menu
Condividi

Tipi di aquile: nomi e caratteristiche

 
Di María Luz Thomann, Biologa ed ornitologa. 1 febbraio 2024
Tipi di aquile: nomi e caratteristiche

Il nome aquila raggruppa diverse specie accomunate da caratteristiche anatomiche ed ecologiche e che da sempre attirano la nostra attenzione per la loro maestosità. Questi rapaci diurni sono noti per essere degli abili predatori, quindi si nutrono di carne, anche se alcuni possono integrare la loro dieta con altri alimenti o seguirne una molto specifica. Sono distribuiti in tutto il mondo, tranne che in Antartide. Costituiscono l'ordine Accipitriformes, che comprende una grande diversità di generi e specie caratterizzati da becchi adunchi, artigli forti con cui cacciano e catturano le prede, nonché una vista molto sviluppato.

Nel mondo esistono circa 60 specie di aquile, molte delle quali in pericolo di estinzione. Per vai della loro grande varietà, qui mostreremo solamente le specie più conosciute e rappresentative. Continua a leggere questo articolo di AnimalPedia in cui ti illustreremo alcuni tipi di aquile e le caratteristiche di questi meravigliosi uccelli.

Aquila di mare testabianca (Haliaeetus leucocephalus)

Questa specie è originaria del Nord America e si estende dal Canada meridionale al Messico settentrionale. L'aquila di mare testabianca si può trovare in ambienti molto diversi, poiché può essere osservata in foreste, paludi, fiumi, zone montuose e deserti. Le femmine di questa specie possono pesare più di 7 kg e raggiungere quasi i due metri di apertura alare. Molto caratteristica è la testa completamente bianca e il resto del corpo color brunastro.

Tipi di aquile: nomi e caratteristiche - Aquila di mare testabianca (Haliaeetus leucocephalus)

Aquila adalberti (Aquila adalberti)

È una specie endemica della penisola iberica, dove vive in ambienti costieri e montani. Le sue dimensioni variano dai 70 agli 80 cm di lunghezza, la sua apertura alare può raggiungere quasi i due metri di lunghezza e il piumaggio è di colore bruno. Si tratta di una specie abbastanza longeva che è attualmente classificata come vulnerabile, motivo per cui viene protetta.

Se vuoi conoscere altri animali, potrebbe interessarti questo altro articolo di AnimalPedia su Quali sono gli animali che vivono di meno?

Tipi di aquile: nomi e caratteristiche - Aquila adalberti (Aquila adalberti)

Aquila reale (Aquila chrysaetos)

È una specie di aquila quasi cosmopolita distribuita in Nord America, Europa, Asia e Africa. Caccia prede molto varie e può abitare foreste, zone montane e zone coltivate, ma si trova maggiormente in zone montuose e sulle scogliere, dove fa il nido. Il colore del suo piumaggio varia tra toni marroni e dorati sulla testa. La femmina di questa specie raggiunge più di due metri di apertura alare e può pesare più di 6 kg.

Tipi di aquile: nomi e caratteristiche - Aquila reale (Aquila chrysaetos)

Aquila fasciata

Questa specie è distribuita in tutto il bacino del Mediterraneo fino al sud-est asiatico, dove vive in zone montuose. È lungo circa 70 cm, con un'apertura alare di circa 180 cm e presenta un piumaggio bruno-brunastro con caratteristiche striature marroni sul petto. Questa specie è classificata a rischio di estinzione in Spagna, essendo minacciata dalla caccia illegale, dalle linee elettriche (che causano la morte di questa specie), dalla perdita del suo habitat e dalla diminuzione delle sue prede (il coniglio selvatico), tra le altre cause.

In quest'altro articolo vi mostriamo altri Animali in pericolo di estinzione in Italia.

Tipi di aquile: nomi e caratteristiche - Aquila fasciata

Arpia (Harpia harpyja)

È una specie neotropicale che abita giungle e foreste pluviali con alberi a fusto alto in buono stato di conservazione. È distribuita dall'America centrale al nord dell'Argentina ed è considerata una delle aquile più grandi e possenti attualmente esistenti, dato che la femmina può raggiungere più di 1 metro di lunghezza e più di due metri di apertura alare. Il suo piumaggio è di colore bianco-grigiastro e presenta delle file di piume che creano una sorta di cresta. I loro artigli misurano più di 14 cm di lunghezza e il loro potente becco viene usato per catturare le prede. Questa specie è classificata come minacciata, principalmente a causa della distruzione del suo habitat.

