menu
Condividi

Gatto con coda rotta: Cause e rimedi

 
Di Laura García Ortiz, Veterinaria in medicina felina. 30 novembre 2020
Gatto con coda rotta: Cause e rimedi

Vedi schede di Gatti

Spesso si possono vedere gatti che non hanno la coda, o che ne hanno solo un moncone, oppure altri ancora ce l'hanno storta. Ciò è normale, giacché esistono mutazioni genetiche in alcune razze, come il gatto dell'isola di Man o il Bobtail, e quando si incrociano gatti con la coda normale con altri che hanno questa mutazione, possono risultare esemplari con questo aspetto. Oltre ad usarla per esprimere le loro emozioni, la coda è una zona che possiede una grande quantità di nervi e vasi sanguigni, e quindi molto suscettibile a ricevere lesioni che possono produrre conseguenze indesiderate per i felini ed i loro tutori.

Volete approfondire le ragioni per cui il gatto ha la coda rotta, spezzata o storta? In questo articolo di AnimalPedia parleremo di questo aspetto dell'anatomia felina, con le sue curiosità, alterazioni e le possibili soluzioni.

Potrebbe interessarti anche: Convulsioni nel gatto - Cause e rimedi

La coda del gatto è fatta di ossa

La coda del gatto è composta da circa 22 vertebre caudali e coccigee, che sono ossa piccole, di forma rettangolare che vanno decrescendo in dimensione dalla base verso la punta. La coda dei felini è in realtà un prolungamento della colonna vertebrale, per cui l'osso sacro, che si trova dietro al bacino, separa le vertebre lombari dalle vertebre della coda.

La colonna vertebrale dei gatti è più flessibile di quella dei cani, specialmente la zona della coda permette grande mobilità e flessibilità all'animale. Oltre a servire come asse per riequilibrare la postura quando cadono, è anche il centro della stabilità.

Gatti senza coda

L'assenza della coda in un gatto si considera una mutazione (cioè un cambio nella sequenza del DNA avvenuta in un momento imprecisato). Oggi si vedono sempre più spesso gatti senza coda, con solo un moncone o con la coda storta. Ciò è dovuto al fato che ad alcuni questa caratteristica è risultata interessante e sorprendente e quindi hanno selezionato questi gatti per farli riprodurre fra loro in modo che detta mutazione venisse perpetuata in altri individui, fissandola. Nei gatti possiamo trovare due tipi di mutazioni genetiche che portano ad alterazioni della coda:

  • Gene M dei gatti dell'isola di Man: questo gene ha carattere dominante, per cui gli esemplari che abbiano uno o entrambi gli alleli dominanti per il gene (MM o Mm) non avranno la coda. I gatti che hanno i due alleli dominanti (MM) muoiono prima della nascita a causa d gravi lesioni del sistema nervoso. I gatti eterozigoti invece (Mm) sono quelli che nasceranno senza coda o con solo un moncone. Inoltre alcuni gatti dell'isola di Man presentano dei difetti nelle ossa del bacino e negli organi interni e muoiono prima di aver compiuto un anno. Per questo si deve evitare che i gatti dell'isola di Man si incrocino con razze il cui gene sia dominante, mentre invece vanno bene quelle che hanno questo carattere recessivo (mm), come ad esempio il british, l'americano dal pelo corto, o il gatto dell'isola di Man dalla coda lunga. In questi casi non si producono malattie né si riscontrano malformazioni fatali.
  • Gene B del Bobtail giapponese: la loro eredità genetica di questo gene è dominante, come nel caso precedente. I gatti eterozigoti ed omozigoti per questo gene (Bb e BB) presentano coda corta, assente o storta, caratteristica che dii solito è più evidente nei gatti con due alleli dominanti per questo gene (BB). Questo gene a differenza dell'M nei gatti dell'isola di Man non è letale e non sfocia in problemi scheletrici.

