menu
Condividi

Rimedi naturali per curare le ferite dei gatti

 
Di María Besteiros. 1 giugno 2022
Rimedi naturali per curare le ferite dei gatti

Vedi schede di Gatti

In questo articolo di AnimalPedia vi spiegheremo come curare le ferite che il nostro gatto può avere, dato che, tranne in casi molto gravi, saremo noi a doverle pulire e disinfettarle a casa, sempre seguendo le raccomandazioni del veterinario. Infatti si raccomanda innanzitutto recarsi da un professionista che possa esaminare le ferite del vostro animale per confermare che non siano infette o che non abbiano causato danni importanti e non richiedano punti di sutura.

Inoltre, parlaremo dei rimedi naturali curare le ferite nei gatti che possono essere molto utili per facilitare la cicatrizzazione e favorire una rapida guarigione. Non perdeteveli!

Cause più comuni delle ferite nei gatti

Se vi state chiedendo perché il gatto ha delle ferite cutanee, queste possono essere dovute a molteplici fattori. I gatti possono essere feriti nel corso di lotte con conspecifici o altri animali. Questo è particolarmente comune nei gatti che hanno accesso all'esterno e non sono sterilizzati, poiché combatteranno con altri maschi per motivi territoriali e per avvicinarsi alle femmine.

D'altra parte, anche un incidente o una caduta possono essere causare lesioni. I felini possono anche subire ustioni e possiamo anche poter ritrovarci di fronte a delle ferite provocate dall'eccessivo grattarsi o leccarsi, un comportamento legato allo stress. Nei prossimi paragrafi spiegheremo come pulire, disinfettare e applicare i rimedi casalinghi per curare le ferite nei gatti.

Come curare le ferite dei gatti

Il primo passo da compiere quando si ha a che fare con una ferita è quello di pulirla, anche se nel caso di ustioni o lesioni molto estese o profonde è bene non toccarla e rivolgersi direttamente al veterinario. Le ferite leggere devono essere irrorate abbondantemente con una soluzione salina, che ci permetterà di verificare l'estensione della ferita e di rimuovere lo sporco eventualmente aderito. Possiamo usare una garza facendo molta attenzione a non sfregare. Se l'emorragia è abbondante e non si ferma, è bene recarsi dal veterinario.

Successivamente, è il momento di disinfettare la ferita. Bisogna applicare un disinfettante come la cristalmina o la clorexidina. È meglio optare per il prodotto in forma liquida, che può essere applicato con una garza, che come spray, poiché il rumore che produce può spaventare un gatto che probabilmente è già irrequieto a causa del dolore. Non dobbiamo coprire la ferita se non su indicazione del veterinario. Per le ferite più gravi, vengono prescritti antibiotici orali e talvolta analgesici.

Rimedi naturali per curare le ferite dei gatti - Come curare le ferite dei gatti

Come favorire la cicatrizzazione delle ferite dei gatti

Se il nostro gatto ha delle ferite particolarmente profonde, pulirle e disinfettarle non è sufficiente e il veterinario prescriverà una pomata cicatrizzante per gatti. Questo prodotto, applicato 1-2 volte al giorno, aiuta la pelle a rigenerarsi e a prevenire lo sviluppo di infezioni. Il veterinario prescriverà la pomata con la composizione più adatta al nostro caso specifico.

Prima di applicare la pomata sulla lesione, dobbiamo pulire la zona come descritto nella sezione precedente, assicurandoci di rimuovere completamente ogni traccia di pelle morta. Si consiglia inoltre di tagliare i peli che possono entrare in contatto con la ferita. Una volta applicata la pomata, a seconda della gravità della lesione, il veterinario consiglierà di fasciarla o di tenerla ventilata. Se la ferita viene coperta ,il suo bendaggio dev'essere cambiato 1-2 volte al giorno, ripetendo il processo di pulizia, trattamento e bendaggio.

