare la maggior parte dei peli deboli, polvere o sporcizia che il gatto ha ingerito leccandosi. Dovrai scegliere una spazzola adatta al pelo del tuo gatto e avere l'abitudine di spazzolarlo.

Per i gatti a pelo corto sarà sufficiente farlo una o due volte a settimana, mentre l'ideale per i gatti a pelo lungo sarebbe una volta al giorno. Scopri le varie tipologie di spazzole per gatti a pelo corto e le spazzole per gatti a pelo lungo.

Se non puoi pettinarlo tutti i giorni, fallo bene e a fondo almeno due volte a settimana. Oltre a rafforzare il vostro legame, perché partecipi alla sua toelettatura, lo aiuterai a mantenere il pelo sano e a ridurre la quantità di peli ingerita. Non dimenticare che in primavera e in autunno, i periodi di muta, dovrai spazzolarlo più spesso.

Pasta al malto per gatti - Pettinare il gatto

I gatti e la pasta al malto

Come abbiamo visto, la pasta al malto è un prodotto che aiuta molto i gatti nell'espulsione dei boli di pelo. Insieme a una giusta routine di spazzolate, aiuterà il gatto a convivere con le palle di pelo.

In alcune occasioni, le ostruzioni causate dalle palle di pelo possono rappresentare un problema. Se sono accompagnate da sangue o il gatto soffre di stitichezza prolungata, vai dal veterinario.

Non dimenticare che i gatti si leccano molto, passano le giornate a lucidarsi il pelo. Per questo motivo non deve destare preoccupazione il fatto che continuino a tossire occasionalmente e ad espellere il pelo ingerito: se la quantità espulsa non è esagerata, è del tutto normale.

Pasta al malto per gatti - I gatti e la pasta al malto

Se desideri leggere altri articoli simili a Pasta al malto per gatti, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Cure extra.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
1 commento
anna
Mi piacciono i Vostri articoli però mi piacerebbe avere una risposta . Ho scritto già altre volte su questo gatto Mimmone ma mai nessuna risposta . Per favore aspetto . Grazie anna

Pasta al malto per gatti
1 di 7
Pasta al malto per gatti

Torna su