menu
Condividi

Conseguenze dei cambiamenti climatici sugli animali

 
Di Nick A. Romero H., Biologo ed educatore ambientale. 15 giugno 2021
Conseguenze dei cambiamenti climatici sugli animali

L'attività umana sta influenzando sempre più il clima e la temperatura della Terra a causa della combustione di carburanti fossili, il disboscamento delle foreste e l'allevamento del bestiame. Queste azioni aggiungono enormi quantità di gas serra a quelli che si trovano naturalmente nell'atmosfera, aumentando l'effetto serra e il riscaldamento globale. Il 2011-2020 è stato il decennio più caldo registrato, il riscaldamento globale indotto dall'uomo, infatti, sta aumentando a un tasso di 0,2°C per decennio.

L' aumento della temperatura è associato a gravi impatti negativi sull'ambiente naturale e sulla salute e il benessere dell'uomo, compreso un rischio molto più elevato che si verifichino cambiamenti possibilmente catastrofici nell'ambiente.

Un'altra terribile conseguenza del cambiamento climatico è la perdita di biodiversità, poiché gli habitat di molte specie si vedono colpiti al punto da portare questi animali sull'orlo dell'estinzione. Ecco perché in questo articolo di AnimalPedia vogliamo parlarvi delle conseguenze dei cambiamenti climatici sugli animali.

Potrebbe interessarti anche: 10 animali in via di estinzione nel mondo

Conseguenze dei cambiamenti climatici sugli animali

L'aumento della concentrazione dei gas che creano effetto serra nell'atmosfera è il motivo principale che produce un aumento della temperatura media della terra e ha come conseguenza una serie di alterazioni che conosciamo come 'cambio climatico'. Quando le caratteristiche del clima si alterano ciò si ripercuote anche sul mondo animale.

Il cambio climatico colpisce in varie maniere gli animali, ad esempio:

  • Piogge scarse: vi sono zone dove a causa dei cambi climatici, le piogge sono diminuite. Quindi la disponibilità d'acqua per gli animali è inferiore, visto che oltre alla diminuzione delle precipitazioni anche i bacini naturali come fiumi o laghi si restringono, luoghi che sono vitali per varie specie animali.
  • Piogge torrenziali: in altre regioni invece si verificano piogge torrenziali, molte volte associate a fenomeni come uragani o tornado, agenti che hanno un forte impatto sulla biodiversità animale.
  • Scioglimento dei ghiacci ai poli: questo problema è tra i più drammatici perché danneggia considerevolmente la biodiversità di queste zone, visto che flora e fauna di questi luoghi si sono adatte alle caratteristiche climatiche locali e per vivere hanno bisogno che le zone polari mantengano le loro caratteristiche. Inoltre lo scioglimento dei ghiacci provoca anche l'innalzamento del livello dei mari.
  • Variazione della temperatura di incubazione: alcuni animali si riproducono in maniera ovipara, e quindi hanno la necessità di lasciare le uova a incubare sottoterra. Ma se le temperature sono più alte del o normale i processi riproduttivi si alterano.
  • Variazioni della temperatura: si è notato che diverse specie che trasmettono malattie agli animali hanno allargato il loro raggio d'azione a zone in cui prima non agivano, per colpa dell'aumento della temperatura media.
  • Vegetazione: quando cambia il clima di un habitat specifico, vi è una conseguenza diretta sulla vegetazione, che è parte fondamentale della dieta di molti animali. Quindi se certi vegetali scarseggiano in una dato habitat, gli animali che dipendono da tali piante soffrono per la mancanza di cibo.
  • Aumento di temperatura degli oceani: tali variazioni influiscono in maniera diretta sulle correnti marine, dalle quali a loro volta dipende la vita di molti animali che seguono le loro rotte migratorie. D'altro canto, questo fenomeno influisce anche sulla riproduzione di certe specie in habitat specifici, e quindi alla lunga incide sulla rete trofica di interi ecosistemi.
  • Biossido di carbonio assorbito dagli oceani: quando aumenta la concentrazione di biossido, il risultato è un'acidificazione dei mari, che porta ad un cambio delle condizioni chimiche degli habitat di molte specie animali, che soffrono quindi queste alterazioni.
  • Cambio climatico e distruzione degli habitat: origina in molto casi l'esodo forzato di diverse specie che dovranno migrare ad altri ecosistemi non sempre adatti alle loro caratteristiche.
Conseguenze dei cambiamenti climatici sugli animali - Conseguenze dei cambiamenti climatici sugli animali

Specie in pericolo d'estinzione a causa del cambio climatico

L'aumento della concentrazione dei gas che creano effetto serra nell'atmosfera è il motivo principale che produce un aumento della temperatura media della terra e ha come conseguenza una serie di alterazioni che conosciamo come 'cambio climatico'. Modificandosi le caratteristiche del clima, avvengono una serie di circostanze che finiscono per ripercuotersi sugli animali.

