Curiosità sul mondo animale

Mustelidi: cosa sono, elenco ed esempi

 
María Luz Thomann
Di María Luz Thomann, Biologa ed ornitologa. 19 febbraio 2024
Mustelidi: cosa sono, elenco ed esempi

Probabilmente conosci i furetti e, in alcune occasioni, hai visto animali simili ai furetti ma non sapevi dove classificarli. In questi casi parliamo di mustelidi. I mustelidi appartengono ad un'affascinante famiglia di mammiferi carnivori (Mustelidae) con sorprendenti adattamenti morfologici ed ecologici. Dall'enigmatico visone europeo (Mustela lutreola) al robusto ghiottone (Gulo gulo), questi mammiferi sono distribuiti in un'ampia varietà di habitat in tutto il mondo. La loro adattabilità consente loro di occupare ambienti che vanno dalle aree forestali alle zone prative, tundre, deserti e ambienti acquatici.

In questo articolo di AnimalPedia ti diremo un elenco di mustelidi esistenti, cosa sono ed esempi notevoli di questo meraviglioso gruppo. Non perderlo!

Potrebbe interessarti anche: Uccelli rapaci: elenco ed esempi

Sommario

  1. Cosa sono i mustelidi?
  2. Caratteristiche dei mustelidi
  3. Classificazione dei mustelidi
  4. Tipi di mustelidi
  5. Esempi di mustelidi

Cosa sono i mustelidi?

I mustelidi sono una famiglia di mammiferi carnivori appartenenti all'ordine dei carnivori. Caratterizzati da corpi allungati e arti corti con orecchie arrotondate, i mustelidi comprendono una diversità di specie adattate a diversi ambienti. Tra i suoi rappresentanti più noti ricordiamo la donnola, il furetto, il visone, la lontra, il ghiottone e l'ermellino.

Questi mammiferi esibiscono un'ampia varietà morfologica e comportamentale, dall'agile donnola, capace di cacciare prede più grandi di lui, al ghiottone, predatore resistente e adattabile negli ambienti subartici e boreali. Della famiglia dei Mustelidi fanno parte anche abili nuotatori, come la lontra, che predilige ambienti acquatici come fiumi, laghi e coste marine.

Il suo successo evolutivo risiede nella sua capacità di occupare una vasta gamma di habitat, dagli ambienti acquatici a quelli terrestri. Molte specie hanno diete diverse che vanno dai roditori e uccelli ai pesci e agli insetti. Caccia efficiente, agilità e versatilità nella scelta delle prede sono caratteristiche distintive dei mustelidi.

Mustelidi: cosa sono, elenco ed esempi - Cosa sono i mustelidi?

Caratteristiche dei mustelidi

I mustelidi hanno diverse caratteristiche distintive che contribuiscono al loro successo adattivo. Qui vi raccontiamo alcune delle sue caratteristiche principali:

  • Morfologia allungata e flessibile: i mustelidi hanno solitamente corpi allungati e flessibili, zampe corte, orecchie arrotondate e code lunghe. Questa morfologia fornisce loro agilità e flessibilità nei movimenti, rendendo loro più facile cacciare ed esplorare vari habitat.
  • Pelliccia densa e morbida: molte specie di mustelidi hanno una pelliccia densa e morbida che fornisce loro isolamento termico. I colori del mantello variano a seconda della specie e possono includere sfumature di marrone, nero, bianco e altri colori che aiutano nel mimetismo e nell'adattamento al loro ambiente.
  • Ghiandole odorose: i mustelidi hanno ghiandole odorifere ben sviluppate, soprattutto ghiandole anali, che usano per marcare il territorio e comunicare con altri individui della loro specie. Queste secrezioni possono avere anche funzioni nell'attrazione sessuale e nella difesa del territorio.
  • Abitudini carnivore: i mustelidi sono animali carnivori e si nutrono di una varietà di prede, come roditori, uccelli, pesci e insetti. Alcune specie, come la donnola, sono note per cacciare prede più grandi di loro usando tattiche astute.
  • Adattabilità a diversi habitat: i mustelidi mostrano una notevole adattabilità a diversi ambienti, dalle foreste e praterie agli habitat acquatici. Questa versatilità consente loro di abitare una varietà di ecosistemi in tutto il mondo.
  • Comportamento solitario o sociale: il comportamento sociale dei mustelidi varia a seconda della specie. Alcuni, come la donnola, sono solitari e territoriali, mentre altri, come la lontra, possono essere più socievoli e vivere in gruppi familiari.

