Condividi

Uccelli con becco lungo: Tipi, nomi e foto

 
Di Giorgio Gattoni. 19 giugno 2020
Uccelli con becco lungo: Tipi, nomi e foto

Negli uccelli il becco è il tipo di bocca specifico che li caratterizza, anche se vi sono altri gruppi di animali che posseggono il becco (come gli ornitorinco e i cefalopodi). Il becco dei volatili si presenta in varietà molto diverse che si differenziano per forma, colore e dimensioni, oltre che per la funzione che svolge. Anatomicamente il becco è composto da una mandibola superiore e inferiore, mentre il becco come tale è formato da un astuccio corneo, formato di cheratina, che è la parte visibile esteriormente, mentre la bocca degli uccelli non possiede denti. In sostituzione si trova una specie di struttura a sega che li ricorda.

Il becco svolge diverse funzioni visto che serve per l'alimentazione, per la difesa, la riproduzione e anche la termoregolazione. Inoltre la lunghezza e la forma del becco può indicarci le abitudini di quel tipo di uccello, che a seconda del tipo di alimentazione sarà più lungo, corto, appuntito, ecc. Se volete saperne di più sugli uccelli con becco lungo continuate a leggere il nostro articolo di AnumalPedia.

Il becco degli uccelli

Come si è detto, il becco è formato da una mandibola superiore, detta mascella e da una inferiore, come in tutti i vertebrati. Siccome sono sprovvisti di denti di solito gli uccelli ingoiano il cibo intero, anche se altre specie posseggono un becco a sega che consente loro di triturare il cibo, ad esempio frutti grandi o con il guscio. Sempre per via dell'assenza di dentatura il loro stomaco si è adattato e si divide in una parte ghiandolare ed in un'altra muscolare che permette cosí la digestione degli alimenti.

Il becco si caratterizza per una grande varietà di dimensioni e forme: alcuni hanno colori brillanti, come i tucani, altri presentano delle protuberanze che ricordano un corno come nel caso del bucero bicorne. Altri uccelli hanno una specie di 'scudo facciale' che ricopre il muso come nelle gallinelle d'acqua; i colombi hanno della pelle alla base del becco, mentre le oche e le anatre hanno delle specie di lamelle sul bordo del becco a mo di dentatura. In breve il becco si è adattato e differenziato nel tempo a seconda del tipo di alimentazione dell'uccello in questione.

Becco lungo negli uccelli - funzione

Molte specie di uccelli posseggono un becco molto lungo, soprattutto quelli che hanno abitudini alimentari peculiari. Gli uccelli che si muovono nelle zone fangose, sabbiose o inondate d'acqua, hanno un tipo di becco che gli consente di mangiare senza bagnarsi le piume e di poter usare il becco mantenendo allo stesso tempo il loro campo di visione sulla superficie. Inoltre in alcune specie il becco possiede una certa elasticità, caratteristica che permette loro di usare il becco dentro la sabbia o il fango in cerca di piccoli animali vertebrati.

In altri uccelli, come le cicogne, il becco lungo e forte, insieme a zampe lunghe permette loro di catturare i pesci su cui basa la sua alimentazione. Altre specie come il colibrí hanno un becco sottile e appuntito che permette loro di arrivare al nettare dei fiori che altri uccelli non riescono a raggiungere. Altri uccelli ancora, con abitudini arboricole, sono provvisti di un becco lungo ma leggermente curvato che consente di introdurlo nel cavo dei rami o del tronco, oppure per staccare la corteccia. Tutte queste varietà e caratteristiche saranno trattate nello specifico a continuazione nell'articolo.

Caradriiformi

Tra gli uccelli caradriiformi spiccano:

  • Avocetta (Recurvirostra avosetta): diffusa in Asia, Africa ed Europa è inconfondibile per il suo becco molto particolare, che si curva verso l'alto. Si ciba di piccoli invertebrati che trova battendo acque poco profonde ed inoltre è in grado di filtrare il cibo dal fango.
  • Piro-piro pettirossiccio maggiore (Limnodromus scolopaceus): quest'uccello vive nel Nord America e nella tundra siberiana. Il suo strano becco lungo lo aiuta nella ricerca del cibo perché si tratta di uccelli limicoli che si alimentano in acque di poca profondità dove immergono il becco.
  • Chiurlo americano (Numenius americanus): altro uccello che vive sulle spiagge ed abita il Nord America. Possiede un becco curvato grazie al quale cerca il cibo nella sabbia e nel fango. Questa specie ha sofferto una diminuzione preoccupante nella popolazione a causa della riduzione dell'habitat ed è ora nella categoria delle specie a minaccia di estinzione.
Uccelli con becco lungo: Tipi, nomi e foto - Caradriiformi