Il cambio climatico danneggia varie specie animali in maniera diversa, vediamo come:

  • Orso polare (Ursus maritimus): una delle specie animali più colpite dal cambio climatico. Questi animali sono seriamente minacciati dallo scioglimento degli strati di ghiaccio sopra i quali svolgono la loro vita, e grazie al quale possono muoversi e trovare il cibo. Gli orsi polari sono creature adattate a vivere in habitat gelidi e quindi soffrono se le temperature salgono.
  • Coralli: sono animali che appartengono al fila dei cnidari e abitano in colonie chiamate comunemente barriera corallina. L'aumento della temperatura e l'acidificazione degli oceani, danneggia questi animali, che sono molto suscettibili a questo tipo di variazioni. L'intera comunità scientifica concorda sul fatto che i coralli sono profondamente minacciati dal cambio climatico.
  • Panda gigante (Ailuropoda melanoleuca): questo animale mangia quasi esclusivamente bambù. Il cambio climatico sta portando delle importanti alterazioni dell'habitat del panda giganti con conseguenze tragiche per questi animali.
  • Tartarughe marine: varie specie di tartarughe marine sono in pericolo di estinzione a causa del cambio climatico. Ad esempio la tartaruga liuto (Dermochelys coriacea) e la tartaruga comune (Caretta caretta). Da una parte lo scioglimento dei ghiacci che provoca un aumento del livello dei mari porta alla distruzione di punti dove le tartarughe si riproducevano. Dall'altro lato l'aumento della temperatura della sabbia dove covano le uova e che è direttamente responsabile del sesso dei nascituri, altera la proporzione tra maschie femmine nelle comunità di tartarughe.
  • Leopardo delle nevi (Panthera uncia): questo felino vive in climi con condizioni limite e il cambio climatico minaccia il suo habitat. Infatti la mancanza d prede lo porta a muoversi in altri ambienti e ad entrare in conflitto con altre specie feline e anche con l'uomo.
  • Pinguino imperatore (Aptenodytes forsteri): il principale problema per questi animali è la diminuzione del ghiaccio marino, che è necessario per l'allevamento e lo sviluppo dei loro piccoli. Inoltre anche le variazioni di livello e temperatura dei mari si ripercuotono sui pinguini.
  • Lemuri: questi primati endemici del Madagascar sono molto danneggiati, tra le molte ragioni a causa delle variazioni climatiche che hanno portato ad una diminuzione delle piogge, con un aumento dei periodi di siccità, che incidono sulla produzione di alberi da cui si cibano i lemuri. Inoltre anche la comparsa di cicloni nella zona è dovuta ai cambi climatici.
  • Rospo comune (Bufo bufo): questo anfibio vede alterati i suoi processi riproduttivi a causa dell'aumento della temperatura dei corsi d'acqua dove sono soliti vivere. Questo fenomeno porta ad una anticipazione della deposizione delle uova. Inoltre l'aumento della temperatura nell'acqua diminuisce la quantità di ossigeno in essa disponibile, cosa che danneggia le larve di questi animali.
  • Narvalo (Monodon monoceros): i cambiamenti nei ghiacci artici, prodotto del riscaldamento globale, pregiudica la vita di questo mammifero marino, come anche al beluga (Delphinapterus leucas), visto che porta ad un cambio di distribuzione delle loro prede. Inoltre i cambi imprevisti del clima modificano gli strati di ghiaccio, facendo sì che quest animali spesso si trovino imprigionati in piccoli spazi tra i blocchi polari, causandone la morte.
  • Foca dagli anelli (Pusa hispida): la perdita dell'habitat è la minaccia principale per questa foca, colpita dal cambio climatico. Lo strato di ghiaccio infatti è indispensabile per poter crescere i piccoli, e la sua diminuzione provoca un maggior tasso d mortalità tra i piccoli. D'altro canto l'assenza di ghiaccio rende le foche più esposte ai predatori e ne complica l'approvvigionamento di cibo.

