Condividi

Ornitorinco: Caratteristiche e curiosità

 
Di Giovanni Rizzo. Aggiornato: 14 luglio 2020
Ornitorinco: Caratteristiche e curiosità

Originario dell'Australia, l'ornitorinco (Ornithorhynchus anatinus), detto anche platipo, è uno degli animali più interessanti, speciali e unici al mondo. Il suo aspetto caratteristico fa pensare a un mix tra un castoro e un'anatra, fattore davvero affascinante considerando le notevoli differenze tra questi animali.

Si tratta di un mammifero semi-acquatico che passa la sua vita tra acqua e terra. Senza dubbio, una delle peculiarità più sorprendente di questo animale riguarda la sua riproduzione. Sapresti dire se l'ornitorinco è un mammifero? Gli ornitorinchi depongono le uova? In questo articolo di AnimalPedia ti parliamo delle caratteristiche dell'ornitorinco, del habitat in cui vive, della sua riproduzione, dell'alimentazione e di molto altro ancora. Scopri tutte le curiosità sull'ornitorinco con noi!

Potrebbe interessarti anche: Curiosità sull'ornitorinco

Caratteristiche dell'ornitorinco

Gli ornitorinchi sono animali esotici e particolari, appartengono all'ordine dei monotremi, attualmente sopravvivono solo 5 specie, di cui 4 sono echidne. La loro caratteristica più straordinaria è che si tratta di mammiferi che depongono le uova.

Un'altra curiosità di questi animali è che sono gli unici mammiferi velenosi esistenti. Il maschio dell'ornitorinco è munito, infatti, in ognuna delle zampe posteriori, uno sperone cavo, che usa per iniettare un veleno prodotto dalle ghiandole crurali, e che usa per difesa dai predatori o nei combattimenti per il territorio. Il veleno dell'ornitorinco è mortale? Solo per i piccoli animali.

Ogni parte del corpo di questo mammifero assomiglia a quella di altre specie: ad esempio, la sua coda assomiglia a quella di un castoro, mentre il suo becco è simile a quello di un'anatra ed il corpo e la pelliccia a quella di una lontra. Questa morfologia unica ha portato l'ornitorinco ad essere studiato a fondo da tassonomisti e biologi, in quanto è una fonte vitale di informazioni per la biologia evolutiva. Per anni è stato cacciato per il suo mantello folto ed isolante, ma oggigiorno la sua caccia è stata proibita. La pelliccia è un marrone scuro sulla testa e sul corpo ed è più chiara o grigia sul ventre.

Ha i piedi palmati che gli facilitano il nuoto, così come la coda, che funge da timone. Sebbene la capacità del loro sistema olfattivo sia limitata, possono percepire gli odori sott'acqua.

L'ornitorinco è un mammifero?

Sì, l'ornitorinco è un mammifero. Per essere più preciso si tratta di un un mammifero-oviparo ed ha una sola apertura fisica chiamata cloaca che viene usata sia per l’escrezione e sia per la riproduzione.

Dopo circa 2 o 3 settimane dall'accoppiamento gli ornitorinchi depongono da 1 a 3 uova e vengono incubate a terra (nel nido precedentemente creato) per circa 10 giorni. I cuccioli di ornitorinco, dopo la schiusa delle uova, si sviluppano nella tana di nidificazione per circa 3 o 4 mesi prima di entrare in acqua e si nutrono solamente di latte materno.

L'habitat dell'ornitorinco

Questi animali sono semi-acquatici, quindi vivono sia in acqua che sulla terraferma. I loro habitat sono piccoli fiumi e torrenti di vari tipi di ecosistemi. Possono vivere nei fiumi delle estese foreste pluviali del Queensland, ma anche in climi freddi, come quello delle Alpi Australiane o le regioni montuose della Tasmania.

Questo animale si è estinto nel sud dell'Australia, tranne che per una popolazione reintrodotta sull'Isola dei Canguri.

Alimentazione dell'ornitorinco

Gli ornitorinchi sono cacciatori implacabili, perché hanno un complesso sistema di elettrolocazione, ovvero localizzano la loro preda, in parte, rilevando la sua elettricità corporea. Nell'ornitorinco gli elettrorecettori si trovano in file rostro-caudali nella pelle del becco, mentre i meccanorecettori (senso tattile) sono uniformemente distribuiti lungo il becco.