Se vuoi saperne di più su questi animali, potrebbe interessarti leggere quest'altro articolo su Dove vivono le aquile?

Tipi di aquile: nomi e caratteristiche - Arpia (Harpia harpyja)

Aquila dal ciuffo nera e castana (Spizaetus isidori)

L'aquila dal ciuffo nera e castana è originaria del Sud America e la sua distribuzione va dal Venezuela al nord-ovest dell'Argentina, dove vive nelle alte giungle andine. Può raggiungere circa 80 cm di lunghezza e la sua caratteristica principale è il piumaggio scuro e ocra con striature nere sul petto e una cresta sulla testa. Inoltre, possiede l'iride arancione, il che la rende un'aquila molto suggestiva. Questa è un'altra specie minacciata, poiché dipende dagli alberi a fusto alto per fare il nido, e la distribuzione di questi nell'ambiente in cui vive si sta facendo sempre più rara.

Tipi di aquile: nomi e caratteristiche - Aquila dal ciuffo nera e castana (Spizaetus isidori)

Aquila di mare di Steller (Haliaeetus pelagicus)

L'aquila di mare di Steller è una specie distribuita in tutto il nord-est asiatico, dove si nutre e vive sulle coste. È considerata, insieme all'arpia, una delle aquile più grandi e possenti, misura più di un metro di lunghezza e ha 2,5 metri di apertura alare, il che la rende una specie particolarmente imponente. Senza dubbio, la sua caratteristica più notevole è l'enorme e robusto becco giallo insieme alle zampe, dello stesso colore, che utilizza per pescare, poiché è una specie marina. Il suo piumaggio è marrone scuro con un po' di bianco sulla fronte, sulle ali e sulle zampe. È una specie vulnerabile a causa, tra le altre, della pesca eccessiva che limita la sua fonte di cibo e dell’inquinamento dell’acqua.

Tipi di aquile: nomi e caratteristiche - Aquila di mare di Steller (Haliaeetus pelagicus)

Aquila coronata (Stephanoaetus coronatus)

Quest aquila è originaria dell'Africa subsahariana, dove vive in fitte foreste. Questa specie è leggermente più piccola delle altre, tuttavia è considerata la più grande nel suo habitat, raggiungendo poco più di 90 cm di lunghezza e un'apertura alare di circa 180 cm. Il suo piumaggio è di colore rossastro scuro con macchie color crema e le ali sono molto caratteristiche per la loro forma, poiché sono più arrotondate e corte, tipiche delle specie che cacciano nelle foreste e nelle giungle, consentendo loro di mantenere un'eccellente controllo all'interno della vegetazione. È considerata una specie molto importante ed è protetta, poiché controlla le popolazioni di mammiferi che possono essere dannose per attività come l'agricoltura.

Tipi di aquile: nomi e caratteristiche - Aquila coronata (Stephanoaetus coronatus)

Aquila di mare coda bianca (Haliaeetus albicilla)

Questa specie è distribuita lungo le coste dell'Europa settentrionale e dell'Asia. Occupa lo stesso habitat dell'aquila di mare di Steller, ma si trova in aree diverse, poiché è anche un'aquila marina. La sua lunghezza è di circa 90 cm ed ha un'apertura alare molto ampia, quasi 2,5 metri. Il piumaggio è di colore marrone con toni più chiari sulla testa, che è piuttosto grande così come il suo forte becco. È una specie longeva, con un'aspettativa di vita di più di 25 anni.

Tipi di aquile: nomi e caratteristiche - Aquila di mare coda bianca (Haliaeetus albicilla)

Aquila codacuneata (Aquila audax)

La sua distribuzione comprende l'Australia e la Nuova Guinea meridionale. È una specie che vive in ambienti diversi, ma per fare il nido ha bisogno di alberi a fusto alto (fino a oltre 30 metri) oppure, in assenza di alberi, può farlo sui bordi delle scogliere. Ha un'inconfondibile coda a forma di cuneo, da cui prende il nome. Inoltre, è un uccello di grandi dimensioni, lungo più di un metro e con un'apertura alare di oltre due metri. Possiede un piumaggio bruno-rossastro che diventa più scuro con l'età. Un tempo questa specie era fortemente perseguitata perché si credeva attaccasse il bestiame, oggi è protetta dalla legge in Australia.

