Condividi

Animali frugivori- Caratteristiche ed esempi

 
Di Giorgio Gattoni. 9 maggio 2019
Animali frugivori- Caratteristiche ed esempi

Le interazioni fra piante ed animali sono molto complesse. Anche se sembra puro sfruttamento, la relazione tra questi esseri viventi è simbiotica, e non solo entrambe le parti la necessitano per sopravvivere, ma la loro evoluzione è avvenuta di pari passo.

Una delle interazioni caratteristiche tra animali e piante è quella che intercorre nel fruttarismo. In questo articolo di AnimalPedia ci occuperemo di questo tipo di interazione e scopriremo di cosa si alimentano gli animali frugivori.

Potrebbe interessarti anche: Insettivori - caratteristiche ed esempi

Quali sono gli animali frugivori

Gli animali frugivori sono quelli che basano la loro dieta sul consumo di frutta. Nel regno animale molte specie sono frugivore, dagli insetti ai grandi mammiferi.

Le piante che producono i frutti sono le angiosperme. In questo gruppo, i fiori delle piante femmine o le parti femminili di quelle ermafrodite, hanno delle 'ovaie' con vari ovuli che, quando vengono fecondati, si ingrandiscono e cambiano di colore, acquisendo delle sostanze nutritive molto apprezzate da vari animali.

Il 20% delle specie conosciute di mammiferi sono frugivore, per cui questo tipo di dieta è molto comune nel mondo animale.

Animali frugivori: caratteristiche

A prima vista gli animali frugivori non sembrano avere delle caratteristiche distintive, ancora meno se li si paragona agli animali onnivori, che anche se si cibano di molte cose, hanno come base alimentare la frutta.

La loro caratteristica principale e comune la si trova nell'apparato digerente, a cominciare dalla bocca o becco. Nei mammiferi e altri animali con i denti, questi sono soliti essere più larghi e piani nella zona molare, per permettere la masticazione del cibo. Gli animali con denti non masticatori invece hanno una fila di denti piccoli e uguali che gli servono per mordere la frutta e tagliarla in pezzi più piccoli.

Gli uccelli frugivori hanno un becco ricurvo o concavo per poter estrasse la polpa della frutta; questo è il caso ad esempio dei pappagalli. Altri uccelli invece hanno il becco più fine che permette loro di alimentarsi di frutti più piccoli che possono ingoiare interi.

Gli artropodi hanno delle mandibole specializzate nel triturare gli alimenti. Alcune specie possono essere frugivore solo in alcune tappe della loro vita.

Altra caratteristica importante di questi animali è che non digeriscono i semi, tuttavia producono delle modificazioni fisiche e chimiche in questi ultimi, processo che si chiama 'scarificazione', senza il quale no potrebbero germogliare, o impiegherebbero molto più tempo.

Animali frugivori- Caratteristiche ed esempi - Animali frugivori: caratteristiche

Animali frugivori: perché sono importanti per l'ecosistema

Le piante da frutta e gli animali frugivori si sono evoluti parallelamente nel corso della storia. Il fatto che la frutta abbia un aspetto appariscente e sia molti nutritiva è per far sì che gli animali se ne cibino e, con la scarificazione, rendano i semi in grado di germogliare.

Gli animali frugivori mangeranno la polpa del frutto ingoiando con essa anche i semi. In questo modo la pianta ottiene due benefici:

  • Passando nel tratto digerente, gli acidi e il movimento toglieranno uno strato protettivo al seme (scarificazione) mettendolo nella condizione di germogliare più rapidamente, aumentando le possibilità di riproduzione.
  • Il tragitto che segue il cibo nell'apparato digerente dura alcune ore, anche giorni interi. Questo fatto fa sì che quando l'animale defecherà il seme si troverà in un luogo piuttosto distante da dove lo ha mangiato. In questo modo disperderà la discendenza della pianta, permettendole di crescere in posti nuovi.

Possiamo dire che in un certo senso i frutti che mangiano gli animali sono il premio per il lavoro incosciente che svolgono, come avviene per certi versi con le api ed il polline.