L'ornitorinco è un animale strettamente carnivoro, quindi basa la sua dieta sul consumo di altri animali, principalmente vermi, crostacei, insetti, larve e varie specie di anellidi che vivono nel suo habitat. L’ornitorinco non ha denti e per la masticazione utilizza dei sassolini che lo aiutano ad ingerire correttamente.

Ornitorinco: Caratteristiche e curiosità - Alimentazione dell'ornitorinco

Riproduzione dell'ornitorinco

Come già accennato, l'ornitorinco essendo un monotremo, non dà alla luce piccoli vivi ma depone le uova in un nido. La femmina, prima di riprodursi, scava tane molto grandi lunghe fino a 20 metri. Il nido verrà posizionato alla fine del tunnel e sarà composto da bastoncini e fogliame.

Periodo d'incubazione dell'ornitorinco e nascita

L'esemplare femmina terrà le uova nel corpo per qualche tempo prima di deporle e accudirle. Le uova si schiudono dopo un periodo di incubazione di circa 10 giorni, dopo aver passato un periodo di gestazione di circa 28 giorni nel grembo della madre. L'ornitorinco pone da 1 a 3 uova, con una dimensione compresa tra 10 e 11 millimetri. Come tutti per mammiferi, la madre produce latte per i piccoli. I cuccioli vengono allattati esclusivamente al seno fino a 3-4 mesi di età e un fatto curioso è che la femmina dell'ornitorinco non ha capezzoli ma secerne il latte dai pori della pelle.

I cuccioli di ornitorinco alla nascita misurano all'incirca circa 3 centimetri, sono molto vulnerabili, nascono senza pelo e i loro occhi non sono ancora completamente sviluppati, quindi sono ciechi. Nascono con i denti, ma li perdono subito dopo.

Durante il periodo di allattamento, la madre si prende cura dei piccoli di ornitorinco per quasi tutto il giorno, uscendo solo per cercare il cibo. Dopo circa 4-5 settimane, i cuccioli diventano più indipendenti ed iniziano ad abbandonare gradualmente la tana dove hanno vissuto fino al momento.

Accoppiamento degli ornitorinchi

Durante tutto l'anno avviene solo un ciclo di accoppiamento, che si svolge tra i mesi di giugno e ottobre. Il corteggiamento dell'ornitorinco è molto complicato e faticoso, soprattutto per i maschi, che devono conquistare le femmine. L'ultima parte del corteggiamento consiste in una danza nell'acqua in cui la coppia si muove in cerchio intrecciata, ed il maschio si attacca con il becco alla coda della femmina.

Che ne pensi di questo curioso animale? Faccelo sapere nei commenti e se ti interessa avere maggior informazioni sulla fauna australiana potrebbe interessarti anche il nostro articolo '35 Animali australiani: caratteristiche e curiosità'.

Immagine: hipertextual.com

Se desideri leggere altri articoli simili a Ornitorinco: Caratteristiche e curiosità, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Curiosità sul mondo animale.

Bibliografia
  • Australia museum (2019). Platypus.Ornithorhynchus anatinus. Recuperato da: https://australianmuseum.net.au/learn/animals/mammals/platypus/
  • Grant, T., P. Temple-Smith. (1998). Field biology of the platypus (Ornithorhynchus anatinus): historical and current perspectives. The Royal Society, 353: 1081-1091.
  • Lin, M., & Jones, R. C. (2000). Spermiogenesis and spermiation in a monotreme mammal, the platypus, Ornithorhynchus anatinus. Journal of Anatomy, 196(2), 217–232.
  • Woinarski, J. & Burbidge, A.A. (2016). Ornithorhynchus anatinus. The IUCN Red List of Threatened Species 2016: e.T40488A21964009.

Foto di Ornitorinco: Caratteristiche e curiosità

Scrivi un commento su Ornitorinco: Caratteristiche e curiosità

Aggiungi un'immagine
Fai click per aggiungere una foto insieme al commento
Ti è piaciuto l'articolo?

Ornitorinco: Caratteristiche e curiosità
1 di 7
Ornitorinco: Caratteristiche e curiosità

Torna su