Tipi di aquile: nomi e caratteristiche - Aquila codacuneata (Aquila audax)

Aquila delle Filippine (Pithecophaga jefferyi)

Questa specie è endemica delle foreste delle Filippine. Il suo piumaggio è di colore marrone e bianco, con piume più chiare sulla testa che formano una cresta eretta e gli conferiscono un aspetto fulvo. Inoltre, gli iridi di questo uccello sono molto particolari, poiché sono di colore blu-grigio. Misura circa 1 metro di lunghezza e la sua apertura alare supera i due metri. È conosciuta come l'aquila mangia-scimmie, poiché la sua principale fonte di cibo sono questi animali, sebbene consumi anche altri mammiferi di medie dimensioni. Questa specie è classificata in pericolo di estinzione a causa dell'inquinamento, della caccia illegale e dell'estrazione mineraria, tra gli altri, e i danni recati a queste aquile sono attualmente punibili con la reclusione.

Potrebbe interessarti anche quest'altro articolo su Cosa mangiano le aquile?

Tipi di aquile: nomi e caratteristiche - Aquila delle Filippine (Pithecophaga jefferyi)

Aquila marziale (Polemaetus bellicosus)

Originaria dell'Africa subsahariana, questa specie vive in ambienti come savane, foreste e zone semiaperte, a seconda dell'abbondanza di cibo. Il suo piumaggio è di colore marrone scuro sulle parti superiori, e più chiaro sul petto e sugli arti. Misura circa un metro di lunghezza e la sua apertura alare supera i 2,6 metri, rendendola una specie di grandi dimensioni e considerata la più grande dell'Africa, poiché può cacciare prede molto più grandi di lei, come piccole antilopi. Inoltre, può attaccare il bestiame domestico, rendendola una specie altamente perseguitata dagli esseri umani. Per questo motivo è classificata come vulnerabile.

Tipi di aquile: nomi e caratteristiche - Aquila marziale (Polemaetus bellicosus)

Che differenza c'è tra le aquile e gli altri rapaci diurni?

Le aquile sono diverse dagli altri rapaci diurni, come falchi, sparvieri o nibbi, per diversi motivi. Oltre all'appartenenza ad un altro ordine (molte delle altre specie appartengono all'ordine Falconiformes), le loro differenze sono soprattutto anatomiche, poiché tutti questi uccelli condividono il modo di nutrirsi e molti di loro condividono anche gli stessi habitat. Le principali differenze sono le seguenti:

  • Le aquile sono più grandi: le loro dimensioni le differenziano di gran lunga, poiché le aquile raggiungono dimensioni molto maggiori rispetto agli altri rapaci diurni, con una lunghezza media dai 60 agli 80 cm, mentre i falchi, ad esempio, in media sono tra i 30 e i 40 cm di lunghezza.
  • Le aquile sono più robuste: il corpo delle aquile è molto più robusto di quello degli altri rapaci Falconiformes.
  • La forma delle ali: le aquile hanno ali più larghe e più grandi con penne primarie sulla punta simili a dita, che consentono loro di planare a lungo a grandi altezze. A differenza dei falchi, ad esempio, che hanno ali allungate e coniche che terminano a punta.
  • La forma del becco: il becco delle aquile è adunco, ma a differenza, ad esempio, dei falchi, non ha i bordi seghettati.
  • La velocità: le aquile sono tra i rapaci diurni più grandi e forti e, sebbene siano veloci e capaci di cacciare in volo, i falchi le superano, poiché sono i più veloci tra i rapaci, potendo raggiungere velocità superiori a 300 km orari.

Se desideri leggere altri articoli simili a Tipi di aquile: nomi e caratteristiche, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Curiosità sul mondo animale.

Bibliografia
  • Carmona, R., Mendoza, L. F., Molina, D., Ortega, L., Miramontes, E., & Cruz, M. (2017). Presencia espacial y temporal de aves rapaces diurnas (aves: accipitriformes, falconiformes) en marismas nacionales. Nayarit-Sinaloa, México. Acta zoológica mexicana, 33(1), 27-38.
  • Manzanares, A. (1991). Guía de campo de las aves rapaces de España. Omega.
  • Monsalvo, J. A. B., Heming, N. M., & Marini, M. Â. (2018). Breeding biology of Neotropical Accipitriformes: current knowledge and research priorities. Ornithology Research, 26(2), 151-186.
  • Nagy, J., & Tökölyi, J. (2014). Phylogeny, historical biogeography and the evolution of migration in accipitrid birds of prey (Aves: Accipitriformes). Ornis Hungarica, 22(1), 15-35.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
Tipi di aquile: nomi e caratteristiche
1 di 13
Tipi di aquile: nomi e caratteristiche

Torna su