Animali frugivori: elenco

Gli animali frugivori abitano l'intero pianeta, ovunque si trovino alberi da frutto. Di seguito elencheremo alcuni animali frugivori con questa caratteristica.

1. Mammiferi frugivori

L'interazione fra piante ed animali sono forti, soprattutto in quelle specie che si alimentano esclusivamente di frutta come nel caso del pipistrello volatore (Acerodon jubatus). Questo animale vive nei boschi dove si alimenta, ed è in pericolo di estinzione a causa della deforestazione. In Africa, la specie di pipistrello gigante, il pipistrello dalla testa a martello(Hypsinathus monstrosus), è anch'esso frugivoro.

Inoltre, la maggior parte dei primati sono frugivori. Anche se hanno una alimentazione onnivora, la parte più significativa della loro dieta è composta di frutta. È il caso del gorilla, dello scimpanzé, ma anche della maggior parte dei lemuri.

Le scimmie del Nuovo Mondo, come le scimmie urlatrici, le scimmie ragno e i uistitì, giocano un ruolo importante nello spargere i semi della frutta che mangiano.

I toporagni, i ghiri e gli opossum sono roditori notturni che si nutrono di frutta, anche se mangiano anche i vermi.

Infine, tutti gli ungulati sono erbivori, ma alcuni, come il tapiro, si alimentano quasi esclusivamente di frutta.

2. Uccelli frugivori

Tra gli uccelli, gli psittacidi sono i grandi consumatori di frutta, infatti hanno un becco disegnato allo scopo. Sono importanti frugivori anche le specie del genere Sylvia o passeri. Altri uccelli, come il casuario (Cassuarius casuarius), si alimentano di grandi quantità di frutta che trovano sul terreno nei boschi, e sono essenziali per la proliferazione delle piante. I tucani invece basano la loro dieta sulle bacche anche se non disdegnano piccoli rettili o mammiferi come fonte di proteine.

3. Rettili frugivori

Esistono anche rettili frugivori, come le iguane verdi. Non masticano i loro alimenti, ma, grazie ad una piccola dentatura, tagliano la frutta a pezzi e la ingoiano. Altri rettili come le pogone (drago barbuto) sono onnivori, quindi si nutrono di frutta ma anche di insetti o piccoli mammiferi.

Le tartarughe terrestri sono l'altro gruppo di rettili frugivori, anche se a volte si cibano di insetti, molluschi o lombrichi.

5. Invertebrati frugivori

Esistono gli invertebrati frugivori, come la mosca della frutta o Drosophila melanogaster, molto utilizzata negli esperimenti. Questa minuscola mosca deposita sulla frutta le sue uova, che si schiuderanno e le larve si alimenteranno della frutta stessa, finché dopo la metamorfosi non raggiungono la fase adulta. Inoltre molte cimici, si nutrono del succo contenuto nella frutta.

5. Pesci frugivori

Anche se può sembrare strano, a chiudere la nostra lista troviamo i pesci frugivori, come quelli appartenenti alla famiglia dei serrasalmidi. Questi pesci chiamati comunemente pacù, si alimentano di piante, non solo dei frutti ma anche delle foglie e degli steli.

Animali frugivori- Caratteristiche ed esempi - Animali frugivori: elenco

Se desideri leggere altri articoli simili a Animali frugivori- Caratteristiche ed esempi, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Curiosità sul mondo animale.

Bibliografia
  • Campos, C. M., & Velez, S. (2015). Almacenadores y frugívoros oportunistas: el papel de los mamíferos en la dispersión del algarrobo (Prosopis flexuosa DC) en el desierto del Monte, Argentina. Revista Ecosistemas, 24(3), 28-34.
  • Herren, C. M. (2004). Ecología de los pájaros frugívoros ibéricos.
  • Jordano, P., Vázquez, D., & Bascompte, J. (2009). Redes complejas de interacciones planta-animal.

 

Scrivi un commento su Animali frugivori- Caratteristiche ed esempi

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Animali frugivori- Caratteristiche ed esempi
1 di 3
Animali frugivori- Caratteristiche ed esempi

Torna su