Altre specie che si trovano fortemente danneggiate dai cambi climatici per ragioni diverse sono:

  • Caribú (Rangifer tarandus)
  • Balenottera azzurra (Balaenoptera musculus)
  • Rana alpina (Rana temporaria)
  • (Poospiza garleppi)
  • Colibrí codaforcuta (Hylonympha macrocerca)
  • Pica americano (Ochotona princeps)
  • Balia nera (Ficedula hypoleuca)
  • Koala (Phascolarctos cinereus)
  • Squalo nutrice (Ginglymostoma cirratum)
  • Amazzone imperiale (Amazona imperialis)
  • Bombo
Conseguenze dei cambiamenti climatici sugli animali - Specie in pericolo d'estinzione a causa del cambio climatico

Animali estinti a causa del cambio climatico

Alcune specie non hanno potuto sopportare i cambi causati dalle modificazioni climatiche, e per cui si sono estinti. Ecco un paio di esempi che presto saranno seguiti da tante e tante altre specie animali:

  • Melomys rubicola: endemico dell'isola corallina dello Stretto di Torres, in Australia. I ricorrenti fenomeni ciclonici degli ultimi anni hanno sterminato la popolazione esistente.
  • Incilius periglenes: conosciuto come il rospo dorato, era una specie che abitava in Costa Rica e che, a causa di diversi motivi, tra cui il riscaldamento globale, si è estinta. Gli ultimi esemplari di questo simpatico anfibio si sono estinti nel 2004.

Il cambio climatico è oggigiorno il maggior problema ambientale visto che si ripercuote su tutti gli ecosistemi della Terra. Questo meccanismo è stato generato dall'impatto dell'uomo sulla natura, e si sta cercando di mitigarne gli effetti. Tuttavia gli animali sono altamente vulnerabili ai suoi effetti e a differenza dell'uomo, che lo ha provocato, non hanno i mezzi per sopravvivere a questa situazione. Il mondo va in contro all'autodistruzione.

Se desideri leggere altri articoli simili a Conseguenze dei cambiamenti climatici sugli animali, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Animali in pericolo di estinzione.

Fonti
  1. Creary, M. (s/f). Efectos del Cambio Climático Sobre Los Arrecifes de Coral Y el Medio Marino. Naciones Unidas. Disponible en: https://www.un.org/es/chronicle/article/efectos-del-cambio-climatico-sobre-los-arrecifes-de-coral-y-el-medio-marino
Bibliografia
  • Sánchez, B., Flores, S., Rodríguez, E., Anaya, A. y Contreras, E. (2020). Causas y consecuencias del cambio climático en la producción pecuaria y salud animal. Revista mexicana de Ciencias Pecuarias, 2020; 11(Supl 2):126-145 http://www.scielo.org.mx/pdf/rmcp/v11s2/2448-6698-rmcp-11-s2-126.pdf
  • BirdLife International. 2020. Aptenodytes forsteri. La Lista Roja de Especies Amenazadas de la UICN 2020: e.T22697752A157658053. https://dx.doi.org/10.2305/IUCN.UK.2020-3.RLTS.T22697752A157658053.en
  • Grupo de especialistas en anfibios de la CSE de la UICN (2020). Incilius periglenes. La Lista Roja de Especies Amenazadas de la UICN 2020: e.T3172A54357699. https://dx.doi.org/10.2305/IUCN.UK.2020-3.RLTS.T3172A54357699.en
  • Indefinido (2013). Dermochelys coriacea. La Lista Roja de Especies Amenazadas de la UICN 2013: e.T6494A43526147.https://dx.doi.org/10.2305/IUCN.UK.2013-2.RLTS.T6494A43526147.en
  • Indefinido. (2016). Pusa hispida. La Lista Roja de Especies Amenazadas de la UICN 2016: e.T41672A45231341. 20 de mayo de 2021https://dx.doi.org/10.2305/IUCN.UK.2016-1.RLTS.T41672A45231341.en
  • Indefinido. (2017). Caretta caretta (versión modificada de la evaluación de 2015). La Lista Roja de Especies Amenazadas de la UICN 2017: e.T3897A119333622. 20 de mayo de 2021https://dx.doi.org/10.2305/IUCN.UK.2017-2.RLTS.T3897A119333622.en
  • Uribe, E. (2015). El cambio climático y sus efectos en la biodiversidad en América Latina. ONU, CEPAL, Unión Europea. Disponible en: https://repositorio.cepal.org/bitstream/handle/11362/39855/S1501295_en.pdf?sequence=1 Waisgood, R., Wang,

Foto di Conseguenze dei cambiamenti climatici sugli animali

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Conseguenze dei cambiamenti climatici sugli animali
1 di 13
Conseguenze dei cambiamenti climatici sugli animali

Torna su