Ciconiformi

In questo gruppo troviamo:

  • Cicogne: questi uccelli acquatici posseggono oltre al becco, anche zampe e collo molto lunghi che permettono loro di muoversi in zone di acqua relativamente alta in cerca di cibo. Questi uccelli si trovano in varie parti del mondo tra cui Europa, Asia, Africa, mentre in America ne sono presenti solo tre specie.
  • Ardeidi: come le cicogne, il loro becco fine e lungo permette di pescare e grazie alle lunghe zampe possono alimentarsi in acqua senza doversi bagnare le piume. Si trovano in tutti i continenti eccetto l'Antartide.
Uccelli con becco lungo: Tipi, nomi e foto - Ciconiformi

Pelecaniformi

Ecco alcuni esempi:

  • Pellicani: questi uccelli si caratterizzano per il becco lungo e forte che termina come un gancio o rostro, che inoltre, a livello inferiore, ha una sacca o gozzo sotto la mandibola che permette di catturare le sue prede quando pesca ed anche di depositarvi acqua dolce. Sono presenti in tutti i continenti eccetto l'Antartide.
  • Ibis: il nome scientifico è Threskiornithinae Poche, uccello presente nell'emisfero Sud in zone calde e temperate. Questa specie possiede collo e becco lunghi e ricurvi verso il basso con cui cercano il cibo nella sabbia, in acque basse o per terra.
Uccelli con becco lungo: Tipi, nomi e foto - Pelecaniformi

Apodiformi

Di quest'ordine di uccelli con becco lungo i più conosciuti e originali sono i colibrí. Questi volatili oltre ad avere colori appariscenti ed un tipo di volo tutto particolare (sono gli unici uccelli che possono rimanere fermi in volo ed anche volare a ritroso), hanno un becco fine e largo molto caratteristico. Sono autoctoni del neo-tropico, si alimentano di nettare dei fiori, e a causa di ció alcune specie si sono sviluppate in simbiosi con alcune specie di piante specifiche. È il caso ad esempio del colibrí becco a spada (Ensifera ensifera) il cui becco è l'unico ad essere abbastanza lungo da poter impollinare certi tipi di piante. Inoltre sono gli uccelli con il becco più lungo al mondo in proporzione al corpo.

Uccelli con becco lungo: Tipi, nomi e foto - Apodiformi

Passeriformi

Alcuni uccelli con becco lungo passeriformi sono:

  • Becco a scimitarra, sittide e scythebill beccorosso (Campylorhamphus ): questo genere di uccelli si distribuisce per tutto il neo-tropico, cioè la zona che comprende il Sud America, i Caraibi ed il Centro America. Questi uccelli si trovano fino al Nord dell'Argentina e si tratta di specie numerose ed il cui becco è lungo e moto ricurvo che usa per scavare tra i rami e negli incavi degli alberi
  • Arrampicatore dal becco lungo (Nasica longirostris): quest'uccello è autoctono della regione Amazzonica, in America meridionale. è riconoscibile per il suo becco lungo e diritto che usa a mo di pinza per catturare insetti sotto la corteccia degli alberi o tra le foglie morte.
Uccelli con becco lungo: Tipi, nomi e foto - Passeriformi

Se desideri leggere altri articoli simili a Uccelli con becco lungo: Tipi, nomi e foto, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Curiosità sul mondo animale.

Bibliografia
  • Barbosa, A. (1997). Características generales de la biología de las aves limícolas. Las aves limícolas en España. Organismo Autónomo. Parques Nacionales. Madrid, 13-21.
  • Colorado, G., & Gabriel, J. (2004). Relación de la morfometría de aves con gremios alimenticios. Boletín SAO, 14(27), 25-32.

Scrivi un commento su Uccelli con becco lungo: Tipi, nomi e foto

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Uccelli con becco lungo: Tipi, nomi e foto
1 di 6
Uccelli con becco lungo: Tipi, nomi e foto

Torna su