Condividi

Chemioterapia cane: effetti collaterali e farmaci

 
Di María Besteiros. 26 febbraio 2019
Chemioterapia cane: effetti collaterali e farmaci

Vedi schede di Cani

La chemioterapia nel cane è uno dei trattamenti veterinari possibili quando riceviamo la terribile diagnosi di cancro. In generale, questo tipo di malattia, sempre più comune fra i cani, appare in esemplari già anziani, anche se esistono casi di tumore nei cani più giovani.

In questo articolo di AnimalPedia spiegheremo in cosa consiste la chemioterapia nel cane anziano e in quelli più giovani, come funziona, quali sono gli effetti collaterali più comuni, così come le precauzioni che richiede la cura. Insieme al nostro veterinario dovremo considerare i pro e contro che questo tipo di cura implica tenendo conto delle condizioni fisiche del nostro cane.

Chemioterapia cane: in cosa consiste

Quando ad un cane viene diagnosticato un cancro, la prima opzione che si presenta è quella dell'intervento chirurgico. Tuttavia, dopo l'operazione può essere consigliabile intraprendere la chemioterapia nel cane per evitare ricadute o per contrastare possibili metastasi. In altri casi ancora, la chemioterapia nel cane si utilizzare per ridurre le dimensioni del tumore.

Infine, nei casi di tumori non operabili o in casi di metastasi, la chemioterapia si prescrive come palliativo. Questi cani, senza un trattamento, hanno un'aspettativa di vita di poche settimane. Bisogna tenere conto del fatto che un anno nella vita di una cane è molto di più che per un uomo.

Chemioterapia cane: come funziona

I farmaci utilizzati per la chemioterapia nel cane agiscono principalmente sulle cellule che si trovano in divisione. Siccome il cancro non è altro che la proliferazione incontrollata delle cellule, la chemioterapia andrà ad attaccare e distruggere le cellule tumorali. Il problema è che questo attacco non è selettivo, quindi il farmaco agirà contro il tumore, ma anche contro le cellule sane del'organismo, soprattutto quelle dell'intestino e del midollo osseo che son quelle che si riproducono maggiormente. Questo aspetto della chemioterapia è quello che provoca gli effetti secondari indesiderati.

Chemioterapia cane: effetti collaterali e farmaci - Chemioterapia cane: come funziona

Protocollo di chemioterapia nel cane

Normalmente la chemioterapia si prescrive nella dose massima tollerata e l'effetto sarà proporzionale alla dose. Le sessioni hanno una cadenza regolare, ogni 1-3 settimane, a seconda della reazione dei tessuti. I veterinari somministrano dosi standard che sono tollerate dalla maggior parte dei cani.

Salvo in rari casi, come quello del tumore venereo trasmissibile dove un solo farmaco è efficace, nella gran parte dei casi si consiglia una combinazione di farmaci. In questo modo il trattamento si adatta alle caratteristiche del tumore e del cane per avere risultati migliori.

Chemioterapia metronomica nel cane

In maniera sperimentale si è iniziato a utilizzare quella che viene chiamata chemioterapia metronomica. Con essa si tenta di inibire la formazione di vasi sanguigni che sviluppano il tumore, in modo da combatterne la crescita. Questa chemioterapia nel cane ha dei costi più ridotti per via dei farmaci che si utilizzano e per il fatto che si può somministrare in casa. Al contrario della chemioterapia classica, quella metronomica prevede dosi basse di medicine da somministrare continuativamente per via orale, endovenosa, intracavitaria e intratumorale.

Attualmente si sta cercando di sviluppare una chemioterapia mirata ad agire su tessuti specifici, in modo da minimizzare gli effetti secondari, o anche con elettro-chemioterapia con impulsi elettrici.

Chemioterapia cane: effetti collaterali

Come detto, la chemioterapia può colpire cellule sane specialmente quelle localizzate nell'intestino e nel midollo osseo. Gli effetti indesiderati quindi, si manifestano soprattutto in queste zone. Altri problemi secondari possono essere problemi gastrointestinali, anoressia, vomito, diarrea, diminuzione dei leucociti (che rende il cane più propenso ad infezioni), diminuzione delle piastrine o febbre. La colorazione dell'urina può variare.