Insieme, queste caratteristiche rendono i mustelidi una famiglia diversificata e di successo in termini di adattamento alle diverse condizioni ambientali e ruoli ecologici nei rispettivi ecosistemi.

Classificazione dei mustelidi

La classificazione dei mustelidi è organizzata gerarchicamente secondo la tassonomia biologica. Ecco una classificazione generale, ma tieni presente che la tassonomia può cambiare a causa della continua ricerca e revisione scientifica:

  • Regno degli Animali
  • Phylum: Cordati
  • Sottofilo: Vertebrati
  • Classe: mammiferi
  • Ordine: carnivori
  • Famiglia: Mustelidae

All'interno della famiglia Mustelidae esistono diverse sottofamiglie e generi che contengono le diverse specie di mustelidi. In altre parole si può parlare di una classificazione inferiore dei mustelidi o di un livello tassonomico più specifico. Pertanto, troviamo questi mustelidi di classificazione inferiore (include generi e singole specie):

  • Sottofamiglia Mustelinae
  • Genere Eira
  • Genere Ictonyx
  • Genere Galictis
  • Genere Gulo
  • Genere Lyncodon
  • Martedì di genere
  • Genere Neovison
  • Genere Meles
  • Genere Mellivora
  • Genere Arctonyx
  • Genere Melogale
  • Genere Taxidea
  • Genere Vormela
  • Genere Poecilogico
  • Genere Mustela
  • Sottofamiglia Lutrinae
  • Genere Aonyx
  • Genere Hydrictis
  • Genere Lontra
  • Genere Pteronura
  • Genere Lutra
  • Genere Lutrogale
  • Genere Enidra

Questi sono i generi mustelidi più conosciuti e la classificazione può variare man mano che vengono effettuate nuove ricerche e si ottengono più dati, come abbiamo accennato. Va notato che alcune specie, come i visoni, sono state introdotte in regioni al di fuori della loro distribuzione naturale, il che può influenzare le dinamiche della popolazione e gli ecosistemi locali.

Tipi di mustelidi

Ora, quali animali sono i mustelidi? Esistono diversi tipi di mustelidi in base alle loro caratteristiche condivise e ai ruoli ecologici. Possiamo infatti trovare le seguenti tipologie di mustelidi:

  • Donnole: questo tipo di mustelidi si caratterizza per essere predatori agili e adattati a una varietà di habitat. Hanno le caratteristiche dei tipici mustelidi come corpo sottile, allungato e zampe corte. All'interno di questo gruppo di tipi di mustelidi troviamo la donnola comune (Mustela nivalis) e l'ermellino (Mustela erminea).
  • Furetti: Questi includono il furetto europeo (Mustela putorius). I furetti sono noti per il loro addomesticamento, inoltre sono strettamente imparentati con le donnole. Per curiosità, di solito nascono e crescono come animali domestici ma vengono utilizzati anche per la caccia ai conigli.
  • Visoni: alcuni esempi includono il visone americano (Neovison vison) e il visone europeo (Mustela lutreola). I visoni sono spesso un tipo di mustelidi acquatici perché sono associati agli habitat acquatici. Sono apprezzati per la loro pelliccia, che è molto folta e folta.
  • Ghiottone o golosi: questo tipo di mustelide è noto per le sue dimensioni robuste e la resistenza negli ambienti subartici.
  • Zibellino: comprende specie come la martora (Martes Martes) e la zibellina (Martes zibellina). Le Martha sono animali agili e versatili che possono abitare sia nelle foreste che nelle aree aperte.
  • Lontre: gli esempi includono la lontra europea (Lutra lutra) e la lontra nordamericana (Lontra canadensis), note per essere abili nuotatrici e trascorrere gran parte del loro tempo in acqua. Sono catalogati tra i mustelidi iberici o mustelidi in Spagna perché si trovano in questa regione geografica. Inoltre si nutrono principalmente di altri pesci e di alcuni crostacei. Scopri se "Le nutrie sono pericolose?" nel seguente articolo di AnimalPedia.

