Condividi

Bombay

3 marzo 2017
Bombay

Il gatto Bombay è indubbiamente una delle razze di gatti più popolari e belle che esistano. Se stai pensando di adottare un gatto di questa razza, sarà opportuno conoscere le sue caratteristiche, il carattere e delle attenzioni di cui ha bisogno. In questa scheda di AnimalPedia troverai anche dettagli riguardanti la sua alimentazione e salute, aspetti importanti da conoscere. Continua a leggere per scoprire tutto su questo gatto, sviluppato per ricordare una piccola pantera.

Origine
  • America
  • Stati Uniti
Caratteristiche fisiche
Dimensione
Peso medio
  • 3-5
  • 5-6
  • 6-8
  • 8-10
  • 10-14
Speranza di vita
  • 8-10
  • 10-15
  • 15-18
  • 18-20
Clima
Tipo di pelo

Storia del Bombay

L'origine del gatto Bombay risale al 1950 a Louisville, nel Kentucky (Stati Uniti) grazie all'allevatrice Nikki Horner. La sua intenzione principale era creare un gatto simile a una pantera, a pelo corto e brillante. Per farlo, si ispirò alla sua pantera preferita, il leopardo nero dell'India, Bagheera del Libro della giungla, il famoso cartone animato della Disney.

A partire dal 1953, Horner iniziò a selezionare e ad allevare i gatti Bombay incrociando un gatto Americano a pelo corto e nero e una gatta Burmese di color zibellino. È una razza ibrida che non ha origini selvatiche. Lo standard della razza venne stabilito solo più tardi e nel 1976 il gatto Bombay venne riconosciuto: un gatto nero dal pelo lucido e gli occhi color rame.

Caratteristiche fisiche del Bombay

Il gatto Bombay è muscoloso e compatto, ma allo stesso tempo più agile del Burmese dal quale discende. È di medie dimensioni, così come la coda. Risalta il viso tondeggiante, il muso corto e i cuscinetti interamente neri, caratteristica che contraddistingue la razza.

Il colore del manto del gatto Bombay è nero ebano dalle radici fino alla punta, corto, liscio e molto lucido, a volte può sembrare opaco. Una delle caratteristiche che spiccano sono gli occhi color rame con eventuali sfumature dorate, sempre molto brillanti.



Carattere del Bombay

Il gatto Bombay, di solito, è socievole e affettuoso, detesta la solitudine ama la compagnia del padrone e degli altri membri della famiglia. In alcune occasioni, se passa troppo tempo solo, può soffrire di ansia da separazione, una condizione psicologica che colpisce il suo benessere e la sua felicità. Ama miagolare per comunicare con le persone o per chiedere qualcosa, sempre con dolcezza e tenerezza.

È un gatto abbastanza pigro e passa molte ore a dormire e riposare. Tuttavia è un gran giocherellone e ama divertirsi, per questo e per la sua socievolezza è molto adatto per le famiglie con bambini e altri gatti. Si adattano bene a qualsiasi stile di vita, l'importante è dargli molto affetto.

Inoltre, si tratta di un gatto incredibilmente intelligente che può imparare vari trucchi de esercizi se si usa il rinforzo positivo per educarlo, per esempio cercare e riportare oggetti, saltare e fare alcuni esercizi.

Prendersi cura di un Bombay

Il Bombay non ha bisogno di attenzioni specifiche perché, essendo a pelo corto, non tende a presentare nodi né ad accumulare sporcizia. Basterà pettinarlo due volte a settimana per aiutarlo a rimuovere il pelo morto e a mantenere il suo caratteristico pelo lucido e brillante.

Ricorda che i gatti si puliscono da soli, per cui non sarà necessario fargli il bagno, con il quale, inoltre, perdono lo strato protettivo che per natura possiedono sulla pelle. In alcuni casi, soprattutto quando si sporca molto o gli si attacca qualcosa sul pelo, il bagno è necessario. Ti consigliamo di usare comunque degli shampoo per il lavaggio a secco o asciugamani umidi. Per ottenere un pelo ancora più brillante, puoi usare anche balsami a secco.