Inoltre, a seconda dei farmaci utilizzati possono riscontrarsi cistiti, alterazioni cardiache, dermatiti e anche necrosi locali- se il prodotto esce dalla vena- e anche reazioni allergiche. La comparsa di effetti collaterali è influenzata anche dal tipo di razza che potrebbe avere mutazioni genetiche che rendono difficoltoso il metabolismo di certi farmaci. Altri problemi sorgono in presenza di altre malattie simultanee o se il cane sta prendendo altre medicine.

L'effetto più preoccupante della chemioterapia nel cane è la diminuzione dei leucociti. Per contrastare questo problema potremo dare al cane farmaci in maniera preventiva. Se il cane è inappetente provate a dargli il suo cibo preferito. Le diarree di solito guariscono senza bisogno di cura. L'aumento dell'urinazione diminuisce il contato del farmaco con la vescica e quindi riduce il rischio di cistite. Bisogna dire che la maggior parte di questi effetti collaterali si presentano in forma lieve.

Chemioterapia cane: effetti collaterali e farmaci - Chemioterapia cane: effetti collaterali

Combinazione di farmaci nella chemioterapia del cane

Abbiamo già sottolineato che è utile combinare vari farmaci per una chemioterapia più specifica per il tumore del nostro cane. Il veterinario sceglierà i farmaci che si sono dimostrati più efficaci per quel tipo di cancro. Inoltre devono avere diversi meccanismi d'azione per potersi compensare.

Come si svolge una sessione di chemioterapia

Le sessioni si fanno in clinica veterinaria. Il primo passo consiste nell'analisi del sangue per vedere lo stato generale del cane. I farmaci vanno preparati con precauzione evitando di toccarli o inalarli. Inoltre nella terapia endovenosa il veterinario si assicura che l'ago sia ben posizionato nella vena, preferibilmente in una delle zampe anteriori, per evitare l'effetto secondario se il prodotto fuoriesce. La zampa verrà protetta da una garza.

Durante la chemioterapia endovenosa, che dura tra i 15 e i 30 minuti, bisognerà mantenere controllato l'ago nella vena, in modo che funzioni correttamente. Il cane deve stare tranquillo, e bisogna sedarlo se necessario, ovviamente in presenza di un veterinario. Una volta finita la sessione endovenosa si pulisce la via somministrando fluidoterapia. L'animale può tornare a casa e svolgere una vita normale.

Chemioterapia cane: effetti collaterali e farmaci - Come si svolge una sessione di chemioterapia

Chemioterapia cane: cure successive

Prima di intraprendere la chemioterapia nel cane il veterinario ci prescriverà dei farmaci che arrestino gli effetti collaterali. Se a la chemio si svolge in clinica saranno i professionisti a prendere le precauzioni del caso. Se la chemioterapia si svolge in casa per via orale, è importante utilizzare sempre i guanti, non rompere le pastiglie e seguire tutte le istruzioni del veterinario. Le donne incinte non devono maneggiare questi farmaci.

Dopo la chemioterapia, oltre a controllare la temperatura, la sintomatologia e somministrare i farmaci prescritti, dovremo utilizzare sempre i guanti se entriamo in contatto con l'urina o le feci del cane durante le prossime 48 ore. I farmaci della chimioterapia sono eliminati dopo 2- 3 giorni, però è bene seguire sempre le norme di igiene basica per evitare rischi.

Chemioterapia cane: effetti collaterali e farmaci - Chemioterapia cane: cure successive

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Chemioterapia cane: effetti collaterali e farmaci, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Altri problemi di salute.

Scrivi un commento su Chemioterapia cane: effetti collaterali e farmaci

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Chemioterapia cane: effetti collaterali e farmaci
1 di 5
Chemioterapia cane: effetti collaterali e farmaci

Torna su