Condividi

Tumore mammella del cane: sintomi e cure

 
Di María Besteiros. 30 maggio 2019
Tumore mammella del cane: sintomi e cure

Vedi schede di Cani

Purtroppo il tumore è una malattia che può colpire anche i nostri amici cani. In questo articolo di AnimalPedia ti daremo informazioni dettagliate sul tumore della mammella del cane. Analizzeremo i sintomi, come poter effettuare una corretta diagnosi, e chiaramente parleremo delle cure da seguire e delle misure preventive da adottare, poiché come in tutto, prevenire è meglio che curare.

Se ti interessa saperne di più sul tumore di mammella del cane, i suoi sintomi e cure, continua a leggere!

Potrebbe interessarti anche: Tumore nel cane: aspettativa di vita

Cos è un tumore?

Un tumore è una crescita anomala, continua e rapida di cellule nell'organismo. Nel tumore di mammella del cane, come il proprio nome indica, questo sviluppo patologico avverrà nelle ghiandole mammarie. Generalmente quasi tutte le cellule dell'organismo muoiono e vengono sostituite durante la vita di un individuo. Se si produce una mutazione nei meccanismi che reggono questa divisione cellulare si creeranno delle cellule con un ritmo di crescita molto rapido che formeranno masse capaci di spostare le cellule sane.

Inoltre, le cellule tumorali non compiono le funzioni proprie delle cellule. Se il tumore cresce invadendo la zona o organo dove ha avuto origine, provocherà danni che, con il tempo, porteranno alla morte del cane. Negli animali giovani la loro crescita è generalmente più veloce, mentre è più lenta in quelli più adulti, a causa del ritmo di riproduzione cellulare.

Esistono geni che sopprimono i geni tumorali, ma ce ne sono anche altri che inibiscono la loro funzione così come, influiscono anche alcuni fattori esterni ad esempio: la dieta, lo stress o l'ambiente in cui crescono. Ciò vuol dire che nel tumore del cane interagiscono la genetica ma anche l'ambiente esterno. Se il nostro animale entra in contatto con fattori cancerogeni, la possibilità che si origini un tumore aumenta. Negli esseri umani sono riconosciuti come tali i raggi ultravioletti, i raggi X, le radiazioni nucleari, alcuni prodotti chimici, il tabacco, alcuni virus o parassiti interni.

I tumori causati dal cancro vengono denominati neoplasie e possono essere benigni o maligni. I primi crescono, generalmente, lentamente senza invadere ne distruggere i tessuti che li circondano e non si attaccano ad altre parti del corpo. Se possibile, vengono rimossi attraverso un intervento chirurgico. Al contrario, i tumori maligni sì che invadono i tessuti adiacenti e crescono illimitatamente. Queste cellule tumorali possono penetrare nel sistema circolatorio e spostarsi dal tumore centrale a altri parti del corpo. Questo processo si conosce come metastasi.

Tumore mammella del cane: sintomi e cure - Cos è un tumore?

Tumore mammella del cane: sintomi

I cani femmina possiedono all'incirca 10 ghiandole mammarie, distribuite in due catene simmetriche ad ogni lato del corpo, dal petto all'inguine. I tumori in queste ghiandole sono, sfortunatamente, molto comuni e la maggior parte si producono in cani con più di 6 anni, molti casi sono stati registrati intorno ai 10 anni. Questi tumori potranno esser benigni o maligni.

Questo tipo di tumore è in gran parte ormonodipendente, ciò implica che la sua comparsa e il suo sviluppo sono vincolati agli ormoni, fondamentalmente estrogeni e progesterone, che intervengono nel ciclo riproduttivo della cagnolina.

Il sintomo principale, che come tutori, potremo notare del tumore di mammella del nostro cane è la presenza di un nodulo o massa indolore in una o varie mammelle, sarà quindi necessario un esame fisico dell'animale. Le mammelle più grandi, cioè, quelle inguinali, vengono colpite con maggiore frequenza. Questa massa sarà di misura variabile e con un contorno più o meno definito, attaccato alla pelle o più sporgente. In alcune occasioni, la pelle si ulcera e si noterà una ferita. Potrebbe anche osservarsi una secrezione sanguinolenta uscire dal capezzolo.

Tumore mammella del cane: diagnosi

Individuati questi primi sintomi, dovremo rivolgerci al veterinario senza perdere tempo. Questo specialista, palperà l'animale e potrà confermare la diagnosi e scartare altre cause possibili come ad esempio la mastite. Vedremo che il trattamento implicherà, in ogni caso, la rimozione chirurgica.