Questi tipi di mustelidi rappresentano generi diversi e comprendono una diversità di specie. Ogni tipo di mustelide ha adattamenti specifici per il suo ambiente e un ruolo particolare nell'ecosistema in cui si trova.

Geograficamente si può parlare anche delle tipologie dei mustelidi. Ad esempio, possiamo dire che esistono mustelidi iberici o mustelidi spagnoli, come la donnola comune, il visone europeo o la martora perché si trovano in Castilla y León, una delle comunità autonome della Spagna. Potremmo quindi parlare dei mustelidi della Spagna.

D'altro canto si può parlare anche di mustelidi cileni o messicani, come le lontre o i furetti. Se ci concentriamo sui mustelidi americani possiamo citare, tra gli altri, l'ermellino, la donnola e il tasso. Come puoi vedere, tutti i tipi di mustelidi sono distribuiti geograficamente in aree diverse, quindi possiamo includere anche loro.

Esempi di mustelidi

I mustelidi comprendono un'ampia varietà di specie, ciascuna adattata a habitat specifici e con caratteristiche distintive. Ecco alcuni esempi di mustelidi a seconda della tipologia a cui appartengono, ognuno dei quali rappresenta generi e specie diversi all'interno della famiglia Mustelidae.

Va notato che esistono fino a 66 diverse specie di mustelidi, ma queste sono solo alcune delle specie più importanti della famiglia dei Mustelidi.

  • Donnola di montagna (Mustela altaica).
  • Donnola andina (Mustela felipei).
  • Donnola africana dalla coda lunga (Mustela poecilura).
  • Donnola dalla coda lunga di Giava (Mustela lutreolina).
  • Ermellino (Mustela erminea).
  • Visone (Mustela vison).
  • Furetto europeo (Mustela putorius).
  • Furetto dai piedi neri (Mustela strigidorsa).
  • Ghiottone (Gulo gulo).
  • Puzzola (Putorius putorius).
  • Taira (Eira barbara).
  • Tasso (Meles meles): è bene precisare che è una tipologia di mustelide notturno.
  • Tasso giapponese (Meles anakuma).
  • Lontra paleartica o europea (Lutra lutra).
  • Zibellino (Martes zibellina).
Mustelidi: cosa sono, elenco ed esempi - Esempi di mustelidi

Se desideri leggere altri articoli simili a Mustelidi: cosa sono, elenco ed esempi, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Curiosità sul mondo animale.

Bibliografia
  • Baskin, J. A. (1998). Mustelidae. Evolution of Tertiary Mammals of North America: Volua.
  • Koepfli, K. P., Deere, K. A., Slater, G. J., Begg, C., Begg, K., Grassman, L., ... & Wayne, R. K. (2008). Multigene phylogeny of the Mustelidae: resolving relationships, tempo and biogeographic history of a mammalian adaptive radiation. BMC biology, 6, 1-22.
  • Kollias, G. V., & Fernandez-Moran, J. (2015). Mustelidae. Fowler's Zoo and Wild Animal Medicine, Volume 8, 476.
  • Yonezawa, T., Nikaido, M., Kohno, N., Fukumoto, Y., Okada, N., & Hasegawa, M. (2007). Molecular phylogenetic study on the origin and evolution of Mustelidae. Gene, 396(1), 1-12.

Scrivi un commento

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?
1 di 3
Mustelidi: cosa sono, elenco ed esempi