Tipi di coda nei gatti

Vi sono gatti con la coda più corta che sono indistinguibili dalle mutazioni del tipo Bobtail o del gatto dell'isola di Man. Tali mutazioni possono fare la loro comparsa in qualsiasi tipo di gatto, indipendentemente dalla loro razza. Forse alcune sono mutazioni genetiche che ancora non sono state studiate a fondo. Questa caratteristica si può a volte vedere in incroci di gatti normali con altri mutati. In generale, a seconda della lunghezza della coda, i gatti possono suddividersi in:

  • Rumpy: senza coda.
  • Riser: gatti con coda di meno di tre vertebre.
  • Stumpy: gatti con coda di più di tre vertebre ma che non arriva a lunghezza normale.
  • Longy: gatti con una coda con varie vertebre ma che non arriva a essere completa.
  • Tailed: gatti dalla coda lunga, come normale.
Gatto con coda rotta: Cause e rimedi - Gatti senza coda

Il gatto non solleva la coda

Quando notate che il gatto non solleva la coda, è molle o addirittura immobile, possiamo ipotizzare che sia successo qualcosa ai nervi caudali. In particolare, fratture, lussazioni e sublussazioni delle vertebre caudali possono produrre danni al midollo con una paralisi flaccida. Il risultato è che il gatto non riesce più a sollevare la coda, poiché è paralizzata.

Tuttavia di solito, insieme a problemi alla coda si riscontrano danni alla zona dei segmenti di midollo della zona sacrale, causando una lesione sacro-coccigea. In questo caso si riscontreranno altri sintomi, poiché la lesione ai nervi di questo segmento, come il nervo pudendo o quello pelvico, che innervano gli sfinteri dell'uretra, della vescica e dell'ano, provoca incontinenza urinaria e fecale. Inoltre questi nervi sono coinvolti nella sensibilità del perineo e degli organi genitali; dei danni ai nervi caudali provocano la perdita di sensibilità della coda e la rendono flaccida. Se anche la circolazione sanguigna viene coinvolta, si potrà osservare necrosi o cancrena (che sarebbe la morte del tessuto per mancanza di ossigenazione) della parte colpita.

Per cui se il vostro gatto si trova in una situazione simile bisogna rivolgersi velocemente ad un veterinario di fiducia.

Coda rotta nel gatto - Cure

La coda è un punto abbastanza frequente dove capitano fratture ossee nei gatti. Di solito ciò avviene a causa di incidenti stradali, cadute, combattimenti con altri gatti oppure situazioni in cui la coda rimane incastrata da qualche parte.

Quando un gatto si frattura la coda, il trattamento dipende dalla gravità della frattura e dalla sua localizzazione. I traumi che si localizzano verso la punta si possono curare bene con operazione chirurgica che consiste nel mettere una stecca con bendaggio antinfiammatorio e antibiotico. Tuttavia se la lesione si trova vicino alla base e si è prodotto un danno ai nervi, allora non è possibile curarla, per cui la coda va amputata parzialmente o totalmente.

L'amputazione è la soluzione migliore per un gatto con coda danneggiata e con il coinvolgimento dei nervi caudali. Dopo l'operazione il gatto dovrà seguire un ciclo di antinfiammatori e antibiotici per evitare infezioni batteriche secondarie; sarà inoltre necessario evitare che il gatto si gratti o si lecchi la zona. Se si segue il trattamento e l'evoluzione è favorevole, i punti si possono togliere dopo circa dieci giorni, successivamente la ferita cicatrizzerà e il vostro gatto potrà continuare felicemente la sua vita.

A questo proposito vi potrà essere utile il nostro articolo 'come dare le medicine al gatto'.

Questo articolo è puramente informativo, da AnimalPedia non abbiamo la facoltà di prescrivere trattamenti veterinari né realizzare alcun tipo di diagnosi. Ti invitiamo a portare il tuo animale domestico dal veterinario nel caso in cui presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Se desideri leggere altri articoli simili a Gatto con coda rotta: Cause e rimedi, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Altri problemi di salute.

Bibliografia
  • Z. Ann. Traumatismos de las vértebras caudales en gatos. Disponible en: https://www.monografias.com/trabajos96/traumatismo-vertebras-caudales-gatos/traumatismo-vertebras-caudales-gatos.shtml
  • Equipo Editorial Gatos. (2014). El gen “M” que modifica la longitud de la cola del gato. Paradais Sphynx. Disponible en: https://gatos.paradais-sphynx.com/genetica-felina/mutacion-cola-gato.htm

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Gatto con coda rotta: Cause e rimedi
1 di 2
Gatto con coda rotta: Cause e rimedi

Torna su