Soprattutto nel caso di ferite da morso che provocano un solco nella ferita, è importante spalmare bene la pomata sulla zona colpita in modo che la sua azione raggiunga l'intera area interessata. Se il gatto si lecca, bisogna impedirgli di farlo utilizzando un collare elisabettiano. Naturalmente, segni come infiammazione, arrossamento o perdite purulente maleodoranti indicano che la guarigione non sta procedendo bene e in questi casi bisogna consultare il veterinario. Oltre alle pomate, possiamo utilizzare, come vedremo, dei rimedi casalinghi per guarire le ferite nei gatti.

Rimedi naturali per curare le ferite dei gatti

In questa sezione dedicata ai rimedi fai da te per curare le ferite nei gatti, citeremo due prodotti casalinghi economici e comuni che hanno dimostrato la loro efficacia nel trattamento di questo tipo di lesioni. Si tratta di miele e zucchero.

Entrambi i dolcificanti, senza reazioni avverse, svolgono un'azione antibatterica e un effetto osmotico, creando un ambiente che ostacola la proliferazione delle infezioni che i batteri possono causare. Inoltre, favoriscono la rigenerazione dei tessuti, facilitando ed accelerando la cicatrizzazione e guarigione. Il miele ha inoltre proprietà antinfiammatorie che riducono il dolore. Andiamo a vedere più nel dettaglio!

Zucchero per curare le ferite nei gatti

Sia il miele che lo zucchero vengono applicati allo stesso modo delle pomate. Lo zucchero dev'essere sparso sulla ferita, precedentemente disinfettata con soluzione salina, quindi coperto con una garza e bendato, per essere poi successivamente rimosso. Bisogna ripetere 1-2 volte al giorno per circa 1-2 settimane, a seconda della gravità. È molto importante non usare il cotone idrofilo, perché lascerebbe dei pelucchi e peggiorerebbe le condizioni della ferita.

Questo rimedio naturale è ottimo per guarire le ferite dei gatti di tutti i tipi, ad eccezione delle ustioni o delle ferite molto profonde. In particolare, favorisce la guarigione delle ferite infette, ad esempio quelle causate da morsi o graffi.

Il veterinario avrà il compito di valutare l'evoluzione della ferita, quindi è necessario recarsi da lui se non si nota un miglioramento.

Rimedi naturali per curare le ferite dei gatti -

Miele per cicatrizzare le ferite nei gatti

Se vogliamo utilizzare il miele come rimedio casalingo per curare le ferite nei gatti, questo dev'essere di alta qualità. Il tipo di miele economico che potete comprare al supermercato è stato sottoposto a dei processi che eliminano le proprietà di cui abbiamo bisogno per osservare gli effetti benefici sulle lesioni dei nostri felini. Per selezionare un miele di buona qualità dobbiamo osservare la sua cristallizzazione. Se il miele rimane liquido per tutto l'anno, vuol dire che è stato trattato e quindi non serve a far cicatrizzare le ferite. Al contrario, se il miele che si indurisce al freddo vuol dire che mantiene intatte le sue proprietà [1].

Per applicare questo rimedio, bisogna seguire gli stessi passaggi dello zucchero, spalmare con cura uno strato di miele sulla ferita, coprirla, bendarla e ripetere il procedimento 1-2 volte al giorno. Il miele è anche un ottimo rimedio casalingo per curare le ferite dei gatti che non guariscono, come quelle causate dall'eccessivo grattarsi o leccarsi. In questi casi, è importante anche individuare la causa di questo comportamento, poiché potrebbe trattarsi di un gatto stressato o affetto da qualche altro tipo di problema cutaneo, come la dermatite.

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Rimedi naturali per curare le ferite dei gatti, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Rimedi casalinghi.

Fonti
  1. Olofsson et al. (2014): Lactic acid bacterial symbionts in honeybees - an unknown key to honey's antimicrobial and therapeutic activities, International Wound Journal, online, DOI: 10.1111/iwj.12345.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
Rimedi naturali per curare le ferite dei gatti
1 di 3
Rimedi naturali per curare le ferite dei gatti

Torna su