Condividi

Perché i tori odiano il rosso?

 
Di Cecilia Natale, Traduttrice e copywriter di AnimalPedia. 29 agosto 2018
Perché i tori odiano il rosso?

Sono molte le persone che affermano che i tori odiano il colore rosso, soprattutto perché quando si svolgono le corride vengono usati drappi rossi per far infuriare questi animali. Anche se vengono presentate come una tradizione antica e uno spettacolo da non perdere, ciò che si osserva in una corrida altro non è che maltrattamento animale, perché il toro viene ferito numerose volte fino a che, nella maggior parte dei casi, muore.

Il rosso, in teoria, verrebbe usato per far arrabbiare o provocare l'animale, ma vi siete mai chiesti se ciò sia vero o falso? Vuoi sapere perché i tori odiano il rosso? Continua a leggere questo articolo di AnimalPedia in cui lo spieghiamo!

Potrebbe interessarti anche: Perché i gatti odiano l'acqua?

Il toro animale

Il toro (Bos primigenius taurus) è un mammifero quadrupede che appartiene alla famiglia dei bovini. è caratterizzato da pelo corto, corpo robusto e due corna sporgenti che spiccano dalla testa. È un animale erbivoro che può pesare più di una tonnellata e misurare fino a mezzo metro di lunghezza. Insieme alla mucca, è l'animale più comune nelle fattorie.

Inoltre il toro è stato usato per secoli come attrazione principale nelle corride in Spagna, "spettacoli" sempre meno comuni perché aspramente criticati data la crudeltà che li caratterizza. La corrida, infatti, consiste nel confondere il toro con un drappo rosso e l'obiettivo finale è uccidere l'animale colpendolo al cuore.

È per questo motivo che negli anni si è diffusa la credenza secondo la quale tali mammiferi odiano il colore rosso... Ma è proprio vero che i tori odiano il colore rosso?

È vero che i tori odiano il colore rosso?

Se ne parla molto e ciascuno sembra voler dire la sua a riguardo, ma come ha avuto origine tale credenza? Come abbiamo spiegato, questo animale viene usato per la tauromachia. Il torero, quindi, si mette di fronte all'esemplare muovendo un drappo (un mantello rigido lungo circa 110 cm) di colore rosso.

L'idea è che il toro attacchi violentemente il drappo diverse volte mentre il torero cerca di schivarlo e no farsi colpire. Alla fine, la corrida si conclude con la morte del toro, ucciso dal torero con degli strumenti usati in quest'attività. Si dice che il toro colpisca il telo rosso perché non sopporta tale colore, ma in realtà ciò non è vero, ai tori non dà fastidio il colore.

Il colore rosso, inoltre, non influisce sul comportamento dell'animale. Allora perché il toro attacca il drappo rosso durante la corrida? La risposta è piuttosto semplice: lo fa perché tale oggetto attira la sua attenzione in particolar modo quando viene mosso e agitato, perché si sente confuso nel bel mezzo dell'arena.

L'aggressività, inoltre, è influenzata dalla genetica, perché per l'allevamento del toro da corrida viene effettuata una selezione genetica esaustiva secondo la quale si fanno riprodurre solo i tori più aggressivi.

Perché i tori odiano il rosso? - È vero che i tori odiano il colore rosso?

Perché i tori attaccano?

Come abbiamo visto, anche se si dice che i tori odiano il rosso, la reazione violenta dell'animale scaturisce dal movimento e non dal colore del drappo. Ma, ancora una volta, perché?

Si tratta di una specie che non è in grado di captare movimenti lenti o minimi, ma è ottima per identificare movimenti bruschi e veloci. Inoltre, per istinto, associa tali movimenti ai pericoli, per cui una tela agitata con violenza di fronte agli occhi causa una reazione forte ed è per questo che affronta e attacca lo stimolo.

Come vedono i tori?

I tori sono in grado di riconoscere diversi colori, tuttavia non li riescono a differenziare come facciamo noi esseri umani, anche se hanno una vista molto sviluppata che permette loro di vedere in maniera ben nitida. Grazie a tale caratteristica sono capaci di calcolare distanze e vedere montagne e rilievi.

Nonostante ciò i tori sono miopi, aspetto che rende difficile osservare le cose che si trovano in lontananza e distinguerne i dettagli. Per quanto riguarda i colori, i tori hanno due tipi di coni, a differenza degli esseri umani che ne possiedono tre. Ciò significa che i tori vedono i colori che vanno dall'onda lunga all'onda media (ovvero arancione, rosso, giallo, e giallo-verde). Tuttavia non sono capaci di riconoscere i toni a onda corta, come il blu, il grigio o alcuni tipi di verde. Se vuoi scoprire come vedono altri animali, come per esempio, come vedono i cani, consulta l'articolo che trovi al link.

Allo stesso tempo i tori hanno la terza palpebra, conosciuta anche come tapetum lucidum. Questo tessuto si trova nella parte posteriore dell'occhio e ha la funzione di captare la luce dall'eterno, aumentando la capacità dei fotorecettori, per questo migliora la vista in condizioni di luminosità scarsa. È per lo stesso motivo, quindi, che gli occhi del toro brillano se gli viene puntata una luce intensa dritta negli occhi, poiché è l'effetto di tale tessuto, presente anche in animali come cani e gatti.

Per terminare questo articolo di AnimalPedia sul perché i tori odiano il rosso, anche se abbiamo visto che si tratta solo di una credenza popolare, vi mostriamo una foto di Cristopher Thomas, che sostiene di aver comprato un toro da corrida come animale domestico per dimostrare che non si tratta di un animale aggressivo. Non sappiamo se il suo amico a quattro zampe, Fadjen, sia davvero un toro da corrida o se si tratti di un toro domestico, ciò che è evidente e innegabile, però, è il loro magnifico rapporto.

Perché i tori odiano il rosso? - Come vedono i tori?

Se desideri leggere altri articoli simili a Perché i tori odiano il rosso?, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Curiosità sul mondo animale.

Scrivi un commento su Perché i tori odiano il rosso?

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Perché i tori odiano il rosso?
1 di 3
Perché i tori odiano il rosso?

Torna su