Cura anche l'alimentazione del gatto che deve essere sempre di qualità, altrimenti il pelo e la sua salute ne risentiranno. Per variare la sua dieta quotidiana, potrai alternare cibi in scatola, crocchette oppure preparargli del cibo umido fatto in casa: lo adorerà e lo aiuterà a mantenersi idratato.

Non dimenticare di controllare, ogni tanto, che abbia le orecchie pulite, le unghie ben limate (altrimenti dovrai tagliarle e curarle tu). Fai attenzione anche alla salute dei suoi denti.



Salute del Bombay

Il Bombay gode di una salute eccellente. Si tratta infatti di una delle razze meno propense a contrarre malattie. Per questo motivo è una delle razze di gatti più longeve che ci siano e può raggiungere i 20 anni di vita. A parte ciò, tuttavia, possono presentare malformazioni del cranio, problema di salute ereditato dai suoi antenati, i Burmesi.

Per prevenire eventuali problemi di salute, dovrai rispettare il calendario delle vaccinazioni del gatto e fargli realizzare dal veterinario un trattamento antiparassitario, soprattutto se gli permetti di uscire fuori casa. Infine, ti consigliamo di portarlo dal veterinario ogni 6 o 12 mesi per assicurarti che stia bene.

Foto di Bombay

Articoli correlati

Carica la foto del tuo Bombay

Carica la foto del tuo animale domestico

Scrivi un commento su Bombay

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuta questa razza?
4 commenti
Elia
Intanto grazie per la risposta!
Guarda propendo che sia stato lasciato perché abito proprio con davanti una strada molto trafficata e lui non si avvicina mai e va a zonzo per giardino e orto delle case vicine.

In ogni caso sabato andrò dal veterinario a fare tutti i controlli del caso.

Elia
Elia
Ciao, da più di una settimana mi sono trovato in corte una gattina nera (avrà forse un anno) e dalle caratteristiche che ho letto sembrerebbe essere proprio un bombay...molto affettuosa, grande mangiatrice e le piace comunicare...anche gli occhi dorati/ambrati e il pelo nero lucido mi fanno propendere che sia un bombay piuttosto che un europeo nero...certo mi pare strano che qualcuno si sia liberato di un gatto comunque non così comune almeno da noi in italia.

Voi che ne pensate?

Grazie e un saluto a tutti quanti

Elia
Lorena Bonioni (Autore/autrice di AnimalPedia)
Ciao Elia,
potrebbe essere che sia scappato o si sia perso, non solo che lo abbiano abbandonato. Se hai tempo e voglia potresti affiggere una foto del gatto nei locali limitrofi e vedere se qualcuno si palesa. Dalla descrizione comunque sembra proprio un Bombay.
Grazie a te, facci sapere se hai adottato il nuovo micio!
Un saluto da AnimalPedia.
Stefano
Ciao,
sono di Roma, vorrei acquistare un Bombay, cortesemente, sapresti indicarmi un allevamento?
Grazie.
Stefano
Lory
Salve, il mio gatto è proprio un Bombay ed ho trovato questo articolo molto interessante. Volevo porre un quesito che mi attanaglia da un po’. Mi sono trasferita per amore in un’ altra regione anche se confinante ma ho lasciato il mio gatto nella casa dove prima stavo e dove lui è cresciuto. Sta con i miei però è molto legato a me più degli altri. Come se fossi la sua mamma. Cosa dovrei fare? Portarlo con me o lasciarlo lì con i miei, il giardino e la casa grande in cui è abituato a stare?
Cecilia Natale (Autore/autrice di AnimalPedia)
Ciao Lory,
lasciare il gatto nella vecchia casa è una buona idea se pensi che sia la cosa migliore per il suo bene. Se invece credi che soffra per la tua assenza e in ogni caso potrebbe adattarsi a vivere nella nuova casa, portalo con te. Pensa a dove starebbe meglio e in base a questo prenderai la decisione giusta.
Un saluto da AnimalPedia.

Bombay
1 di 5
Bombay

Torna su