Il materiale estirpato dovrà esser analizzato (biopsia) e nel laboratorio istologico specializzato confermeranno con esattezza il tipo di cellule presenti. Questo studio ci avviserà se si tratta di un tumore benigno o maligno e se quest'ultimo fosse il caso, qual'è il suo grado di virulenza. Questi dati sono essenziali per stabilire la prognosi, la speranza di vita o la recidiva (probabilità che il tumore si riappaia , nello stesso posto o in un altro).

Tumore mammella del cane: sintomi e cure - Tumore mammella del cane: diagnosi

Tumore mammella del cane: cura

L'efficacia della cura del tumore della mammella del cane dipenderà da una diagnosi precoce. La rimozione chirurgica, come abbiamo detto, sarà il trattamento prediletto, salvo in quei casi in cui si tratti di una malattia terminale o si constati la presenza di metastasi. Per questa ragione, prima di entrare in sala operatoria, il veterinario dovrà effettuare una radiografia all'animale che gli permetterà di distinguere la presenza di masse in altre parti del corpo.

È comune la comparsa di metastasi nei polmoni (occasionalmente possono provocare difficoltà respiratorie). Si potranno fare anche un'ecografia e delle analisi del sangue. Nell'intervento si estirperanno il tumore e il tessuto sano adiacente. La grandezza dell'estrazione dipenderà dalla misura e dalle parte del corpo in cui si trova. Verrà dunque rimosso, solo il nodulo o la mammella completa, tutta la catena mammaria o entrambe. La prognosi sarà più o meno negativa a seconda della grandezza del tumore e della sua aggressività.

Essendo il tumore un cancro ormonodipendente, si potrebbe anche procedere a una ovarioisterectomia, cioè alla rimozione dell'utero e delle ovaie. Dopo l'estirpazione del tumore potrebbero essere necessarie anche delle sessioni di chemioterapia (previene e controlla le metastasi).

Il post-operazione, sarà d'altro canto, uguale a quello di qualsiasi altro intervento chirurgico. Dovremo star attenti che la nostra cagnolina non si tolga i punti, controllare l'aspetto della ferita per evitare possibili infezioni. Eviteremo movimenti bruschi, giochi violenti o salti che potrebbero far sì che la ferita si apra. Ovviamente, dovremo mantenere la ferita pulita e disinfettata. Seguendo i consigli del nostro medico veterinario somministreremo lei anche antibiotici e analgesici.

Tumore mammella del cane: prevenzione

Come abbiamo visto, la causa principale della comparsa del tumore della mammella di un cane è generalmente ormonale, ragion per cui è possibile adottare delle misure preventive, coma la sterilizzazione della nostra cagnolina in giovane età. Con l'estirpazione di utero e ovaie, la cagnolina non avrà più il ciclo e senza l'azione degli ormoni in questo meccanismo, non potrà sviluppare nessun tumore.

Bisogna prendere in considerazione che la protezione ottenuta sarà quasi totale, all'incirca un 90%, per quelle cagnoline operate prima di entrare nel loro primo calore. A partire dal secondo calore e quelli successivi, la percentuale di protezione che offre la sterilizzazione diminuisce. Ribadiamo quindi l'importanze di sterilizzare la nostra cagnolina prima che entri nel suo primo calore. Se la adottiamo da adulta dovremo operarla il prima possibile, meglio quando non è in calore, poiché l'irrigazione della zona durante quelle settimane aumenta, fattore che implicherebbe un sanguinamento più abbondante durante l'operazione.

Nelle misure di prevenzione rientra la diagnosi precoce. Sarà sempre opportuno che controlliamo periodicamente le mammelle della nostra cagnolina e che ci rivolgiamo rapidamente al veterinario davanti alla presenza di qualsiasi cambio, presenza di masse, arrossamento,infiammazione, secrezioni o dolore.

A partire dai 6 anni si può effettuare un esame mensile per cagnoline non sterilizzate o sterilizzate tardivamente. Dovremo, oltretutto, accudire al veterinario periodicamente per seguire controlli veterinari di routine. I cani più vecchi di 7 anni dovrebbero essere sottoposti ad un esame fisico almeno una volta all'anno, poiché questi controlli potrebbero essere chiave per poter fermare il tumore sul nascere.

Infine dovete sapere che l'uso di prodotti per controllare il calore di un cane femmina (progestinici) favoriscono la comparsa del tumore della mammella. Le cagnoline che hanno sofferto di pseudogravidanza (gravidanze psicologiche), sono più propense a svilupparlo. Tutti questi dati riaffermano la necessità di sterilizzare presto il nostro cane affinché possa godere di una lunga e sana vita.

Tumore mammella del cane: sintomi e cure - Tumore mammella del cane: prevenzione

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Tumore mammella del cane: sintomi e cure, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Altri problemi di salute.

Scrivi un commento su Tumore mammella del cane: sintomi e cure

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Tumore mammella del cane: sintomi e cure
1 di 4
Tumore mammella del cane: sintomi e cure

Torna su